Ilaria Ramazzotti: dobbiamo reagire all\'inciviltà

consiglio comunale senigallia 2' di lettura 28/08/2008 - La seduta di martedì del Consiglio Comunale mi ha molto addolorata perché di fronte ad un valore importante come la democrazia, il dialogo, la mediazione, il bene comune, valori per i quali siamo cresciuti, conquistati eraggiunti anche con la vita di tante persone che nel passato sono morti per la libertà di questo Paese, vederli calpestati da un\'arroganza, una violenza che rasenta il rischio di totalitarismi e modi che pensavo non possibili riscontrare in un consiglio comunale.


Sono veramente addolorata, di aver visto calpestati e insultati gli argomenti che dovevano essere discussi e condivisi per il bene di questa città, verso cui una certa parte di questo consiglio non ha alcun interesse e che strumentalizza solo per esprimere la propria arroganza che sono solo segno di un vuoto politico e propositivo che parte di questa minoranza manifesta.


Invito anche i consiglieri di minoranza a dissociarsi da questo modo di fare, a capire gli errori oggi commessi e a capire che certi modi e linguaggi vanno isolati e abbandonati.


Non ci è stato permesso discutere, non ci è stato permesso attivare un processo di confronto anche di modifica di una pratica che riveste un\'importanza enorme per lo sviluppo futuro di questa città.


Ma è importante che tutti i cittadini siano a conoscenza di ciò che oggi è accaduto, di ciò che oggi è stato perso, della volontà di voler calpestare le istituzioni, le regole, la democrazia che sono un valore che nessuno, a maggior ragione chi è delegato dai cittadini, può permettersi di insultare.


E\' stata una giornata di inciviltà di fronte alla quale dobbiamo reagire tutti, perché nessuno possa dire o tentare di di distruggere ciò che ha valore per tutti gli uomini: la democrazia e la libertà.



da Ilaria Ramazzotti
Partito Democratico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 agosto 2008 - 5364 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, ilaria ramazzotti, senigallia, partito democratico


Quando vedo articoli come questo mi prende una tristezza enorme. Penso che Ilaria siede nel seggio consigliare che doveva essere di Fabrizio Chiappetti, che a suo tempo fu costretto a rinunciare per pressioni ricevute dal suo stesso partito.<br />
<br />
Forse Fabrizio non sarebbe andato oltre queste banalità (o forse si) in ogni caso lui avrebbe scritte in ben altra maniera!!!

Vedo che i consiglieri hanno ricevuto l\'ordine di insabbiare e di rigirare la frittata.<br />
<br />
Sono usciti tutti dai loro catafalchi.<br />
<br />
Ma noi abbiamo la prova televisiva.


un volgare esercizio di retorica, il peggiore fra quelli letti oggi

osceni

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ilaria... c\'è un tempo per parlare e un tempo per tacere. Forse se avessi chiesto un consiglio \"esterno\" come al solito, avresti evitato una brutta figura!

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mo\' basta con le dichiarazioni eh! Mi lamentavo a vedere più nomi raggruppati nell\'articolo di Stefano Schiavoni ma ergonomicamente era una soluzione valida.<br />
<br />
Pessimismo e fastidio cynicoblog

occhio di lince

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Infatti sono arrabbiato per primo con Chiappetti.

Mi scusi Consigliera Ramazzotti ma come fa ad affermare che \"...Non ci è stato permesso discutere, non ci è stato permesso attivare un processo di confronto anche di modifica di una pratica che riveste un\'importanza enorme per lo sviluppo futuro di questa città...\"? <br />
<br />
non è forse vero che avete invertito la discussione dei punti all\'o.d.g. anticipando l\'approvazione del Piano?<br />
<br />
se così è mi spiega come si può prima votare, approvare il piano e poi discuterne?<br />
<br />
Lei che può reagisca ad un\'attività amministrativa e politica che ha di fatto ridotto il Consiglio a mero esecutore di ordini che arrivano dall\'alto.<br />
<br />
La verità è che ieri avete impedito la discussione del piano.<br />
<br />
buona giornata<br />

Beh! Buttata così sugli ideali, sui partigiani e sul patriottismo per scansare anche le responsabilità civili della maggioranza, fa ridere e piangere nello stesso tempo.<br />
Una cosa in agrodolce insomma...<br />
<br />
Stanco in vacanza a senigallia

Qui ci vuole qualcuno tecnicamente preparato.<br />
<br />
Ma, mi chiedo, quelle mozioni della minoranza su piazza simoncelli e palazzo gherardi non potevano essere presentate come emendamento al piano cervellati in modo da obbligare il consiglio a discuterle prima dell\'approvazione definitiva del piano?

Caro Melgaco,<br />
<br />
provo a sostituirmio al lavoro che dovrebbero fare i Consiglieri e, navigando sul sito del Comune di Senigallia, ho cercato nel Regolamento che disciplina i lavori del Consiglio Comunale (link: http://www.comune.senigallia.an.it/senigallia/Senigallia/vado_in_comune/atti/regolamenti/6167.html) gli articoli che possono essere utili.<br />
<br />
Art. 13 <br />
Mozione <br />
<br />
La mozione consiste in una concreta proposta di deliberazione attraverso la quale il Consiglio, mediante proprio atto di indirizzo, impegna l’Amministrazione Comunale all’adozione di determinati atti o comportamenti su fatti o problemi riguardanti la comunità locale. <br />
Le mozioni possono essere presentate da uno o più Consiglieri. <br />
La mozione viene iscritta all’ordine del giorno; nel caso vengano presentate più mo-zioni, queste vengono trattate secondo l’ordine cronologico di presentazione. <br />
Per la discussione e votazione della mozione si applicano le medesime disposizioni previste dal presente regolamento per le deliberazioni ordinarie di competenza del Consiglio Comunale. <br />
Qualora, nel corso della discussione della mozione, vengano proposte modificazioni, esse dovranno essere sottoscritte da tutti i suoi originali sottoscrittori presenti in aula.<br />
<br />
Art. 52 <br />
Presentazione di emendamenti e sub emendamenti <br />
<br />
Ciascun Consigliere ha diritto di presentare emendamenti alle proposte iscritte all’ordine del giorno. Costituiscono emendamenti, le modificazioni, integrazioni e parziali sostituzioni della proposta di deliberazione, depositata nella Segreteria Ge-nerale. <br />
Gli emendamenti alle proposte di deliberazione sono presentati per iscritto al Presi-dente del Consiglio prima che la discussione sulle linee generali del provvedimento principale sia dichiarata chiusa. Essi debbono essere formulati in modo da garantire l’unità logica del provvedimento e la sua coerenza tra la premessa ed il dispositivo. Subemendamenti possono essere presentati prima della votazione dell’emendamento principale. <br />
...Omissis...<br />
<br />
probabilmente mi è sfuggito l\'articolo dove si afferma che si può prima votare e poi discutere gli emendamenti.<br />
<br />
buona giornata

Da che mondo e mondo prima si votano i singoli articoli (e gli emendamenti ad essi portati) e poi la legge complessiva (parlo di legge pensando al Parlamento, ma ovviamente qui c\'è da mutare i termini).

Hai ragione Melgaco, la mia frase finale infatti era una battuta.<br />

Primularossa

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV