La scherma fa esultare Belcecchi, ora l\'acquisto del palazzetto!

fabiano belcecchi 2' di lettura 12/08/2008 - Grande, grande, grandissima. Immensa. La città di Jesi si stringe attorno alla sua pluricampionessa Valentina Vezzali e con lei festeggia il suo terzo alloro olimpico consecutivo.

Un successo sicuramente atteso, perché ovviamente le aspettative erano tante considerati i pronostici della vigilia, ma pur sempre straordinariamente emozionante. Un successo che consegna la campionessa jesina nella storia della scherma e dà alla nostra città l\'ennesimo podio nei giochi olimpici. Dal 1984 gli atleti del Club Scherma Jesi regalano puntualmente medaglie d\'oro all\'Italia ad ogni Olimpiade grazie a questa nobile arte importata dall\'indimenticabile maestro Ezio Triccoli. Per questo, certo di interpretare i sentimenti dell\'intera città desidero come sindaco esprimere a Valentina Vezzali le più vive congratulazioni per questa nuova medaglia d\'oro che conferma, semmai ce ne fosse il bisogno, la sua universale grandezza.


Un caloroso abbraccio a Giovanna Trillini che, alla sua quinta Olimpiade, non è riuscita per un pelo a conquistare l\'ennesima medaglia. Non sono un esperto di questo sport, ma credo ciecamente nell\'onestà sportiva di una atleta esemplare come la Trillini e rivivo quel suo grido di rabbia contro un arbitraggio che non è stato imparziale. Sappia Giovanna che nulla potrà mai cancellare il talento di una campionessa che ha regalato alla città e all\'Italia tutta grandissimi successi e verso cui Jesi mostra sempre un immenso affetto. Nell\'augurare alle due atlete jesine le migliori fortune nella prova di fioretto femminile a squadre in programma sabato prossimo, mi piace ricordare che questo mese di agosto che ci ha regalato l\'ennesima medaglia olimpica si è aperto con la comunicazione ufficiale della Coni Servizi Spa con la quale si accetta la proposta formulata dal Comune di Jesi per l\'acquisto del palascherma di via Solazzi. Una operazione fortemente voluta dall\'Amministrazione comunale e resa possibile grazie alla importante sinergia creata insieme alla Regione Marche, alla Provincia di Ancona, alla Banca Popolare di Ancona e sotto la regia del presidente del Credito Sportivo, lo jesino Andrea Cardinaletti, che tanto si è dato da fare per rendere possibile questa operazione.


Far confluire il palascherma all\'interno del patrimonio del Comune di Jesi e rendere così possibile in futuro gli interventi di manutenzione straordinaria che si rendono necessari, garantisce al Club Scherma un futuro sicuro in un impianto efficiente e funzionale. In tale contesto è importante ricordare che il Comune di Jesi ha stipulato un accordo con la Federscherma nazionale e l\'Università Politecnica delle Marche per un progetto di riqualificazione e valorizzazione del pala scherma ed entro il corrente anno lo stesso progetto sarà portato a conoscenza della collettività, con l\'obiettivo di una condivisione generale nell\'obiettivo di perpetuare nel tempo questa straordinaria affermazione che Jesi, con la scherma, ottiene ad ogni manifestazione olimpica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 agosto 2008 - 1148 letture

In questo articolo si parla di attualità, palazzetto dello sport, scherma, fabiano belcecchi





logoEV