Aguzzi interviene sul problema delle liste d\'attesa

ospedale 09/11/2008 - Le liste d\'attesa in ospedale rappresentano da sempre una problematica complessa e difficile da risolvere, anche perché si è visto che non basta aumentare l\'offerta per ottenere automaticamente una riduzione dei tempi. E pur tuttavia l\'annullamento o la riduzione delle liste di attesa in tempi accettabili sono un obiettivo fondamentale di una sanità pubblica che deve essere sempre migliore ed efficace.

Siamo certi che la Zona Territoriale di Jesi dell\'Asur affronta quotidianamente con impegno questo tema e cerca di dare le migliori soluzioni, anche progettuali, dal punto di vista organizzativo e tecnico. Occorre però anche un ulteriore sforzo culturale per sintonizzare e rafforzare il rapporto tra medici di base, medici ospedalieri, poliambulatoriali e specialisti, affinché si possano individuare insieme priorità e metodologie, unitamente all\'utilizzo di risorse all\'avanguardia e di reti tecnologiche.

In che modo? Penso ad esempio alla necessità di un utilizzo pieno delle attrezzature e ad una sempre più forte condivisione sulla valutazione delle urgenze, dei controlli e degli interventi di routine ed a tutte quelle iniziative da costruire insieme che mirino anche a ri-orientare la domanda. D\'altra parte tutto questo è perfettamente e coerentemente in linea - anzi, conditio sine qua non - con il nuovo modello ospedaliero che nascerà a Jesi, dove si vuole praticare una sanità pubblica centrata sui bisogni della persona, attenta al recupero dell\'efficienza, capace di collegare i servizi ospedalieri e quelli territoriali e di base.

È questo uno dei concetti che sta alla base della costituenda casa della salute, sfida importante ed unica, che va costruita in sinergia tra sanità e territorio. Su questo percorso l\'assessorato ai servizi sociali, e con esso l\'Amministrazione comunale di Jesi, è pronto a dare il proprio contributo coinvolgendo anche gli altri Comuni della Vallesina e l\'assessorato regionale alla sanità, affinché le istituzioni possano essere di supporto per le scelte necessarie e strategiche che si andranno a compiere.

da Bruna Aguzzi
Assessore servizi alla persona e allo sport




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 novembre 2008 - 1566 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, comune jesi, bruna aguzzi