Variante Arceviese: dopo Villa Sbriscia è il turno di Borgo Passera e Casine

borgo passera 3' di lettura 28/03/2009 - \"Chi conosce Borgo Passera si rende conto che qualcosa, nelle norme urbanistiche o nella traduzione delle stesse, nel comune di Senigallia non funziona. Il sottoscritto, dopo aver effettuato un breve sopralluogo, si è reso conto della presenza di immobili ammassati fra di loro, di vie strette e in pessime condizioni, della mancanza di adeguata viabilità, e di case realizzate in prossimità del fosso\".

Mi sono chiesto: possibile che le norme precedenti hanno permesso tutto questo? Ci era stato sempre riferito che la colpa era del famoso indice di edificabilità troppo elevato (il famoso 0,86 mq/mq) e la successiva riduzione dello stesso a 0,5 non avrebbe più permesso tali mostruosità urbanistiche. In questi giorni, aiutato da alcuni colleghi di scuola, ho effettuato ulteriori indagini che mi hanno permesso di concludere che, ancora una volta, la colpa, con ogni probabilità, non è delle norme ma dei furbetti che ruotano intorno all’urbanistica. In questa direzione l’architetto Serenelli ha comunicato, consegnando un apposito prospetto, che alcuni parametri fissati dalle leggi urbanistiche non sono rispettati in alcune zone interessate alla variante arceviese (Dm n° 1444 del 02/04/1968).



Tale norma prevede infatti che una zona per essere definita di completamento (zona B) deve avere anche una densità fondiaria di almeno 1,5 mc/mq. La differenza non è da poco in quanto nelle zone di completamento si può edificare in maniera diretta mentre nelle zone “C” occorre procedere alla lottizzazione delle stesse. La differenza è notevole in quanto i costruttori, nel primo caso, risparmiano notevoli somme di denaro e poi sarà il comune che dovrà obbligatoriamente procedere a realizzare di quelle opere fondamentali per la vivibilità di detti insediamenti (a Borgo Passera, nel 2007, sono stati spesi 300.000,00 € probabilmente proprio perché allora non si è rispettata la normativa sopra citata).



Questa situazione, se non rispettiamo tale normativa, probabilmente si ripeterà alle Casine e nelle altre zone dove non si rispetterà il DM sopra citato. Nei fatti, come precisato, non rispettare tale norma, significa favorire, sul piano economico, le imprese e/o le proprietà interessate all’edificazione, con successivo danno alle casse comunali e alla vivibilità della zona. In Consiglio Comunale i relatori si sono attaccati sugli specchi (attaccati proprio alla riduzione di quel famoso indice) per giustificare la scelta. Visto che la norma non prevede deroghe non si comprende perché si voglia, e si possa,derogare. Lo stesso CTP ( per la provincia) chiede la verifica del rispetto dei requisiti previsti dal Dm 1444/68 e la risposta sul piano tecnico, in base al prospetto consegnatoci in Consiglio Comunale, è negativa.



Dopo attenta lettura delle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del comune di Senigallia ho verificato che a Borgo Passera si potevano, e si possono, realizzare solo edifici mono e bifamiliari con una distanza dagli altri fabbricati di almeno 10 metri. Ebbene se in passato fossero state rispettate tali norme non avremmo ora quel groviglio di costruzioni. Pur non essendo un esperto di urbanistica le foto allegate evidenziano una tipologia costruttiva che mi resta difficile digerire essere qualificata come “bifamiliare”. Bifamiliare è la tipologia costruttiva che l’amministrazione comunale vuole realizzare al parco della Cesanella e che è, nel progetto, completamente diversa da quella realizzata a Borgo Passera.



