Ex Colonie Enel: il nuovo polo turistico del futuro

mezza canaja 03/09/2008 - Sorgerà tra le ex colonie Enel (i cui locali sono oggi occupati dal centro sociale autogestito Mezza Canaja) e il parcheggio ex Sicap il nuovo maxi polo turistico del lungomare sud.

Su tre ettari e mezzo di terreno sorgeranno un hotel, un residence e un bar con l\'aggiunta di una fascia litoranea dedicata a ciclisti e pedoni, l\'arrestramento fino alla ferrovia dell\'attuale strada litoranea e la creazione di un maxi parcheggio. È il progetto di riqualificazione delle ex colonie Enel per cui la Giunta ha messo a punto il piano d\'area. E così, insieme alla riqualificazione dell\'area ex Sacelit (che interessa una superficie di 5 ettari), un altro consistente tassello si aggiunge al mosaico che disegna il nuovo volto della Senigallia del futuro.


Il progetto, che doveva essere presentato in commissione consiliare lunedì sera (la seduta è andata deserta per mancanza del numero legale dopo l\'uscita dal Pd di Andrea Bacchiocchi), è illustrato nel dettaglio dall\'assessore all\'urbanistica Maurizio Mangialardi. Su una superficie totale di 6.430 mq dedicata alla ricettività, 4.520 mq sono destinati alle attività turistiche e altri 1.900 mq alle residenze, con la realizzazione di circa 30 appartamenti. Sui 4.500 mq, per 2.500 mq sorgerà un hotel a cinque piani con 45 camere, un residence di quattro piani per 48 appartamenti su 1.650 mq, un ristorante di 250 mq e un bar di altri 120 mq. Ma non solo. Il piano d\'area del nuovo polo turistico, la cui proprietà appartiene alla ITS, una società composta da vari imprenditori locali, sarà dotato anche di infrastrutture e di verde attrezzato. Sono previsti infatti anche 6.600 mq di parcheggi, con la possibilità di destinare altri 2.600 mq alla creazione di un parcheggio multipiano, e 3.750 mq alle aree verdi. Rivoluzionata completamente anche la fascia costiera compresa tra le ex colonie Enel e l\'attuale parcheggio ex Sicap. Le auto infatti scompariranno dal lungomare, che diventerà esclusivo appannaggio di biciclette e pedoni, per essere \"dirottate\" su una nuova strada che nascerà tra la ferrovia e il lungomare stesso.


\"Stiamo parlando di un grande progetto di riqualificazione turistico-ricettiva con indici di edificabilità molto bassi (pari allo 0,33%) che salvaguarda la fascia costiera con l\'arretramento dell\'attuale strada del lungomare fino alla ferrovia e con la creazione di percorsi pedonali e ciclabili -spiega l\'assessore all\'urbanistica Maurizio Mangialardi- con questo progetto sarà valorizzato di più il lungomare e l\'ambiente, oltre ovviamente all\'impatto sulla funzionare turistico-ricettiva\". Una volta approvato il piano d\'area, di iniziativa pubblica, la palla passa al privato con il piano attuativo e il piano di lottizzazione che spettano al soggetto attuatore (e dunque alla proprietà). \"Parliamo di un piano d\'area che interessa una vasta area del lungomare Da Vinci pensato in piena armonia con le indicazioni che arrivano dal prg -aggiunge Mangialardi- prg già modificato dalla variante delle zone costiere che a suo tempo ridusse gli indici di edificabilità e divise la costa per comparti\".






Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 settembre 2008 - 6267 letture

In questo articolo si parla di attualità, mezza canaja, giulia mancinelli


E\' previsto anche il proseguo di via Rieti che si innesterà sul lungomare arretrato a fianco della ferrovia? Grazie a chi mi vorrà rispondere.<br />

L\'occupazione oltre il termine consentito delle ex colonie dell\'Enel da parte del Centro Sociale MEZZA CANAJA ha poi avuto come conseguenza la penale che la proprietà aveva stabilito nel contratto? In caso affermativo, da chi sarà pagata? Dal centro sociale o dal Comune?<br />
Grazie a chi saprà rispondermi.

Stefano

Lo splendido edificio coloniale, oggi orrendamente deturpato dalla presenza del CSA, sarà demolito o semplicemente ristrutturato?

Le trovate proprio tutte per cacciare quei ragazzi!!!!

