Schiavoni: grazie Brunetta

07/02/2009 - Grazie Brunetta per averci assunto, a costo zero, 13 dipendenti e per averci restituito 500.000,00 euro annuali.

Questo è il risultato matematico che scaturisce dai dati oggettivi che l’amministrazione di Senigallia deve comunicare mensilmente al governo italiano. I dati relativi ai mesi di agosto, settembre, ottobre e novembre del 2008 ( sotto l’effetto Brunetta) rispetto a quelli corrispondenti del 2007 mettono in luce: 1.Anno 2007 -assenze totali ( per malattia e altri motivi ) n° 2072 giorni; 2.Anno 2008 -assenze totali ( per malattia e altri motivi ) n° 1070 giorni; 3.Maggior presenza 2008 rispetto al 2007 = 1002 giorni ( riferita a 4 mesi).


In pratica la “ pasticca Brunetta” ha dimezzato il numero dei malati. Dal conteggio sono state escluse le assenze superiori a 10 giorni che sono risultate meno appariscenti ( 19 eventi nel 2007 contro i 15 del 2008). Se consideriamo ora in 75-80 il numero medio di giorni lavorativi nei quattro mesi esaminati (escludendo quindi ferie e giorni festivi) ne deriva che sono almeno tredici le persone che nel 2008 giornalmente si sono presentate in più a lavorare rispetto al 2007. Visto che un dipendente costa 38000,00 euro ne deriva che mezzo milione di euro è il vantaggio economico annuale che l’amministrazione comunale ne beneficia. Questo dato purtroppo conferma che la ruggine segnalata, in più occasioni, dal sottoscritto, all’interno della macchina comunale, era presente ( addetti che innaffiano le piante dopo veri e propri diluvi, verde pubblico abbandonato, modalità di smaltimento dei RSU, dipendenti presenti in luoghi non produttivi, valutazioni lontane dal reale, ecc).


Sulla base di tali osservazioni ne avevo dedotto che anche nei settori, per il sottoscritto, meno trasparenti si nascondeva una notevole inefficienza aziendale. Ebbene, quando mi è andata bene, in consiglio comunale mi hanno dato del “matto”. Spero che questi dati facciano riflettere e induca tutti ad un maggior senso di responsabilità, anche nei confronti dei dottori, che probabilmente, con troppa superficialità, hanno firmato, forse anche per pressione dell’assistito, qualche certificato medico di troppo. Vista la maggiore disponibilità di giorni di lavoro ( circa 3000 l’anno) spero, infine, che l’amministrazione comunale la smetta di lamentarsi sul tetto di spesa del personale imposto dai governi ( sia di centro destra che di centro sinistra).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 07 febbraio 2009 - 5250 letture

In questo articolo si parla di forza italia, floriano schiavoni, politica, senigallia


Anonimo

dati molto interessanti

Anonimo

Grande Schiavoni....

Qualcuno aveva forse dei dubbi che questo governo facesse qualcosa di sbagliato?<br />
Credo nessuno! Ormai da quasi un anno dormiamo sonni tranquilli con i Brunetta e la Gelmini che vegliano su di noi , e di Silvio e Tremonti che vigilano sui nostri redditi.<br />
Quindi questo ricordarci continuamente i meriti di queste sante persone potrebbe alla lunga anche andare a noia.<br />
Comunque se porta Brunetta in processione, prometto! sarò lì con la mia candelina accesa.

Grazie Brunetta!<br />
<br />
Firmato: il Bello dei Ricchi & Poveri

Claudio

Sig. Schiavoni <br />
Sono un dipendente pubblico anti politico e sindacale.<br />
Un collega d\'ufficio del suo partito che come lei apprezza molto brunetta, è presente al lavoro anche quando sta male, percepisce l\'indennità di turno, il buono pasto giornaliero ed il risultato di fine anno. Questi sono soldi in più che l\'ente pubblico spende per avere in caico i dipendenti quando stanno male. Il fatto ancor più grave è quello che la persona ammalata, non fa nulla ed è sempre in giro per gli uffici a parlare con i colleghi e passare il tempo.<br />
Il dirigente che Politicamente la pensa come lui, non lo richiama e così si scaturisce la catena del non far nulla o farne poche da parte di tutti gli altri che invece avrebbero fatto il proprio lavoro.<br />
Questo è un caso, lavorando da tantissimi anni in ente pubblico, le posso dire che le persone che lavorano seriamente ci sono e sono molte di più di quelle che lei immagina e non è la legge brunetta che li fà lavorare.<br />
X me i suoi dati sono solo spot politici non veritieri. Diamo i dati reali sulle famiglie in grossa difficoltà ed i Suoi politici non fanno nulla per aiutarli, anzi taglaino i fondi al sociale. Non prendiamo in giro le persone che stanno già soffrendo.<br />
La saluto cordialmente.<br />
Claudio

