A Jesi ‘La Cerimonia giapponese del Tè’

2' di lettura 01/04/2009 - Un evento per diffondere l’arte del Tè, affinare il proprio “senso del Tè” e recuperare i gesti lenti della contemplazione.

Ancona e Jesi ospiteranno ‘La Cerimonia giapponese del Tè’, due eventi promossi da Fabiola Ruggiero (fondatrice di Cose di Tè) e dallo IOM Jesi e Vallesina, con la collaborazione di Marina Roscani (giornalista), il patrocinio della Provincia di Ancona e quello del Comune di Jesi (Assessorato al Turismo e Sviluppo economico), il supporto di Italcook Jesi, degli Istituti alberghieri di Loreto e Cingoli, di Carla Manfredi (blogger di Letto e Mangiato ed esperta di cucina), di Gabriella Papini (società Economia e Cultura), di Mauro Giulietti (fiorista).


La Cerimonia, che a Jesi si svolgerà domenica 5 aprile alle ore 10.30 presso la scuola di Italcook (via F. Conti, 5 - Jesi), è stata presentata, nella stessa sede dove avrà luogo, dall’assessore Daniele Olivi, Fabiola Ruggiero, Marina Roscani, Sandro Sbarbati (presidente Italcook), Anna e Maria Luisa Quaglieri (IOM).


Quello di domenica sarà un vero e proprio rito di benessere, fatto di gesti lenti e contemplazione, in cui ci si ritroverà nella ‘stanza del Tè’, luogo fisico e mentale. Nata in Giappone nel 1500, la Cerimonia sarà proposta dalla Maestra Michiko Nojiri. Tutti occupati i posti disponibili (40), ma è possibile prenotarsi per i prossimi appuntamenti.


La Ruggiero ha fondato nel 2007 Cose di Tè, una pmi web oriented che promuove l’arte e la cultura del Tè (www.cosedite.com), e mette a disposizione un’area vendita virtuale ed un ‘aTèlier’ a Jesi in L.go S.Allende, fornito di 100 tipi di tè, accessori dal mondo e passione.


Proprio per diffondere l’arte del Tè, è nata nelle Marche la Scuola di Tè, che ha appena concluso un corso di iniziazione alla degustazione. Avviata una collaborazione con la scuola internazionale di cucina Italcook di Jesi per attivare un corso ad hoc.


Domenica prenderà ufficialmente il via quel ‘Teatro dei Sapori’, che segnerà momenti di incontro e promozione delle eccellenze del territorio, in sinergia” dice Sbarbati. Sorridente come sempre, la Quaglieri ha ricordato, in 13 anni di attività dello IOM (Istituto Oncologico Marchigiano), l’importanza delle donazioni e dei giornalisti che hanno saputo dare voce all’associazione.


Info: 335.7744001 – info@cosedite.it / comunicazione@italcook.it – 0731.56400.


L’assessore Daniele Olivi illustra il progetto ‘Teatro dei Sapori’ e Fabiola Ruggiero descrive ‘La Cerimonia del Tè’.










Questo è un articolo pubblicato il 01-04-2009 alle 22:18 sul giornale del 01 aprile 2009 - 3470 letture

In questo articolo si parla di cultura, Maria Chiara La Rovere