Monte San Vito: verso le amministrative, corre anche il sindaco Sordoni

Gloria Anna Sordoni 05/04/2009 - Era nell’aria ma ora c’è la conferma: il sindaco uscente di Monte San Vito, Gloria Anna Sordoni, si ricandiderà, lontana dal Pd che invece ha scelto di mettere in corsa Sabrina Sartini. E intanto anche il centro destra monsanvitese affila le unghie, fa gruppo con l’appoggio di Udc e membri della società civile, e a breve presenterà “una candidatura forte”.

Le amministrative a Monte San Vito saranno una corsa a tre (non ancora reso pubblico il nome del centro destra) e ci sarà anche il combattivo sindaco uscente, liquidata dal Pd. Per Gloria Anna Sordoni è ora tempo di bilanci e lo fa con una comunicazione ufficiale, in cui difende il suo operato “al servizio dei cittadini e non della casta”, con una politica “nuova e di rottura, che vuole tutelare e garantire gli interessi della gente fuori da ogni logica di lobby e di potere”.


L’attacco è chiaro e diretto, come sempre. “In questi anni ho avuto sempre il coraggio di dire come la pensavo su tutti gli argomenti (no alla riconversione Sadam, alla crescita urbanistica non accompagnata ad un adeguamento dei servizi, etc.), ben sapendo di rischiare il posto, così come poi è successo. Non sono abituata a nascondermi dietro i ‘forse’, i ‘vedremo’, i ‘magari’”.


Diversi gli strali al Pd: “Era il mio partito ma mi ha licenziata ufficialmente per scarso attaccamento al partito, perché non andavo alle feste e sagre, per aver dato ‘buca’ a qualche appuntamento e per ultimo, notizia recente, perché rido poco e non ho un bel sorriso. All’inizio mi sembrava assurdo, ma ora sto pensando che forse è così, tant’è che anche la Segretaria Regionale del Partito Democratico Sara Giannini ha pubblicamente affermato che il buon governo di un territorio non è elemento sufficiente a garantire il secondo mandato ad un sindaco. A questo proposito sto ancora aspettando di sapere cosa avrei dovuto fare, forse ridere di più e gestire meglio l’agenda degli appuntamenti”.


La Sordoni ribadisce i suoi principi: “tutela del territorio, delle sue caratteristiche e delle sue peculiarità, salvaguardia delle categorie più deboli, attenzione massima ai giovani” e precisa i motivi della sua ricandidatura: “perché così mi viene chiesto da diversi settori della società civile e perché credo, e tanti monsanvitesi me lo confermano, che i nostri cittadini vogliano amministratori seri che lavorino al loro servizio e non a quello dei partiti, amministratori non di facciata, in mano a burattinai, ma capaci di ragionamenti finalizzati al benessere della comunità e non agli interessi di pochi”.


La sua sarà una lista civica, di cui non si conosce ancora il nome ma si sa che sarà “senza simboli di partito – dice la Sordoni – ma voglio condividere questa nuova sfida con quei consiglieri e quelle persone che hanno portato il loro contributo di idee, di lavoro, e soprattutto di coerenza e di lealtà fino all’ultimo, cosa che devo amaramente constatare non è stata caratterizzante per tutti. Una lista pronta ad esplorare un nuovo modo di fare politica: per la gente e più vicina alla gente composta da tanti giovani, aperta alle associazioni e ai gruppi del territorio, persone animate da tanta voglia di lavorare e di portare il contributo necessario a trovare soluzioni a problematiche e temi difficili, che dovremo affrontare nel futuro. La lista sarà aperta anche a coloro che, pur iscritti al PD, non ne condividono l’evoluzione programmatica”.






Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2009 alle 16:13 sul giornale del 06 aprile 2009 - 4521 letture

In questo articolo si parla di politica, Maria Chiara La Rovere, Gloria Anna Sordoni


Questa è quella che io definisco UNA BELLA NOTIZIA.<br />
Mi dispiace solo di non essere di Monte San Vito e quindi di non poter votare Gloria.

cittadino

come cittaidno di Monte San Vito, mi sento veramente onorato di avere come sindaco una donna con lo spessore morale della Sordoni.<br />
Grazie per la sua disponibilità e solidarietà per il trattamento che ha subito dal suo partito, al quale io avevo creduto. non è questo però il modo di fare Avanti con forza i cittadini di monte san vito sono con Lei