Claudio

Ansa del 06-02-09 <br />
Nel riparto 2009 del Fondo sanitario nazionale le Marche hanno ottenuto un incremento di +3,67% rispetto a quello medio regionale di +3,42%. Il Fondo sanitario lordo 2009 per le Marche ammonta cosi\' a 2.711 milioni di euro. \'\'Nella contrattazione con le altre Regioni - ha spiegato il presidente della Regione Gian Mario Spacca - abbiamo potuto vantare un equilibrio dei conti che ci ha premiato insieme all\'incremento di popolazione piu\' alto in Italia: indice di qualita\' della vita e criterio importante nel riparto delle risorse. <br />
Questi risultati si ottengono anche grazie a tutti i lavoratori Seri della Sanità e non dai Fannulloni come li chiama Brunetta.<br />

FLORIANO SCHIAVONI

Un imprenditore, che vuole migliorare l\'efficieza aziendale, deve operare sui fattori che limitano la produttività. La produttività non è di destra ne di sinistra. La produttività è fare più cose, nel rispetto della legge, con gli stessi fattori produttivi. Nelle amministrazioni pubbliche più cose si fanno più servizi saranno offerti alla comunità ( più assistenzaa, più sicurezza ecc).<br />
Considerato che \"amministro\" Senigallia il mio pensiero è rivolto a Senigallia e visto che Brunetta migliora l\'efficienza dell\'amministrazione di Senigallia gli dico ancora Grazie

Giusto! Ma magari prima di Brunetta, a qualcuno, mancava solo il coraggio della serietà. :-)<br />
<br />
PS: alla processione con la candelina mi sa che saranno in due.

Non mi sembra che Schiavoni abbia preso in giro nessuno, ha solo portato dei numeri oggettivi, è su questo che bisogna riflettere; che ci siano altri problemi non lo nega nessuno, ma il primo ad essere contro il \"benaltrismo\" è proprio il ministro Brunetta. Parliamo di un problema alla volta, in questo caso del dimezzamento del numero degli assenti per malattia dei dipendenti del comune di Senigallia................

Difficile ragionare serenamente con la foto di quel soggetto di fronte. Però ci proviamo lo stesso. I dati circa le assenze per malattia sono in netto calo, è vero, però non ci sono dati riferiti alle ferie. Voglio dire che molti dipendenti invece di mandare un certificato prendono le ferie, soprattutto perchè nei primi dieci giorni di malattia è prevista una decurtazione dello stipendio (parte aggiuntiva) e chi campa con 1.100 euro al mese, con una famiglia sulle spalle, non se lo può permettere. Durante le epidemie influenzali si sceglie di stare in servizio, con buona pace della diffusione dei virus. Ma tant\'è, se non si capisce questo è bello grave. Un pò come aver tolto il divieto di denuncia per gli immigrati che si fanno curare.Adesso magari qualcuno, magari con la lebbra, girerà in mezzo a noi per non essere denunciato.<br />
Vorrei far notare però che i dipendenti pubblici, come tutti gli altri, sottostanno a regole che in massima parte non hanno stabilito loro, e quelle regole sono (o dovrebbero) essere fatte osservare da chi dirige, cioè dai politici che amministrano. I politici sono di destra, di centro e di sinistra, in tutte le amministrazioni sono loro i veri colpevoli dello sfascio della pubblica amministrazione. In effetti i \"lavoratori\" fannulloni sono sempre esistiti, ma quasi sempre sono quelli più vicini al potere politico, che li protegge per raggiungere i propri fini.Perchè quelli che non lavorano li conoscono meglio di tutti, ma non hanno mai fatto nulla per fermarli.

Claudio

Condivido pienamente questo discorso il mio non è stato capito ma è simile.<br />
Io evidenziato che la ancata assenza all\'amministrazione costa di più.<br />
Dimenticavo che dopo una giornata passata a farne poche, si rientra in straordinario per farne di meno. Nessuno dice nulla.<br />
Claudio

FLORIANO SCHIAVONI

Caro Ulisse:<br />
Si è mai chiesto del perchè nel privato il numero delle assenze è pari a circa un terzo ( se ricordo bene questa è la giusta proporzione)rispetto a quelle del settore pubblico ( in epoca ante Brunetta). Le garantisco che diversi miei amici di sinistra hanno affermato ( \"questa operazione la dovevamo fare noi\" ). Se l\'operazione l\'avesse fatta il precedente governo stia tranquillo che non avrei avuto alcun motivo di negare il grazie al politico di turno che avesse avuto il coraggio di prendere scelte utili, anche se impopolari, per la società.

dal precedente commento \"..Vorrei far notare però che i dipendenti pubblici, come tutti gli altri, sottostanno a regole che in massima parte non hanno stabilito loro, e quelle regole sono (o dovrebbero) essere fatte osservare da chi dirige, cioè dai politici che amministrano..\".<br />
<br />
E sarebbe pure da far notare che si parla di Senigallia nell\'articolo di Schiavoni: non resta che cercare quali politici amministrano Senigallia.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

kit

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non mi interessa la polemica politica locale, ho specificato nel mio precedente intervento che i politici, tutti, di qualsiasi schieramento, utilizzano il personale dipendente per i propri fini, anzichè per servire il pubblico.Poi se vogliamo analizzare il Comune di Senigallia, per quello che posso dire io, mi sembra che non sia peggio di tutti gli altri.Comunque il vecchio detto che il pesce comincia a puzzare dalla testa è sempre valido.