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

turista

Come si fa a far scomparire il lungomare per far posto ad un polo turistico? avete uno dei lungomari piu lunghi e belli della costa marchigiana che senso ha interromperlo? Certo che a Senigallia per rovinare il paesaggio fare di tutto, spero che qualche citatdino si ribelli e magari raccolga le firme per impedire questo nuovo scempio

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Se il Comune non parla con lingua biforcuta, solo il traffico veeicolare viene deviato, per un breve tratto, dietro ai fabbricati. Il lungomare resta quello, solo diventa una passeggiata pedonale. Purchè non si trasformi nel giardino privato degli hotel/appartamenti.<br />
Riguardo il post del lettore sull\'edificio ex enel. A Livorno hanno demolito un cinema d\'epoca di architettura futurista per farci un parcheggio. Come sostengo da anni, sarebbe la destinazione ideale per la nostra Fenice.<br />
Riguardo il nostro litorale in genere, date un\'occhiata a cosa faranno a Rimini. L\'hanno studiata dieci anni, ma diventerà uno spettacolo mondiale. Da noi va di moda lo spezzatino...<br />

Purtroppo non ancora, tra la fine di via rieti e l\'area del progetto c\'e un terreno del comune dove oggi ci sono il minigolf e altri operatori che una volta stavano sulla spiaggia, occorrerebbe trovare una altra sistemazione per tutti questi, ma non credo sia una ipotesi irrealizzabile, anzi.

gli edifici coloniali sono a new orleans, a cuba e da altre parti, quelle sono colonie marine degli anni 30/50

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Insomma, in teoria niente ancora polo turistico: basta una sola persona che va a vivere negli appartamenti residenziali e che non vuole i rumore (o più rumore del solito) per avere la solita tiritera di gente che si lamenta.<br />
Va là si prevedono appartamenti, vista la sitazione, ma...<br />
Piuttosto: saranno a canone o a locazione a prezzo concordato?

Valà, saranno i soliti mini-appartamenti di 55 m2 destinati al miglior offerente. Altrimenti dov\'è il guadagno?

alessandro

non entro nel merito del progetto, ti dico solo questo: come puoi affermare delle calunnie del genere nei confronti dei ragazzi del mezzacanaja? quel posto prima che entrassero loro, era un buco nero nella città, dove succedeva di tutto: dormitorio clandestino, rifugio di spaccio e di consumo di eroina, condizioni igieniche tragiche, liquami oltre il piano della strada... chi ci è entrato lo sa bene quello che succedeva dentro; soprattutto i ragazzi del mezzacanaja sanno quello che hanno dovuto bonificare. <br />
puoi essere o non essere d\'accordo con le loro idee, ma non puoi in nessun modo affermare quanto dici:oggi li dentro c\'è aggregazione sociale e giovanile, prima solo sangue coltelli eroina malattie e invisibilità.<br />
tra l\'altro la facciata che non piace a nessuno è di un artista di fama internazionale, che ora espone alla tate modern di londra...<br />
ma evidentemente come al solito vale il detto: i sudditi sono più realisti del re...non è un caso che un politico accorto come Alemanno a Roma, noto ex-fascista tra l\'altro, ha riconosciuto il ruolo assistenziale che compiono i centri sociali: feste accessibili e, in generale, cultura accessibile per molti, con le loro iniziative a basso prezzo. non è nemmeno un caso l\'accortezza dei politici senigalliesi nel riconoscere la capacità che ha il mezzacanaja di diversificare l\'offerta turistica della città, diversa da un certo modello rivierolo e accessibile a molti ragazzi precari.<br />
ma questi forse sono ragionamenti troppo fini per gli schiamazzi che compaiono a margine degli articoli di questo sito.

\"non entro nel merito del progetto, ti dico solo questo: come puoi affermare delle calunnie del genere nei confronti dei ragazzi del mezzacanaja? quel posto prima che entrassero loro, era un buco nero nella città, dove succedeva di tutto: dormitorio clandestino, rifugio di spaccio e di consumo di eroina, condizioni igieniche tragiche, liquami oltre il piano della strada... \"<br />
<br />
tutto quello che c\'è adesso solo che invece di essere gialla ha dei pupazzi disegnati sotto effetto di trip ed inoltre tutta questa cosa è legalizzata dal comune che sa tutto<br />

Ma come mai adesso che il PCI è tornato a governare l\'urbanistica con il futuro candidato a sindaco si ricomincia a costruire?

Senigaliese doc

Commento sconsigliato, leggilo comunque

inutiletantononcisentono

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il PCI non esiste più da 20anni Mimma...<br />
Al resto ci ha pensato l\'invisibile Veltroni con il suo voto utile...<br />
Ridateci la festa dell\' Unità.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ma fammi il piacere!Vorresti dire che là dentro non circolano più droghe? Alcool? Festini fino al mattino?Ma tu ci eri mai andato prima?Credo proprio di no,io vivo nella zona da sempre,Mai stato uno schifo del genere.<br />
Adesso per colpa dello scambio di favori voglio proprio vedere cosa ne verrà fuori,in ogni caso l\'unica nota positiva è che i \"ragazzi\" figli di papà del mezza vengano fatti sloggiare......<br />
<br />
Sorvolando,poi,sull\'artista \"internazionale\"......<br />
come fai a parlare di \"diversificazione dell\'offerta turistica\":il cso è per caso un\'attività commerciale? Non mi risulta che paghino tasse e siano in regola con i permessi che tutti i locali DEVONO avere.<br />
Per finire gli unici schiamazzi in circolazione sono quelli che si sentono provenire da lì.<br />
I politici senigalliesi che ne riconoscono le capacità sono quelli a cui fa comodo sfruttare la situazione.

Poverini,dove andranno a far danni? A casa loro?Magari.......