Moie: la Gdf appone i sigilli alla sede di una pseudo agenzia

fiammegialle 30/07/2008 - A vedersi sembrava una vera e propria agenzia immobiliare ma in realtà, non lo era affatto. La Guardia di Finanza di Jesi ha cosi\' chiuso la sede di un\'agenzia di Moie, in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Ancona.

Il provvedimento di chiusura è stato richiesto dalle Fiamme gialle, a seguito di un\' indagine risalente a più di un anno fa e scaturita da una denuncia relativa all\'utilizzo di falsi timbri di Uffici Pubblici disposti su un compromesso di vendita di uno stabile.


Dopo l\'accertamento dei fatti, i finanzieri hanno scoperto che la titolare dell\'agenzia non era in grado neanche di portare avanti l\'attivita\' di intermediazione immobiliare, poichè non iscritta all\'albo della Camera di Commercio. In un secondo momento si è giunti alla conclusione che in diverse altre situazioni la suddetta signora aveva agito come una vera e propria agenzia immobiliare senza averne titolo e usando anche false marche da bollo.


Le indagini ancora in corso dovrebbero quantificare il numero dei casi in cui l\'agenzia ha svolto attivita\' di mediazione abusiva, riscuotendo le quote non spettanti ed ingannando le persone che vi si erano rivolte.






Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 luglio 2008 - 1277 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Maiolati Spontini, stella scarafoni, fiammegialle