Non avevo colto, nel suo precedente intervento, la visione di globalità ma siccome si trattava di un post all\'articolo di Schiavoni avevo ricondotto tutto alla realtà senigalliese, a cui l\'articolo di Floriano si riferiva. Non comprendendo l\'utilità di fare questa distinzione tra amministrazione pubblica locale e quella meno locale continuo a valutare positivamente l\'effetto della cura Brunetta, qui e altrove.

Il gatto e la volpe

Floriano Schiavoni è simpatico, schietto, fa due conti e scopre l\'acqua calda....<br />
Mi perdoni Schiavoni ma lei con Brunetta non c\'entra, il Ministro è smaliziato e lancia proclami facendo passare un provvedimento, che come dice anche lei avrebbero voluto fare anche quelli del Pd, come la panacea dell\'efficienza e dell\'efficacia dell\'Amministrazione Pubblica.<br />
L\'equazione meno malati migliori servizi pubblici non funziona. Si è intervenuto semmai per cercare di arginare un fenomeno di assenteismo, probabilmente foraggiato da medici compiacenti, perchè qualcuno avrà pure certificato, no?<br />
Avete idea di come funziona un controllo della Asl? Il medico va a casa e prende atto di quello che c\'è scritto sul certificato. Bè magari costringe a casa il lavoratore direte voi, ecco si questo è l\'altro risultato. Quindi i due risultati ottenuti potrebbero essere, medici che non certificano più a cuor leggero e dipendenti malati costretti in casa.<br />
Sull\'efficienza e l\'efficacia della Pubblica Amministrazione ci sono altri criteri da accertare, perchè chi ha scritto come Claudio e Ulisse hanno portato elementi diversi, ovvero che chi va a lavorare anche quando sta male, poi non è detto che svolga il suo lavoro con efficienza e efficacia.<br />
Le hanno anche detto Sig. Schiavoni che la responsabilità è spesso dei dirigenti che coprono i leccaculo, con tessera di partito, magari la stessa loro, perchè la loro nomina è al 99% politica, anzi scusi partitica.<br />
Forse qualcuno ricorderà che Bassanini ha cercato di dividere la responsabilità politica da quella di direzione delle strutture, ovvero i dirigenti. Tuttora è questa l\'impostazione, ma i dirigenti li nomina la classe politica e troppo spesso anche qui non valutando il merito, bensì proprio l\'appartenenza politica.<br />
A Senigallia governa il Pd nelle altre città la musica non cambia, anche dove governa il Pdl caro Schiavoni, le nomine sono sempre gli amici degli amici.<br />
Questo è il nodo della pubblica amministrazione, dove non si premia il talento ma l\'appartenenza politica.<br />
Non voglio comunque dire che anche tra i dirigenti \"tesserati\" non ci siano anche dirigenti di buon livello, come anche qui a Senigallia, ma il problema resta, perchè se non sei uno yesman, il tuo talento e merito puoi giocartelo su una ruota del lotto.<br />
La pubblica amministrazione si fa funzionare lavorando con obiettivi da raggiungere e valutazioni serie sul raggiungimento degli obiettivi, non sulla presenza in servizio ed è vero quello che dice Claudio ci sono anche livelli di eccellenza ed in generale lavorano seriamente e con responsabilità.<br />
Purtroppo anche il sistema di valutazione della produttività, sicuramente da rivedere ma neanche troppo antiquato, o non viene applicato o viene applicato con la consueta appartenenza e devozione.<br />
Giusto per condire o mettere una bella ciliegina sulla torta ci sono da dire due cose sul sindacato, ma proprio due: inesistente nelle proposte e spesso troppo spesso contiguo alle amministrazioni.<br />
Altro che Brunetta, quello lì basteva metterlo al Ministero della Sanità come sottosegretario alla certificazione medica.......

Avrebbero dovuto cominciare la \"cura Brunetta\" dai dirigenti, ma non era possibile con tutti gli appoggi che si son in gran parte costruiti, ed hanno quindi scelto di cominciare dall\'anello \"debole\" della catena, i dipendenti.<br />
Indipendentemente da tutto, adesso è ora ti tornare ad occuparsi dei capi e dei dirigenti, allora si si vedranno i veri miglioramenti della P.Amm.

Mi creda Signore, non è necessario che Lei capisca. Continui nel voler vedere solo Senigallia.Saluti

Lo \'sforzo\' di capire non era tutto rivolto ai Suoi post, ovviamente :-) , e \'qui e altrove\' non significa limitarsi a guardare solo dentro le mura cittadine. Brunetta, per la fortuna dei dipendenti pubblici seri e del pubblico pagante, è ministro e non assessore.

FLORIANO SCHIAVONI

I dipendenti pubblici responsabili sono i primi ad essere soddisfatti dall\'operazione di Brunetta. Vedere i colleghi \"furbetti\" beccati non può che non essere un elemento positivo.