Nei confronti della distanza dei fabbricati l’allegato n° 1 evidenzia, nelle planimetrie consegnate dal comune, il distacco dei fabbricati, mentre le foto confermano l’anomalia relativa all’assenza del distacco degli stessi. Ringrazio anche in questo caso il sindaco per la sua disponibilità, manifestata in Consiglio Comunale, ad indagare anche in questa direzione proprio perchè, in alcuni casi, appare oltremodo evidente, secondo il mio pensiero, la volontà degli estensori di aggirare le norme urbanistiche locali e nazionali. Ringrazierò anche i consiglieri della maggioranza se avranno la pazienza di capire quanto riportato.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2009 alle 15:54 sul giornale del 28 marzo 2009 - 4350 letture

In questo articolo si parla di borgo passera, forza italia, floriano schiavoni, politica, senigallia


orfano della sinistra

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Oh, finalmente un membro dell\'opposizione, tra un cinghiale e l\'altro, si è messo a fare due passi per Senigallia ed ha scoperto qualcosa che il blog \"la piaga di velluto\" denuncia da anni.<br />
<br />
La domanda è: perché ci hanno messo 4 anni a decidere di rimboccarsi le maniche e scoprire cose che tutti già conoscevano?<br />
<br />
Se governassero con la stessa efficienza con cui fanno opposizione, chissà che bei risultati otterrebbero!

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ciao Gaspatcho, magari potrà consolarti pensando che qualcuno ci governa dal dopoguerra, o giu di, in direzione ostinata e contraria al buonsenso.<br />
..la domanda non è \'chi\', la domanda è...p\'cchè (se vedi Colorado)

Io sono contento che qualcuno si sia finalmente svegliato scoprendo cose note da anni...<br />
<br />
Meglio tardi che mai!!!

Floriano Schiavoni

chi si era accorto prima di me?<br />
quando piaga di velluto ha denunciato in maniera tecnica?


alla fine del 2006 ho fatto il primo articolo su Borgo Passera, successivamente ne ho parlato altre 3-4 volte nel contesto della Variante Arceviese, mai in \"maniera tecnica\", ho solo denunciato uno schifo che nessuno (Maggioranza e soprattutto Opposizione) è riuscito a vedere, anche se si trova a soli 3 km dal centro<br />
<br />
anche il Mezza Canaja ha fatto un presidio nella frazione un paio d\'anni fa e hanno fatto anche più rumore del mio blog<br />
<br />
Schiavoni, fare delle denuncie in \"maniera tecnica\" comporta conoscenze specifiche ed accesso ai dati che non tutti possono avere, la normativa edilizia di Senigallia è complessa, soggetta anche a variazioni repentine nel turno di notte, fare una denuncia in \"maniera tecnica\" non è certo compito di un blog<br />
<br />
magari un Consigliere Comunale in questo è avvantaggiato e io non voglio certo rubarti il lavoro, anche se mi sono preso due anni di vantaggio<br />

La domanda è: chi amministra sbaglia perchè incapace o per altro?<br />
Io scelgo la seconda!<br />
Come ti hanno detto al posto di far polemica pensa a chi governa (quelli che tu hai votato) e a come lo fa.

Io penso e critico quello che mi pare, almeno fino a quando rimarremo un paese libero.<br />
<br />
E soprattutto continuo a pensare che la mia mia idea valga quanto la vostra, nonostante la vostra presunzione di superiorità.<br />
<br />
Quando c\'era da criticare la mia parte politica l\'ho sempre fatto, al contrario tuo!<br />

Floriano schiavoni

questa non è polemica ma un probabile illecito!

Non c\'è bisogno che ti metti sulla difensiva e fai la vittima; la presunta superiorità non mi appartiene e non appartiene certo alla parte politica che critichi, anzi.<br />
Io penso che le tue idee valgano quanto le mie e quanto quelle di chiunque altro.<br />
Mi piacciono però le discussioni nel merito e non pregiudiziali; anche io critico la mia parte politica; tu invece dai per scontato che io non lo faccia.<br />
Tu ritieni di dare un giudizio positivo a questa amministrazione; io ritengo di darne uno negativo e penso sia normale, visti i danni fatti, che superano certamente le cose buone fatte.<br />
E ricorda che i danni fatti li paghiamo, e li pagheremo tutti.<br />

Mato

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV