Aereo si schianta su una casa, morto il pilota senigalliese Stefano Rosa

Stefano Rosa 2' di lettura 21/11/2008 - E\' senigalliese il pilota alla guida del Siai Marchetti Sf che giovedì mattina si è schiantato contro un\'abitazione a Rozzampia di Thiene, in provincia di Vicenza. La vittima è Stefano Rosa, 47 anni, nato a Senigallia (Ancona) e residente a Gradiscutta di Varno (Udine).

L\'aereo precipitato, un Siae Marchetti 260 (aereo di addestramento degli anni \'60), era impegnato in una serie di acrobazie, nell\'ambito di alcune esercitazioni di volo, a circa 300 metri dalla pista di atterraggio. All\'improvviso, per cause in corso di accertamento, è andato a finire contro il piano superiore della casa di un gruppo di quattro villette a schiera. L\'aereo ha squarciato il muro esterno dell\'abitazione entrando con il muso all\'interno della camera da letto di una 13enne che fortunatamente giovedì mattina era a scuola. Al momento dell\'incidente, il proprietario dell\'abitazione, Daniele Del Santo, un poliziotto, si trovava nel garage e ha solo sentito un forte botto, mentre la moglie Valeria Ialongo pare si trovasse in una stanza al piano terra. Il velivolo ha preso fuoco e il pilota è morto carbonizzato. I vigili del fuoco sono riusciti a spegnere l\'incendio prima che le fiamme si propagassero all\'abitazione l\'abitazione. L\'aereo e la villetta sono stati posti sotto sequestro. Sul luogo dell\'incidente sono intervenuti anche i carabinieri di Thiene e il personale dell\'Enac.


Stefano Rosa, ex pilota delle Frecce Tricolori, passato alla pattuglia acrobatica Breitling Devils, con altri tre piloti aveva appena finito di provare alcune figure acrobatiche per una prossima manifestazione. I quattro erano scesi all\'aeroporto Ferrarin di Thiene (Vicenza). Rosa, però, era subito risalito per allenarsi un altro po\' da solo. Secondo le testimonianze, l\'aereo si trovava con l\'ala inclinata, a bassa quota, quando si è schiantato contro la villetta a schiera. Stefano Rosa aveva la passione del volo nelle vene. Per anni era stato pilota delle Frecce Tricolore e anche dopo la fine della sua esperienza a servizio della pattuglia acrobatica dell\'aeronautica, non aveva mai voluto smettere di volare. Era nato a Senigallia 47 anni fa ma fin da giovanissimo la sua carriera nell\'aeronautica lo aveva portato via dalla spiaggia di velluto. Trasferitosi a Vicenza, aveva frequentato il corso dell\'aeronautica passando poi nelle frecce Tricolore. Le sue acrobazie, dal 1987 al 1994, sono ricordate anche a Senigallia. In quegli anni infatti quasi ogni estate le frecce Tricolore sorvolavano i cieli della città. Dall\'Aeronautica militare, il comandante Rosa era passato alla pattuglia acrobatica Breitling Devils, una flotta di 5 aerei con 8 piloti, di cui Stefano era il solista e gregario sinistro alternato. Contemporaneamente Rosa era anche addestratore dei piloti della compagnia aerea Livingston Air.


Dopo la tragedia di giovedì il sindaco di Thiene Marita Busetti ha emesso un\'ordinanza che vieta i voli acrobatici. Due giorni fa i residenti di Rozzampia avevano incontrato il sindaco per protestare contro i voli bassi e le esibizioni degli aerei che decollavano dall\'aeroporto Ferrarin.









Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 novembre 2008 - 3148 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, stefano rosa


ciao Stefano il volo era e<br />
sara\' sempre il tuo credo.<br />
<br />
ora vola alto

Jessica Miglioranza

ciao STefano,<br />
ti ricordo con immenso affetto quando ci preparavamo per i voli e ci regalavi uno dei tuoi bellissimi sorrisi....hai sempre creduto nell\'aviazione e ora affronti il tuo volo piu\' importante....<br />
Vola sereno Stefano.<br />
Con tanto affetto e tanta tristezza nel cuore.<br />
Jessica

Anonimo

Off-topic

voerai semprenei nostri cuori tutta via puccini senigallia

franco

volerai sempre nei nostri cuori datutta via puccini senigallia

Andrea

Ciao Stefano,<br />
http://pollicino.blogosfere.it/2008/11/lultimo-volo-di-stefano.html<br />

Andrea

Off-topic

Ciao Stefano, il mio ricordo qui:<br />
http://pollicino.blogosfere.it/2008/11/lultimo-volo-di-stefano.html<br />

rossana marino

Ho conosciuto Stefano a Napoli, quando era in Accademia, fra tutti i suoi amici era senz\'altro quello con una marcia in più. Ma perche volano via sempre i migliori? Un saluto Rossana

Sono profondamente dispiaciuto per la morte di Stefano Rosa perchè i piloti che ho conosciuto nel mio anno di militare in aeronautica sono sempre stati ,tra i militari, quelli che erano sospinti da una vera ed autentica passione.<br />
Vorrei però per un attimo sollevare il problema dei voli a bassa quota e delle evoluzioni in cielo non in zone di sicurezza.<br />
Se un automobilista ha un malore c\'è un incidente stradale, se un pilota di caccia o di aerei acrobatici ha un malore potrebbero scapparci decine di morti.<br />

Francesco

Ciao Stefano<br />
ti ho incrociato qualche volta a Rivolto quando ero<br />
Carabiniere della base di Aviano, ti ricordo molto disponibile e cortese.<br />
<br />
Vola sempre alto nel cielo<br />

Paolo - FTC Milano 06

Ciao Stefano, ora il cielo che tanto amavi è divenuto la Tua casa e certo seguiterai a volteggiare sopra di noi fino a quando, un giorno, ci ritroveremo e Tu sarai ancora e sempre pronto con il Tuo sorriso che accompagna il Tuo sempre cordiale saluto. Arrivederci, Pilota Vero! Paolo

Giuseppe Verdini

Ciao Stefano ti ricorderò sempre come quando passavi sopra casa con il tuo Tornado per salutarci e regalarci per un momento felice. Eri sempre sereno , sorridente e disponibile, ora volerai per sempre nel tuo cielo che amavi tantissimo. Ti ricorderò per sempre nel cuore, ciao e buon viaggio. Giuseppe

Giuseppe Verdini

Ciao pilota ora volerai per sempre nel tuo cielo che amavi tantissimo, il tuo ricordo è ancora vivo e presente come quando passavi da casa con il tuo tornado e facevi le tue acrobazie.Ora fa la tua più importante figura al cospetto di Dio e da lassù proteggici. Ciao Giuseppe

Anonimo

ciao Stefano........ un saluto voglio mandartelo,anche se non ho mai avuto la fortuna di conoscerti di persona ma ho sempre ammirato tutti i piloti,specialmente quelli delle frecce tricolori.......mi siete sempre sfrecciati sopra la testa e non mi stancherò mai di vederle sfrecciare. ciao vola libero come hai sempre fatto.

Anonimo

ciao ste<br />
mi manchi tanto.<br />




logoEV