San Marcello: successo per il Convegno Nazionale su Antonio Meucci

meucci 25/01/2009 - Si è parlato di storia, di cultura e di tecnologia in modo semplice, facilmente comprensibile ma, allo stesso tempo, in modo approfondito e professionale. E’ questo il segreto del successo del Convegno nazionale dedicato alla figura di Antonio Meucci, tenutosi a San Marcello venerdì 23 gennaio.

Autorità politiche e militari, esperti di telecomunicazioni ma soprattutto giovani studenti hanno gremito il Teatro Ferrari , per l’ultimo appuntamento con le celebrazioni del Bicentenario della nascita di Antonio Meucci, inventore del Telefono. Dopo i saluti di rito da parte delle istituzioni locali e regionali (presente tra gli altri anche il Consigliere Regionale Katia Mammoli), la parola al Prof. Fausto Casi, ideatore dell’iniziativa e Direttore del Museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo, con un excursus sulla vita dell’inventore toscano.

Molto apprezzati gli interventi del collezionista Giuseppe Renzini; di David Sani, Esperto di tecnologia delle telecomunicazioni; di Gianfranco Gervasi, Presidente dell’Associazione Radioamatori Italiani e di Alfonso Maria Capriolo, Presidente del Sistema Museale di Ancona. Grande assente lo storico della telefonia nella Vallesina Fioravante Fornaroli, figlio di Arnaldo Fornaroli, uno dei primi che, nel 1913, portarono la rete telefonica in Vallesina. A conclusione del convegno, moderato dalla giornalista Catiuscia Ceccarelli, imperdibile la visita al prestigioso Museo del Telefono che conferma San Marcello alla ribalta della cultura nazionale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 26 gennaio 2009 - 1626 letture

In questo articolo si parla di Associazione La Liquirizia, meucci