Il Comune di Jesi punta sul fotovoltaico grazie ai contributi conto energia

Giovanni Romagnoli, Stefano Tonelli 1' di lettura 04/04/2009 - Dopo l’annuncio degli interventi per migliorare l’illuminazione pubblica con led e lampade a vapori di mercurio, il Comune di Jesi punta anche sugli impianti fotovoltaici, con un investimento che si autofinanzia. Un risparmio di quasi 250.000 euro l’anno per le bollette comunali.

L’investimento in energia pulita è stato presentato dall’assessore ai lavori pubblici Stefano Tonelli e l’ingegnere comunale Giovanni Romagnoli. Un impianto da 350 kw presso il campo di calcio di Mazzangrugno, uno da 1 mw sulla collina dell’ex discarica Gangalia e i cinque da 20 kw ognuno che verranno posizionati sui tetti delle scuole Conti (plesso A e B), Leopardi, Federico II e Garibaldi.


Energia pulita per circa 1,5 mw complessivi. Jesi attualmente spende circa 950.000 euro ogni anno e questi impianti diminuiranno la bolletta elettrica del Comune del 25%, permettendo un bel risparmio in termini economici, oltre che ambientali. Parte del risparmio, servirà anche a migliorare gli impianti elettrici esistenti.


Un investimento di 6 milioni di euro in 20 anni, che si autofinanzierà, grazie ai contributi in conto energia da parte dello Stato, che restituirà al Comune 0.47 euro per ogni kw prodotto (circa 650.000 euro l’anno). L’idea è quella di fare un bando in cui scegliere il professionista che fornirà il migliore studio di fattibilità, poi ci sarà la gara per decidere la società che realizzerà gli impianti.










Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2009 alle 23:26 sul giornale del 04 aprile 2009 - 3288 letture

In questo articolo si parla di cronaca, stefano tonelli, Maria Chiara La Rovere, giovanni romagnoli