Ex Sadam, Santinelli: Il sindacato sta sbagliando

2' di lettura 13/11/2008 - \"La Cgil e la Cisl contestano le forze politiche in merito alla riconversione industriale della Sadam come appare su articoli della stampa locale\".

È condivisibile la posizione del sindacato nel ribadire che il Consiglio Comunale deve decidere e che ciascuno deve assumersi le responsabilità di propria competenza, operando con trasparenza e senza indugi, ma il ruolo del Sindacato è ben diverso da quello del Consiglio Comunale. Nella realtà industriale del settore saccarifero, caratterizzato per lo più da una forte presenza di dipendenti stagionali, il Sindacato dovrebbe tutelare i diritti di tutti i lavoratori ed in particolar modo delle fasce più deboli.



Il Consiglio Comunale è un organo istituzionale che, insieme al Sindaco, ha il dovere di assumere decisioni responsabili, nel rispetto delle regole, non solo per il bene di pochi ma salvaguardando, o cercando di farlo, tutti i cittadini. Un sindacato che scarica le proprie responsabilità, accusando di fallimento politico il Consiglio Comunale, non opera in linea con la propria missione ma fa demagogia. Il sindacato, per essere rappresentativo della fascia dei lavoratori, non solo dovrebbe evitare di attaccare il Consiglio Comunale ma addirittura dovrebbe condividere con lo stesso la necessità di avere al più presto, da parte della Sadam, un piano di riconversione industriale da presentare all’Arpam, alla Commissione Tecnica Scientifica e alla Commissione Politica, per consentire sia al Consiglio Comunale che alla Giunta di valutare, responsabilmente, la possibilità di dare il proprio parere favorevole sulla riconversione industriale della Sadam prima del voto in aula.



Dopo le dichiarazioni fatte sui giornali dal Sindaco Fabiano Belcecchi circa la necessità di accelerare i tempi per la sottoscrizione dell’accordo con la Sadam a tutela della cassa integrazione straordinaria per 147 dipendenti, si deve ricordare allo stesso, pur animato da buoni propositi che ben si addicono ad un ex-sindacalista, che egli da sei anni è il Sindaco di 40 mila concittadini e che certe scelte potrebbero avere ripercussioni anche su tutta la Vallesina.



La CIGS, strumentalizzata dal Sindacato e fatta pesare come la spada di Damocle sulla testa dei dipendenti della Sadam, in effetti, può essere rinnovata indipendentemente dalla firma dell‘accordo di riconversione e dalla continuazione delle attività produttive: la sua durata potrebbe essere addirittura di due anni, prorogabili per altri due (fonti INPS). Valutare e riflettere prima di prendere una decisione importante è dunque doveroso, e questa è la linea, condivisa, di Alleanza Nazionale.


da Cesare Santinelli
Consigliere Comunale PdL





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 novembre 2008 - 1268 letture

In questo articolo si parla di politica, alleanza nazionale, Cesare Santinelli





logoEV