Incontro con la società SIC1, allo studio progetti eco-compatibili

2' di lettura 30/07/2008 - Valorizzazione del territorio con ambienti tecnologicamente evoluti ed integrati, costruzioni eco-compatibili, possibilità di usufruire di servizi innovativi su piattaforme tecnologicamente all’avanguardia. Insomma, coniugare rispetto dell’ambiente e alta tecnologia al servizio dei cittadini.

E’ di questo che si è discusso in un incontro svoltosi nei giorni scorsi presso i locali della biblioteca “eFFeMMe23” di Moie, su iniziativa dell’assessorato all’Urbanistica del Comune e della società Sic one Srl. All’appuntamento si sono ritrovati tecnici e imprese edili che stanno progettando piani di lottizzazione nel territorio di Maiolati Spontini. L’assessore Fabrizio Mancini e il responsabile del progetto Luca Casadio, della società SIC1 Srl, azienda a capitale totalmente pubblico, hanno illustrato un progetto per l’erogazione di servizi da parte della pubblica amministrazione nei confronti di cittadini ed imprese.


Il tavolo tecnico, denominato A9 City, ha la finalità di progettare e costruire ambienti in grado di soddisfare le necessità di servizio e connettività di chi li occupa. “Si tratta di una certificazione alla quale guardiamo con estremo interesse – ha spiegato Mancini – perché risponde alle esigenze individuate dai regolamenti regionali attinenti alla bioedilizia. In particolar modo, il progetto A9 City pone al centro dell’attenzione la progettazione e la realizzazione di ambienti interni e esterni predisposti ad ospitare contenuti tecnologici avanzati, finalizzati ad innalzare il livello della qualità della vita e dei servizi usufruibili. La certificazione A9 City ha molteplici finalità. Per la pubblica amministrazione è una garanzia della valorizzazione del proprio territorio con ambienti tecnologicamente evoluti che permettono costruzioni eco-compatibili, ossia attente al recupero energetico e allo sfruttamento di risorse rinnovabili.


Intervenendo nella progettazione e realizzazione dei sistemi, possiamo non solo ridurre i consumi, ma anche realizzare soluzioni da mettere a disposizione del territorio. Per i cittadini, il progetto significa poter abitare e utilizzare ambienti innovativi e funzionali su piattaforme tecnologicamente all’avanguardia, dotate di una estrema semplificazione d’utilizzo che consente a chiunque di interagire con servizi di telesoccorso, assistenza sociale, sicurezza, teleassistenza, comunicazione evoluta, servizi on demand privati o pubblici”. Nel corso dell’incontro è stata sottolineata sia la valenza sociale della certificazione, come strumento di prevenzione, intervento ed assistenza per persone diversamente abili, sia quella pubblica, perché risponde alle esigenze della pubblica amministrazione nell’erogare servizi in linea con le direttive sull’e-government e sull’informatizzazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 luglio 2008 - 1297 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini