Mangialardi sulle Piramidi: no al completamento

maurizio mangialardi 17/01/2009 - Con riferimento alla discussione aperta negli ultimi giorni nella nostra città in merito al completamento delle Piramidi, non posso che allinearmi a quanto espresso recentemente dal Segretario dei Verdi.

L’attuale Amministrazione ha sempre riposto particolare attenzione a uno sviluppo armonico del territorio che deve essere programmato con grande attenzione. Da questo punto di vista è evidente che il complesso delle Piramidi rappresenta un insediamento strettamente legato a un periodo storico nel quale le sensibilità risultavano evidentemente diverse, mentre oggi tale intervento non rientra nei canoni di quella sostenibilità che stiamo perseguendo e non può dunque essere reiterato in alcuna modalità.


Si aggiunga a questo l’ulteriore considerazione che nel nostro territorio vige attualmente uno strumento urbanistico votato dal Consiglio Comunale, dopo essere stato regolarmente approvato in tutti i suoi passaggi, e che non può certo in questo momento essere rimesso in discussione.


da Maurizio Mangialardi
assessore alle Infrastrutture e Urbanistica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 17 gennaio 2009 - 4680 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica


Ill.mo assessore mi permetta un suggerimento:<br />
faccia fare alle piramidi la stessa fine di \"punta perotti\" a Bari.<br />
<br />
Distrugga, cancelli quella schifezza che offende il decoro e la vista e sostituisca il tutto con una bella area verde vicino al mare.<br />
<br />
I suoi concittadini le saranno grati e, stia sicuro, i suoi voti alle prossime elezioni aumenteranno a dismisura.

Purtroppo non si possono abbattere le schifezze se sono state regolarmente costruite.<br />
<br />
Però, perlomeno, si può e si DEVE evitare di costruirne altre.<br />
<br />
Quindi ben venga il no secco di Mangialardi al raddoppio delle Piramidi.<br />
<br />
.

mha...<br />
Ci sono cresciuto con quei \"mostri\", ed ormai li considero parte del panorama: onestamente non mi dispiacciono nemmeno, ma farne altri proprio no.<br />
Se poi fossero degli edifici \"vivi\" (trad.: occupati da gente tutto l\'anno, e non saltuariamente), non sarebbero nemmeno male, farebbero un microcosmo a se.<br />
E poi come idea non è, all\'incirca, la stessa che si vuol realizzare al posto delle colonie ENEL e che è stata fatta per il complesso \"Duchi della Rovere\" prima di Cesano?

marco/pachito

caro assessore la ditta quadrifoglio ha chiesto di edeificare un albergo di mq2 10000 come prevede il piano regolatore vigente.in cambio ritira i ricorsi al tar dove ha chiesto 20000000 milioni di danni;perche\' rischiare di pagare visto che dal punto di vista tecnico il progetto bocciato dal consiglio comunale era regolare come parere.lo sbaglio base sulla pratica e\' stato fatto dalla provincia che quando ha visionato il piano ha solo abbassato le altezze da 24m a 7,50 non riducendo la cubatura,quindi la quadrifoglio ha presentato un progetto spalmandola cubatura su tutta l\'area.l\'ufficio tecnico comunale ha dovuto a suo tempo prendee atto del progetto che tecnicamente era corretto.quindi le chiedo se la soluzione dell\'albergo visto che nella zona nord di cesano non ce ne sono possa sistemare entrambe le cose.sicuro che lei come sempre trovera\' la soluzione cordialmente la saluto

\"Da questo punto di vista è evidente che il complesso delle Piramidi rappresenta un insediamento strettamente legato a un periodo storico nel quale le sensibilità risultavano evidentemente diverse, mentre oggi tale intervento non rientra nei canoni di quella sostenibilità che stiamo perseguendo e non può dunque essere reiterato in alcuna modalità.“ <br />
Così dice l\'assessore Mangialardi e mi compiaccio per la diversa sensibilità che l\'amministrazione comunale dice di avere. Mi pare giusto però ricordare che la città sia pure per mezzo delle associazioni si era fieramente opposta a quello delle piramidi come ad altri scempi perpetrati dalla speculazione a cui diedero il consenso le amministrazioni comunali via via succedute. Vuol dire che le battaglie della gloriosa \"Pro Natura\" del tempo non sono state del tutto inutili.

\"Lo strumento urbanistico votato in Consiglio Comunale...non può essere rimesso in discussione\". Questa volta, aggiungo io. Altre volte gli ostacoli riescono ad essere aggirati. Credo.<br />
<br />
Per quanto riguarda le Piramidi, d\'accordo con i Verdi e Mangialardi. Al massimo ci abbinerei una Sfinge.

Claudia, carina la battuta sulla sfinge, sarebbe un monumento a certa politica nostrana!<br />
Come ha correttamente evidenziato \"pachito\" che da consigliere comunale e politico di vecchio corso conosce fatti e retroscena, l\'immobiliare ha tutti i diritti di costruire, perchè le sono stati i permessi. punto. E da amministrazioni, comunali o provinciali che siano, sempre dello stesso colore, per tacer delle persone. l\'Amministrazione già da tempo ha chiesto un parere legale, per quanti mi risulta, ad un prestigioso -e salato- studio legale di rilevanza nazionale. La risposta è stata: mettetevi d\'accordo perchè se andate in causa la perdete. Si chiama lite temeraria, e credo che non sarebbe giusto farne pagare le conseguenze ai cittadini, come già successo per altre cause milionarie perdute dal Comune. Io sono malizioso e penso che sapendo di dover comunque abbozzare, ci sia la corsa a dire: ma io ho lottato fino in fondo.<br />
Detto questo le Piramidi sono brutte, niente da dire, ma secondo me anche le nipotine della torre Verlasca che faranno alla sacelit non sono una gran bellezza. Mi sbaglio?

giuseppe garibaldi

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non sbaglia signor Pizzi.<br />
Purtroppo sembra che in questa città prevalga il gusto dell\'orrido abbinato ad una spasmodica voglia di metter uno sull\'altro cemento e mattoni.<br />
<br />
A scapito della vista e del buon gusto.<br />
<br />
A vantaggio delle tasche di alcuni.

Sottoscrivo e sovrascrivo il commento di Pizzi. Ha fatto centro un\'altra volta. E pure Ghost...