Pasqua: le celebrazioni della Settimana Santa

gerardo rocconi 08/04/2009 - La Chiesa diocesana si sta preparando a vivere con intensità le solenni liturgie che precedono la Pasqua. La Santa Messa Crismale del mercoledì santo sarà concelebrata domani, alle ore 18,30 in cattedrale, da tutti i sacerdoti diocesani con il vescovo e i diaconi che rinnoveranno la loro promessa di fedeltà al Vangelo.

La celebrazione, guidata nella musica dal maestro Ivano Giampiero, sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Radio Duomo in Blu (106,7 oppure 95,2 Mhz da Jesi). La Messa crismale, che il Vescovo concelebra con i presbiteri e durante la quale benedice il sacro crisma e gli altri oli, è considerata una delle principali manifestazioni della pienezza del sacerdozio del Vescovo e un segno della stretta unione dei presbiteri con lui. Nel corso della celebrazione, i responsabili delle Caritas parrocchiali consegneranno al responsabile della Caritas diocesana quanto raccolto durante le celebrazioni del 29 marzo: queste offerte saranno destinate alla realizzazione di progetti di accompagnamento a favore di situazioni familiari e personali coinvolte maggiormente dall’attuale crisi.


“Il Giovedì Santo è il giorno in cui ricordiamo grandi e stupendi doni che il Signore Gesù ha fatto agli uomini: l’Eucarestia e il comandamento dell’Amore. Questo giorno è anche la festa Sacerdozio e la festa dei sacerdoti ed è importante pregare per i sacerdoti e perché in tanti capiscano che è un segno di predilezione da parte di Dio la vocazione sacerdotale”: su questi argomenti si soffermerà il vescovo Gerardo nel corso della sua rubrica mattutina delle 7,20 su radio Duomo In Blu nel giorno del Giovedì Santo in cui in ogni parrocchia si celebrerà la Messa vespertina “Nella cena del Signore” con il gesto della lavanda dei piedi che ricorda l’atteggiamento di Gesù che, nell’Ultima cena ha lavato i piedi ai suoi apostoli. In Cattedrale la celebrazione sarà alle ore 18.30; dalle ore 21 si svolgerà la solenne adorazione eucaristica; dalle 23 alle 7 del mattino del Venerdì Santo, alla chiesa dell’Adorazione in piazza della Repubblica, adorazione eucaristica continuata. Dall\'alba del Venerdì santo Radio Duomo trasmetterà musica sacra che invita al discernimento e alla riflessione alternata dai pensieri dei grandi cristiani del nostro tempo e da alcune riflessioni di sr. Anna Maria Vissani, tratte dal suo libro “L’essenziale è libertà”.


Il Venerdì Santo la Chiesa contempla l’amore di Gesù che si è donato nell’Eucarestia e sulla croce: al mattino di questa giornata i fedeli sono invitati ancora a sostare davanti alla Santissima Eucarestia. Il pomeriggio alle ore 18.30 in Cattedrale, celebrazione della Passione di Cristo con la preghiera universale e la meditazione della Passione del Signore; alle ore 21 solenne via Crucis fino all’Arco Clementino. Il Sabato Santo “giorno di silenzio in cui si guarda il Crocifisso, chiediamo al Signore di imprimere nel nostro cuore quelle piaghe per mezzo delle quali siamo stati salvati”: la sera si celebrerà la veglia pasquale, in ogni parrocchia, con l’accensione del cero pasquale, simbolo di Cristo Risorto. “E’ questa la notte più luminosa dell\'anno in cui celebriamo e riviviamo nei segni liturgici la risurrezione di Gesù. Uscito dal potere della morte, il Signore conduce anche noi alla vita nuova del battesimo e della solidarietà fraterna della mensa eucaristica. Noi ritroviamo in questa solenne veglia la nostra vera identità. Quattro grandi tappe costituiscono questa veglia che è già la grande Pasqua: il lucernario che fa brillare Cristo come splendore della vita; la liturgia della parola, la liturgia battesimale e la liturgia eucaristica”. Il Vescovo presiederà la veglia pasquale in cattedrale alle ore 22. La domenica di Pasqua il Vescovo Gerardo presiederà la celebrazione alle 18.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2009 alle 20:17 sul giornale del 08 aprile 2009 - 1828 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, jesi, diocesi di jesi