Monte San Vito: Nosei al teatro della Fortuna con \'La strana storia del Signor Mario\'

29/01/2009 - Stefano Nosei è al teatro La Fortuna di Monte San Vito il 31 gennaio con La strana storia del Signor Mario.

Lo spettacolo è inserito nella stagione di prosa della Fondazione Pergolesi Spontini e dell’Amat realizzata nei teatri di Jesi, Maiolati Spontini e Monte San Vito in collaborazione con gli Assessorati alla Cultura dei rispettivi Comuni e con il contributo di Banca Popolare di Ancona. La Strana Storia del signor Mario è uno spettacolo pieno di sorprese in cui Stefano Nosei supera se stesso diventando narratore di una fiaba “per adulti accompagnati”.




La Storia (Strana Storia), scritta da Roberto Alinghieri, si sviluppa sulle bellissime immagini dello scenografo Emanuele Luzzati , si nutre delle parole, dolci, ironiche, moderne, del più grande poeta per l’infanzia, Gianni Rodari, si esalta nelle canzoni che (sulle poesie di Rodari stesso) hanno composto alcuni tra i più interessanti musicisti italiani: Daniele Silvestri, il jazzista Paolo Fresu e Rocco Tanica, tastierista di Elio e le Storie Tese.

Stefano Nosei, il vero re di tutti questi principi, che sulla scena, con la sua rutilante verve di cabarettista-cantante-musicista e attore, cuce insieme tutte queste parti, racconta l’avventura del Signor Mario, un uomo comune che un giorno scopre di non essere più capace di fare le rime.




Scrive Stefano Nosei nelle note allo spettacolo: “Nel dna di tutti, più o meno viva e vitale, più o meno semplice o folle, a volte sedata, a volte semplicemente in letargo, vive l’assonanza. Qualcuno non sa di possederla, qualcuno la tiene nella tasca della giacca per le urgenze, qualcuno, la cerca ostinatamente, qualcuno la saluta con un sorriso tutte le mattine, qualcuno, fortunato, addirittura la considera un lavoro. Il nostro lavoro di cabarettisti è o dovrebbe essere soprattutto questo: fare rimanere viva la voglia di divertirsi, di scoprire il gioco nel caso, nel quotidiano: il mio, in particolare, è un cabaret che si occupa di canzoni, canzoni cui cambio le parole (ma mai il suono delle parole) per divertimento… E allora il trasformare Montagne verdi in Lasagne verdi non è nient’altro che il mio modesto tentativo di perpetuare una speranza e di omaggiare chi da sempre ha provato e prova con grande successo a salvarci, a darci un altro punto di vista, a non essere monolitici ma poliedrici, chi ci ha invitato e ci invita a sradicare le rotaie su cui spesso ci incanaliamo o su cui noi stessi ci incanaliamo per mancanza di alternative.




Gianni Rodari ha creato un tappeto di gioco sotto le parole che tutti noi diciamo, un tappeto che lui stesso poi ci tira via da sotto i piedi per farci cadere sul sedere. In un certo senso Rodari è come un papà per noi cabarettisti “di parola”, un esempio imprescindibile. E un giorno mi è capitata un’occasione impedibile: ho letto una storia, una storia che raccontava un dramma tanto drammaticamente assurdo da diventare comico: il dramma di un uomo che all’improvviso non è più capace di fare rime, di trovare assonanze nelle sue giornate, nei suoi sentimenti, una storia racconta, giocando, quanto sia terribile perdere quella parte di noi che troppo spesso dimentichiamo fin quasi a farla morire. Ed ecco allora La strana storia del Signor Mario, spettacolo scritto da Roberto Alingheri, la cui trama si snoda attraverso un percorso fatto si versi più teneri e famosi del grande poeta ma, soprattutto, un grande, grande gioco.”



Per informazioni e biglietti (da euro 5 a euro 12): biglietteria del Teatro Pergolesi 0731 206888, Amat 071 2072439. Inizio spettacolo ore 21.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 29 gennaio 2009 - 1370 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di teatro, monte san vito, spettacoli