Lodolini: inferto un colpo mortale alla scuola pubblica

21/04/2009 - \"I tagli del Governo si abbattono come una scure sulla scuola. Ben 42.102 persone in meno, alle quali vanno inoltre aggiunti i tagli previsti per 15mila lavoratori del personale ausiliario tecnico e amministrativo delle scuole\".

Alla scuola pubblica è inferto un colpo mortale rispetto alla qualità della didattica, alla funzionalità del servizio, all\'autonomia organizzativa delle stesse Istituzioni scolastiche. Inaccettabili le forti penalizzazione che anche nella nostra Regione ed in provincia di Ancona subiremo. Il nostro territorio storicamente ha fatto della Scuola una sua priorità strategica, con investimenti significativi che hanno consentito di articolare una buona programmazione territoriale del sistema scolastico e dell’offerta formativa nelle scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia alle scuole superiori.



Tutto ciò grazie anche all’intervento degli Enti locali che hanno fortemente investito nell’edilizia scolastica, a favore della qualificazione del sistema scolastico e a sostegno del funzionamento delle scuole. Il PD ha lanciato una petizione popolare. Davanti alla conferma oggettiva dell\'attacco all\'istruzione da parte di questo Governo, solo se milioni di cittadini italiani firmeranno per una scuola pubblica, di qualità per tutti, più sicura e autonoma, capace di futuro, di valorizzre il merito e non lasciare indietro nessuno potremo dare voce alla scuola in Parlamento e chiedere un\'inversione di rotta,rispetto alle demagogiche politiche del Governo. E’ possibile firmare anche on line: http://www.partitodemocratico.it/petizionescuola/



Infine a livello provinciale presenteremo in tutti i Consigli comunali uno specifico ordine del giorno in merito alla situazione generale delle scuole per sollecitare il MIUR e il Ministero del Tesoro a rivedere i tagli all’organico Docenti e ATA previsti dalla Legge 133/2008. Proporremo altresì di consolidare e qualificare l\'offerta formativa con particolare riferimento alle risorse finanziarie e umane, al tempo pieno e al tempo prolungato, alle nuove sezioni di scuola dell’infanzia e al consolidamento dei plessi e delle autonomie.


da Emanuele Lodolini
segretario Pd prov. Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2009 alle 17:52 sul giornale del 21 aprile 2009 - 1938 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, falconara, politica, partito democratico


perfetto! ma io volevo chiedere esulando dall\'argomento specifico: ma Franceschini, perchè si ostina con l\'inutilità della candidatura europea di Berlusconi ed ora anche di Di Pietro? il senso l\'ho capito ma veramente sta diventando noioso e ripetitivo e non giova...no..non giova...quei 4 o 5 punti misà che li riperde misà!

antonio dp

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento Scosigliato

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ve lo spiego io.<br />
<br />
Franceschini vuole apparire virtuoso perchè non si candida rispetto a qualche suo illustre avversario.<br />
<br />
Ma quella che vuol far apparire come virtù in realtà è paura fottuta di presentarsi e di prendere meno preferenze di qualche suo compagno di partito appartenente ad altre correnti.<br />
<br />
Insomma, ha paura di essere un leader che esca delegittimato perchè che ne so...un Cofferati qualsiasi o un dalemiano di seconda fascia prende più preferenze di lui.<br />
<br />
A proposito di Cofferati: aveva detto che rinunciava a candidarsi a Bologna perchè voleva stare vicino al figlio e poi si candida per Strasburgo.<br />
Delle due l\'una: o Cofferati è il solito ipocrita come molti suoi colleghi, o il figlio è un rompicojoni incredibile.<br />

Ecco un altro che gioca - termine quanto mai appropriato - a fare lo statista. Passacarte delle veline spedite Roma anziché attento osservatore della realtà locale con tutte le sue specificità e criticità. Che dio ce la mandi buona...

docente scuola superiore

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ancora siampo qui ad ascoltare cifre inesatte e commenti dal PD che fanno ribrezzo. Mi chiedo se non avete niente di nuovo da dire e da proporre perchè non vi prendete uno sdraio e un ombrellone e ve ne state al mare, cosi non statte sempre a blaterale. 42.000 e più esuberi? ok ma se quaesti sono stati assunti che non servivano ma per piacere dei politici oppure con un contratto da precari che cosa vogliono? Il precario ha un contratto a termine e quando finisce se ne torna a casina sua perchè questi invece che sono nel pubblico vogliono il posto fisso per forza.

Ecco cosa succede con la scuola che vorrebbe questo centro destra... Questo commento ne è l\'emblema!<br />
Se andremo avanti su questa strada tutti i commenti saranno così!<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Mi associo. La scuola dovrebbe avere attenzioni particolari, invece è sottoposta a dissanguamenti più che tagli, deleteri per gli alunni, ma agli insegnanti chi ci pensa? Un lavoro squalificato e squalificante che neanche chi vorrebbe svolgere al meglio avrà più la possibilità di farlo. E si punterà il dito sull\'insegnante, non sul governo, perché questo è presente, l\'altro lontano.

Off-topic

Celticus perché non parli di cose che sai? Oltre che ignorante e disinformato sei anche supponente. E stai sotto l\'ombrellone quando vai al mare.

A me piacerebbe una buona scuola, diversa da quella attuale fatta da professori poco preparati, piena di sprechi e con docenti spesso politicizzati che son tutto tranne che imparziali, dove si insegnino decentemente le varie materie e una scuola, ma più in generale una P.A. col numero giusto di dipendenti, non con un numero spropositato di personale che io te e tutti gli altri ragazzi pagheremo in futuro solo per il gioco di una stupida politica, che stai difendendo.<br />
W le riforme!

Quali sarebbero ste discipline significative e sto lavoro produttivo fatto nelle sperimentazioni?<br />
Dai che ce famo quattro risate...

Dai Bartò...assumi tutti i 42mila precari