Pioggia e nebbia, raffica di incidenti in vallesina

pioggia 02/04/2009 - Il maltempo di ieri ha favorito il proliferare di incidenti stradali lungo le principali arterie della città e della Vallesina. Tanti i tamponamenti e gli scontri, per fortuna tutti con conseguenze ai mezzi e prognosi di pochi giorni per gli automobilisti coinvolti.

In particolare, alle 13 a Monsano, all’incrocio tra via Sant’Antonio e via San Martino una Fiat 500 condotta da una ragazza di 29 anni residente a Fiuminata, nel Maceratese, è uscita di strada finendo contro il muro di una recinzione. La conducente è rimasta incastrata tra le lamiere e per liberarla sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Jesi. Trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Jesi, ha riportato un grave trauma cranico commotivo giudicato guaribile in 50 giorni.

Mentre poco dopo, alle 13.15 a Chiaravalle lungo il rettilineo che collega con Rocca Priora, a finire in un fossato e poi contro un albero è stato un uomo di 49 anni di Chiaravalle che si trovava alla guida della sua Ford Mondeo. L’uomo, medicato al pronto soccorso dell’ospedale di Chiaravalle e poi al nosocomio regionale di Torrette, ha riportato un trauma cranico. La sua prognosi è di 25 giorni.

E ancora, alle 16.20 a San Marcello lungo la strada provinciale 18 all’incrocio tra via Melano-via Gramsci e via Madonna di Loreto, due auto si sono scontrate lateralmente, forse a causa di una mancata precedenza. Si tratta di una Fiat Punto con al volante una donna di Morro d’Alba di 50 anni, sua madre di 77 e la figliola di 23. L’anziana è stata medicata al pronto soccorso di Jesi, così come la conducente 19enne di san Marcello al volante dell’altra auto coinvolta, una Toyota Yaris. In tutti e tre i sinistri sono stati impegnati per i rilievi di legge gli agenti della Polstrada di Jesi.





Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2009 alle 01:00 sul giornale del 01 aprile 2009 - 1652 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiaravalle, san marcello, monsano, pioggia, incidenti, Talita Frezzi