Comunità Montana: un fondo per le imprese dei mestieri tipici

artigianato 2' di lettura 13/08/2008 - \"I contributi sono concessi a nuove imprese artigiane, costituite ed in via di costituzione nel settore dei mestieri artistici tipici, tradizionali come tutela dei Centri storici e aumento dell\'occupazione\". 

La premessa è del presidente della Comunità dell\'Esino Frasassi, Fabrizio Giuliani, che torna a ricordare il fondo destinato alla nascita di nuove imprese nei settori sopra citati. \"Oggi\" è sempre il presidente a parlare \"la Comunità Montana, in virtù di questo atto, ha permesso a due nuove realtà operative a Fabriano, impegnate nelle attività di decorazioni di mobili e sartoria su misura, di ricevere un contributo complessivo di 7.500 euro. Altre due nuove ditte di Fabriano ed una d\'Arcevia - sottolinea - sono entrate nel novero di queste concessioni per il prossimo anno. Possono accedere ai benefici previsti - rileva ancora l\'amministratore - le imprese artigiane, a condizione che siano iscritte nell\'Albo tenuto presso la Camera di Commercio, posseggano i requisiti previsti dai pubblici registri ed abbiano sede operativa nel territorio della C. M. Esino - Frasassi, oltre a non avere un capitale sociale superiore a 50.000 euro. Infine per la concessione definitiva è necessario che l\'impresa sia attiva per almeno due anni\".


Per quanto concerne gli importi \"aumentati rispetto alla previsione iniziale\" aggiunge Giuliani \"i contributi a fondo perduto equivalgono a duemilacinquecento euro per ogni nuova azienda creata, fatto salvo che la cifra sale a cinquemila euro, se la nuova ditta nasce all\'interno dei perimetri dei centri storici. Il Fondo è unico - aggiunge - e le domande saranno soddisfatte nei limiti delle effettive disponibilità del budget di bilancio assegnato. Semplici anche le procedure d\'accesso, in quanto basta presentare alla Comunità Montana, in carta semplice ed entro 90 giorni dalla data della richiesta d\'iscrizione nel Comune sede dell\'impresa, la domanda dove va proposta una breve descrizione del tipo di attività che s\'intende svolgere. Tale documentazione sarà acquisita d\'ufficio. La Ditta dovrà prestare idonea cauzione affinché il contributo possa essere liquidato prima dei 2 anni dalla costituzione. Per altro a quelle che hanno già presentato richiesta di contributo, verrà applicato il regolamento più favorevole\".


Per essere ancor più completo nell\'opera d\'informazione, il presidente, esemplifica alcune attività ammissibili a contributo \"la lavorazione artigianale della carta a mano e della filigrana, l\'abbigliamento, esclusivamente su misura, cuoio e tappezzeria, decoratori ed addobbatori, legno e lavorazione tipica e artistica, metalli comuni e pregiati, restauro, strumenti musicali, tessitura ricamo, vetro, ceramica, lavorazione a mano: paglia vimini e giungo, rilegatura artistica di libri, attività esclusiva di truccatore teatrale, restauro e riparazione di orologi d\'epoca e campanari\".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 agosto 2008 - 1134 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunità montana esino frasassi, _artigianato