Successo internazionale di Giovanni Battista Pergolesi e della Fondazione Pergolesi Spontini

MaestroAntonioFloriolight| 29/07/2008 - Un clamoroso successo di pubblico ha accolto domenica 27 luglio al Festival de Radio France et Montpellier Languedoc Roussillon, la prima rappresentazione in epoca moderna de “La Salustia” di Pergolesi, andata in scena in un nuovo allestimento frutto della coproduzione tra la prestigiosa realtà musicale francese e la Fondazione Pergolesi Spontini.

La prima opera seria del compositore jesino, che aprirà poi l’ottava edizione del Festival Pergolesi Spontini il 5 e 7 settembre al Teatro Pergolesi di Jesi, è stata registrata e sarà trasmessa in diretta nazionale su Radio France sempre il prossimo settembre.


L\'’allestimento che vedremo a Jesi in prima rappresentazione italiana in epoca moderna ha convinto pubblico e critica francesi a partire dalla raffinata direzione di Antonio Florio alla guida della Cappella della Pietà de’ Turchini, fra i maggiori complessi italiani di musica barocca, e dalla sua meticolosa ricerca sulla vocalità antica compiuta assieme agli interpreti.


Pagine musicali di rara bellezza, che grazie al lavoro della Fondazione Pergolesi Spontini ed alla revisione critica di Dale Monson ricostruiscono con assoluta fedeltà l’autentica volontà di Pergolesi prima delle forzate modifiche, avvenute a pochi giorni dalla prima a Napoli nel gennaio 1732, a causa della morte di uno dei protagonisti, il Nicolino, celebre castrato italiano che si ammalò e morì durante le prove, sostituito di corsa dal tenore Francesco Tolve.


Apprezzamenti dunque a Montpellier anche per il cast di cantanti internazionalmente noti per il repertorio barocco: Maria Ercolano, José Maria Lo Monaco, Marina De Liso, Raffaella Milanesi, Cyril Auvity, Valentina Varriale. E applausi anche l’accurata analisi dei personaggi, per la ricchezza delle scene e dei costumi firmati da Jean Paul Scarpitta, il regista parigino che nel 2001 firmò Per Joséphine con Gerard Dépardieu per la prima edizione del Festival Pergolesi Spontini.


Altro successo internazionale per Pergolesi e per la Fondazione ad esso intitolata è venuta alcuni giorni fa sempre in terra di Francia, al 26° Festival International d\'Opéra Baroque de Beaune. Qui, il 19 luglio scorso, è andata in scena il dramma per musica “Adriano in Siria” grazie alla collaborazione tra una delle più accreditate manifestazioni liriche al mondo e l’ente culturale jesino.

Come noto, l’\'opera ha inaugurato lo scorso anno il Festival Pergolesi Spontini a Jesi, sempre con la direzione di Ottavio Dantone, l’Accademia Bizantina, e con un cast di virtuosi tra cui Olga Pasichnyk, Marina Comparato, Lucia Cirillo, Francesca Lombardi, tutti acclamati protagonisti il 19 scorso anche a Beaune.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 luglio 2008 - 1748 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini, maestroantoniofloriolight