Chiaravalle: al Teatro Valle le due anteprime di \'If I Was Madonna\'

23/04/2009 - In attesa del debutto nazionale (domenica 26 aprile al Teatro Sperimentale di Ancona - ore 21.15), partono da domani le due anteprime di una delle nuove produzioni del Teatro Stabile delle Marche (che quest’anno ha circuitato in tutta Italia 11 produzioni): If I Was Madonna con drammaturgia di Alessandra Morelli e Alessandro Sciarroni (anche regista) e otto attori. Le anteprime saranno dunque in scena il 23 e 24 aprile al Teatro Valle di Chiaravalle (dove lo spettacolo sta provando) alle 21.15, il 23 aprile è previsto anche un incontro con l’artista alle ore 17.30 a cura di Gilberto Santini sempre al Teatro Valle di Chiaravalle.

Lo spettacolo è tra i vincitori del progetto nazionale Nuove Sensibilità 2008 a cui partecipa da due stagioni lo Stabile Pubblico marchigiano e l’Amat con altri sette Enti nazionali e L’ETI, per sostenere le giovani generazioni di registi e drammaturghi .

Questo un progetto curioso, dalle note del regista Alessandro Sciarroni - Ho scelto di partire dalla figura di Madonna Ciccone per il desiderio di dimenticarla subito dopo e di lavorare con attori che abbiano delle caratteristiche fisiche molto diverse fra loro e soprattutto molto diverse dal corpo della cantante. Non m’interessa dare un giudizio di valore artistico, sociologico, o storico rispetto al fenomeno. M’interessa creare un’allegoria intorno alla poetica di una cantante pop, che negli anni è riuscita a convertire in realtà un enorme affresco utopico - come ogni prodotto pop in genere -.

Per If I was Madonna vede in scena: Chiara Bersani, Angela Cecchitelli, Ettore Lombardi, Greta Olivieri Pennesi, Davide Passaretti, Matteo Ramponi, Laura Sciabarrà, Alessandro Sciarroni, creazione Alessandro Sciarroni, drammaturgia Alessandra Morelli, Alessandro Sciarroni, elaborazione sonora Paolo Persia, abiti di scena Ettore Lombardi, disegno luci e cura tecnica Mauro Marasà. La produzione del Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con Amat ha visto la collaborazione per gli spazi delle prove dell’Officina Concordia Comune di San Benedetto del Tronto e del Teatro Valle di Chiaravalle il tutto nell’ambito del Progetto Nuove Sensibilità in collaborazione con l’ETI.

In If I was Madonna in effetti, la figura della pop star funziona come se fosse una lingua scritta da tradurre, da convertire. Come in un “dizionario”, in cui da un lato viene presentato il linguaggio iconografico e biografico della cantante, mentre dall’altro vi è la traduzione che ne dà Sciarroni attraverso la presentazione di azioni, suoni, relazioni e immagini. Alla vocazione “pop” della donna di successo, viene contrapposta quella concettuale dell’artista/performer. La figura di Madonna viene messa in scena come se si trattasse di un classico teatrale da tradurre attraverso i linguaggi della contemporaneità.


La performance è strutturata come un lungo videoclip che prende in esame i temi salienti della poetica della pop star. In questo spettacolo però, la cantante non ha nessun controllo sulla regia e soprattutto al suo posto come performance artist c’è qualcun altro (tre uomini di età differenti, una giovane ragazza disabile fisica, una donna e una bambina). Lo spettatore che non conosce la biografia personale ed artistica della Signora Ciccone, non risente della mancanza di queste nozioni. Si trova dinanzi ad un’opera originale, inedita, poiché il lavoro si muove attraverso il difficile territorio dell’identità. Attraverso qualcosa che riguarda ognuno di noi.


Alessandro Sciarroni, dal 1998 al 2006, compie la sua formazione artistica partecipando in qualità di attore e performer alle principali creazioni di Lenz Rifrazioni: una delle realtà più interessanti nel panorama della ricerca teatrale contemporanea italiana. In particolare, per i ruoli da lui rivestiti all’interno del progetto monografico della compagnia su Calderòn de la Barca, viene segnalato dalla critica italiana e straniera come sensibile interprete della scena artistica contemporanea. Nel 2007 firma la sua prima creazione come artista indipendente. La performance intitolata “Your girl”, viene selezionata e partecipa in concorso alle serate finali del Premio Internazionale della Performance di Dro, Centrale Fies. Il lavoro “If I was your girlfriend”, sempre del 2007, vince il premio “Germogli”, mentre nel 2008 vince il premio “Nuove Sensibilità” con il progetto “If I was Madonna”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2009 alle 20:09 sul giornale del 23 aprile 2009 - 2596 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, teatro stabile delle marche