L\'ombra del dolo dietro all\'esplosione al mercato coperto

30/12/2008 - Sarebbe di origine dolosa l\'esplosione verificatasi domenica mattina all\'interno del mercato ortofrutticolo di via Nazario Sauro e che ha provocato l\'incendio che ha distrutto parte dei banchi del marcato coperto.

Sulla vincenda sta indagando la polizia che ha chiesto anche l\'intervento della Scientifica. Intorno alle 13.30 di domenica un forte boato è stato avvertito dai residenti della zona provenire dall\'interno del mercato ortofrutticolo che era, dato il giorno festivo, chiuso. All\'esplosione, originatasi dal box di V.M., una commerciante di prodotti agricoli di origini napoletane, ha fatto seguito un incendio che ha distrutto oltre al box anche il banco adiacente e danneggianto la merce che si trovava negli altri box limitrofi.


Secondo gli investigatori l\'origine della deflagrazione sarebbe dolosa dal momento che all\'interno del mercato coperto non c\'era nulla di pericoloso. Solo una stufetta elettrica che però aveva la spina staccata. Ma non solo. Una delle porte secondarie di accesso è stata trovata aperta. Coincidenza o una traccia lasciata dalla mano che ha provocato l\'esplosione? A questa domanda stanno ora cercando di dare una risposta gli investigatori.





Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 dicembre 2008 - 1282 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli