Chester: lungo l\'autostrada a bordo di un calesse

3' di lettura 05/01/2009 -

CHESTER — Un gruppo di nomadi ha causato grande caos sull\'autostrada quando, ubriachi, hanno guidato un cavallo con calesse su una corsia dell\'autostrada.



La polizia, per scortare l\'insolito mezzo di trasporto fuori della carreggiata, ha dovuto far rallentare tutte le macchine che transitavano e deviarle in una sola corsia. E mentre i conducenti delle numerose autovetture perdevano la pazienza davanti a quell\'andatura forzata, i due ragazzi salutavano allegramente.

Inoltre, uno dei due responsabili, Billy Ethul Evans, 28 anni, del campo d\'accoglienza di Marsh Lane, ha aggredito tre pubblici ufficiali e per questo è stato condannato a 20 settimane di carcere.

Il sergente Mark Ellershaw della North West Motorway Police, ha così commentato l\'accaduto: \"Sull\'autostrada le macchine circolano fino a 100 chilometri orari. Un cavallo e un calesse potrebbero causare un disastro inimmaginabile. È stata pura fortuna che nessuna macchina o camion li abbia colpiti. Se un veicolo li avesse urtati da dietro non avrebbero avuto scampo\".

L\'avvocato dell\'accusa Carolyne Vivian ha illustrato alla stampa l\'accaduto: \"Alle 11.20 della sera, provenendo da est tra il raccordo 12 e 14, gli agenti si sono imbattuti in un calesse trainato da un cavallo senza nessuna luce e con a bordo due uomini. I poliziotti hanno ordinato loro di fermarsi, ma i due, ridendo e salutando, hanno continuato imperterriti il loro percorso alla velocità di 20 chilometri orari. Ad un certo punto, Billy Evans è addirittura caduto dal calesse e lo hai poi rincorso per risalirci sopra\".

La loro \"passeggiata\" si è bruscamente interrotta ad Elton, quando con il calesse hanno tamponato una macchina parcheggiata in un\'area di servizio dove i due uomini si erano recati. Entrambi hanno poi cercato la fuga correndo verso i campi circostanti. Evans è stato trovato sotto un cespuglio e, al momento dell\'arresto da parte degli agenti, ha reagito colpendo i poliziotti con dei pugni in faccia.

L\'avvocato difensore Tariq Hussain, ha commentato così l\'arresto del suo cliente: \"Il Signor Evans è totalmente pentito per quello che è avvenuto e si vergogna di ciò che ha fatto. Le persone fanno strane cose quando sono sotto l\'effetto dell\'alcool e hanno difficoltà a credere di aver commesso quelle cose. Il riconoscere le proprie colpe è quindi un passo decisamente importante\".

Billy Evans, sposato e con due figli, sconterà 20 settimane in carcere, 14 per ogni aggressione, senza nessun capo d\'accusa aggiunto per aver guidato un cavallo sull\'autostrada.

Il magistrato Michael Perkins ha detto: \"Deve esser sembrato divertente guidare in stato d\'ebrezza un cavallo e un calesse lungo l\'autostrada. Ma noi non lo vediamo in questa maniera: questo gioco poteva rivelarsi più pericoloso e fatale di quello che è stato\".

Tutti i dati e le citazioni sono stati presi dall\'articolo: \"Gypsies take horse and cart on M56 near Frodsham\" di Paul Mannion, Chester Chronicle, 2/01/2009.






Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 05 gennaio 2009 - 6132 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chester, isabella agostinelli


Pubblichiamo notizie di Chester una volta alla settimana perché è una delle tre città gemellate con Senigallia. Stiamo cercando di organizzarci anche per Lörrach e Sens.

Isabella Agostinelli

mea culpa....in questo articolo ho dimenticato di mettere tra parentesi Regno Unito come invece di solito e\' indicato in tutti gli altri articoli. Comunque Chester e\' la citta\' piu\' importante della omonima contea Chestershire, poco distante da Liverpool.

Questa Chester mi sembra una puntata del telefilm della signora in giallo... succede sempre qualcosa di strano... Ma come è possibile? Cioè è improbabile che in una città (o metropoli o cittadina non conosco il posto) succedano tutti sti casotti...<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Diciamo che seleziono le notizie piu\' curiose...normalmente preferisco le notizie di natura turistica, ma quando accadono cose uniche nel loro genere, la tentazione e\' troppa. Comunque, credimi, sono tutte reali. Se conosci bene l\'inglese puoi leggere anche l\'articolo in versione originale sul sito del \"Chester Chronicle\".<br />

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ovviamente potrei controllare in pochissimi secondi data la mia padronanza della lingua inglese... Ma mi fido ciecamente :-D<br />
<br />
Alberto Bartozzi




logoEV