Nuova antenna al centro di Tennis Tavolo, le rassicurazioni di Ceresoni

3' di lettura 06/11/2008 - Botta e risposta tra un cittadino che ha scritto al vice sindaco e Simone Ceresoni sull\'installazione di una nuova antenna della Nokia presso il centro di tennis tavolo.

\"Gentile Vice Sindaco, ho notato che vicino alla pista ciclabile che inizia al Centro Olimpico Tennis Tavolo di Via Molinello è stata installata una nuova antenna per telefonini della Nokia. La piantumazione effettuata dal comune, la posa di panchine di legno e la realizzazione della montagnola simile a quella del parco della Pace mi ha fatto pensare che quell\'area sarebbe stata destinata alla realizzazione del parco della Cesanella. Faccio presente che nell\'area Bucci è installata un\'altra antenna simile già da tempo. A parte l\'impatto visivo orribile di queste due antenne, la cosa che preoccupa è l\'emissione di onde elettromagnetiche e l\'effetto sulla salute di chi abita vicino.


Lei manderebbe i suoi figli a giocare il quel presumibile parco? E\' vero che la Terra è ingabbiata nel campo di onde elettromagnetiche; basta pensare ai numerosi satelliti che ci sono sopra le nostre teste. La stessa Terra ha un capo elettromagnetico di fondo. Non mi voglio addentrare in campo tecnico perchè la discussione sarebbe lunga e la documentazione a riguardo è notevole. Potrei sapere se possiamo stare tranquilli e se le emissioni sono al di sotto del valore di 6 V/m prescritto dalla Legge. L\'ARPA che cosa ha detto? Le misurazioni sono state effettuateo saranno effettuate? In attesa di un suo cortese riscontro le porgo cordiali saluti\".


Questa la replica di Simone Ceresoni.
\"Gentile Signore, la ringrazio per i quesiti che ha posto e ai quali cercherò di dare brevi risposte. La questione delle antenne a servizio della telefonia mobile è una materia normata a livello nazionale e regionale. Al comune spetta di redigere un piano. Questo atto di programmazone è stato votato dal consiglio comunale di Senigallia avendo a cuore la salute pubblica di tutti i cittadini. Per la verità la nostra città è una delle poche (nella nostra regione) ad aver svolto questa opera. Per quanto riguarda il piano esso è orientato al principio di precauzione, per questo abbiamo scelto di usare siti di proprietà comunale (che permettono un controllo molto più forte da parte dell\'amministrazione comunale) e collocati a distanze quanto più alte da residenze e abitazioni. Nel caso dell\'impianto in questione lo stesso non è un nuovo impianto, ma è un\'antenna che sostituisce quella già presente da anni nel sito delle autolinee bucci, che in questi giorni, come vedrà, è in corso di smantellamento.


Il luogo scelto è di proprietà comunale per le motivazioni sopra descritte ed è distante da tutta una serie di edifici - lottizzazione minardi - che per loro altezza e collocazione erano posizionati motlo vicini alle antenne radianti del vecchio impianto. Rispetto alla sua abitazione, in via Bramante, la distanza è superiore ai 200 metri, misura di garanzia. Il progetto è corredato dai relativi pareri Arpam e Asur, che ne attestano la legittimità e che i valori di esposizione della popolazione ai campi di elettromagnetismo sono al di sotto dei limiti di legge (6 volt/metro). Per ciò che rigurada le misurazioni, nel corso di qualche tempo, faremo un indagine tramite Arpam e se lei mi potesse dare la disponibilità potremo fare una verifica dei livelli di esposizione presenti nella sua abitazione. Se vuole comunque potremo vederci per un appuntamento e parlare di tutto ciò in modo più approfondito. Attendo suo riscontro. Grazie Simone Ceresoni\".


da Enzo Mandolini
cittadino senigalliese




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 novembre 2008 - 2758 letture

In questo articolo si parla di attualità, Enzo Mandolini


Certo che sono sicure le antenne, non penserete che qualcuno metta l\'interesse prima della salute dei cittadini? <br />
Se ancora aspettate che qualcuno faccia i vostri interessi è ora che vi svegliate cari miei, se non volete le antenne o altre schifezze del genere smettete di comprare un telefonino nuovo ogni mese, azi smettete proprio di usarli, fino a pochi anni fa nessuno li usava e si viveva lo stesso. <br />
l\'unica vera arma che abbiamo è boicottare, far fallire economicamente tutto quello che non vogliamo perchè è solo quello che conta e detta legge, i soldi, niente soldi niente Nokia e niente antenna.

Il comitato Cesanella - Vivere Verde, dov\'è?!?!?<br />
<br />
Buttiamo via tutti i cellulari, si vive meglio!

http://www.senigallia-italy.it/images/stories/verdimsolazzi1.jpg




logoEV