Interporto: tre milioni di euro per l\'armamento ferroviario

1' di lettura 30/10/2008 - Firma a tre presso il Ministero delle Infrastrutture tra Interporto Marche, Regione Marche e Ministero stesso per lo stanziamento di 3 milioni di euro per la realizzazione dell\'armamento ferroviario.

Firma a tre presso il Ministero delle Infrastrutture tra Interporto Marche (il presidente Roberto Pesaresi), Regione Marche (il dirigente del servizio trasporti arch. Paolo Pasquini) e Ministero stesso (il direttore generale dott. Luciano Novella) per lo stanziamento di 3 milioni di euro per la realizzazione dell\'armamento ferroviario – seconda fase che consentirà ai treni-blocco dal centro intermodale della vallesina di instradarsi, in modo diretto e automatico senza lo scambio manuale inizialmente previsto, sulla linea ferroviaria Orte-Falconara. Si tratta dell\'utilizzo dei finanziamenti stabiliti dall\'art.1 comma 1044 della legge 296/2006 per l\'eliminazione delle criticità del sistema logistico, il cosiddetto decreto sui “colli di bottiglia”.



Dopo l\'aumento di capitale sociale deliberato dall\'assemblea dei soci di Interporto Marche spa da 6.641.952 milioni a 15.883.543 milioni di euro, “questo ulteriore accordo – ha detto Roberto Pesaresi presidente di Interporto Marche spa - consente di affrontare in modo più puntuale il programma di mandato che consta anche sull\'avvio dell\'attività intermodale entro il 2009 con l\'arrivo/partenza dei primi treni-blocco in interporto e che potrà contare subito dopo di questa grande e determinante opportunità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 ottobre 2008 - 1202 letture

In questo articolo si parla di attualità, interporto, jesi





logoEV