Maiolati: la fornace di Moie una fucina del sapere

08/11/2008 - Una struttura innovativa,capace di guardare al futuro e di specializzarsi sempre piu’nei nuovi linguaggi multimediali. E’ cosi’che si sta proponendo al pubblico la biblioteca “La Fornace”,realizzata nel centro culturale “eFFeMMe23”di Moie.

La struttura e’ stata inaugurata il primo dicembre del 2007,diventando in pochi mesi un punto di riferimento culturale e aggregativo.Il complesso e’ stato realizzato dai ruderi dell’ex fornace di laterizi,diventata ora una fabbrica di sapere .Il nome del centro culturale,eFFeMMe23,e’ l’acronimo di Fornace di Moie. Il numero e’ l’elemento storico di collegamento tra passato e presente : 23 e’ il 1923, la data in cui la fornace, considerata una delle piu’ importanti delle Marche, viene organizzata in maniera industriale e dotata del famoso forno Hoffmann, ma 23 e’ anche il numero civico dell’intera area.


Nell’edificio dell’ex fornace sono stati ricavati la biblioteca ,il caffe’ letterario,l’informagiovani,una sala riunioni intitolata a “Joyce Lussu”, il centro documentazione del gruppo solidarieta’ .Nello stesso complesso, inoltre, sono ospitate la delegazione comunale , la sede dell’Unione dei comuni della media Vallesina e quella del Cis. Il centro eFFeMMe23 biblioteca e’ diventato per i cittadini una buona abitudine quotidiana:un luogo dove studiare o lavorare, prendere un cappuccino e una fetta di torta al Caffe’ letterario,consultare la Gazzetta dei Concorsi all’informagiovani ,leggere il giornale,sfogliare il best seller nella zona novita’ della biblioteca,scaricare un cd,prendere in prestito un dvd per vedere un film, navigare in Internet anche in modalità’ Wireless,sentire musica dal vivo,assistere alla presentazione di un libro. Insomma ,un luogo di incontro per grandi e piccoli,grazie alla sezione a loro dedicata. La biblioteca in questi mesi ha ospitato diverse iniziative che hanno visto come protagonisti scrittori come Dacia Maraini,artisti come Roberto Vecchioni,musicisti come Povia e Marco Poeta o giornalisti come Franco Di Mare. Sono in corso diversi progetti ed iniziative ,che prevedono aperture straordinarie della struttura anche nei fine settimana.


Nel prossimo fine settimana sara\' presente al tempio della cultura di Moie uno dei filosofi piu\' conosciuti in Italia e apprezzati a livello internazionale Umberto Galimberti.Weekend in biblioteca e\' il titolo dell\'evento,che andra\' in scena da venerdi 7 a domenica 9 novembre.Ad aprire la manifestazione incentrata sui temi della filosofia,dell\'arte,della poesia e della musica,sara\' venerdi 7 novembre alle ore 21 propio Galimberti,che terra\' una conferenza sul tema \"il corpo in occidente\".Sabato 8 novembre si terra\' il recital di Isabella Carloni dal titolo \"la radice delle cose\".Seguira\' un momento musicale dedicato a Joyce Lussu animato dal contrabbasso di Giordano Pietroni.Domenica 9 novembre la biblioteca sara\' aperta dalle ore 16 alle 18,30 con tutti i servizi a disposizione degli utenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 novembre 2008 - 1868 letture

In questo articolo si parla di attualità, Maiolati Spontini, biblioteca moie, Daniele Guerro