Spacca celebra il 25 aprile, ma il Tnt insorge contro Marasca

matteo marasca 3' di lettura 26/04/2009 - La città di Jesi celebra il 64esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, ricorda la Resistenza, il sacrificio di martiri e partigiani per la Democrazia e l’unità d’Italia, riafferma i valori di unità e fratellanza per la Patria.

E se il Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca e il sindaco Fabiano Belcecchi nel loro discorso hanno paragonato il soccorso e lo spirito di solidarietà degli italiani nel terremoto che ha devastato l’Abruzzo al coraggio e al sacrificio dei partigiani nella Seconda Guerra mondiale e nella Resistenza, d’altra parte la commemorazione è stata segnata da tensione politica. Durante il corteo delle autorità civili e militari - che come da tradizione sfila dopo la cerimonia religiosa al monumento di viale Cavallotti fino al palazzo comunale - sono spuntati striscioni, cori e volantini.


Un sit-in ad personam del Centro sociale autogestito Tnt di via Politi contro il capogruppo consiliare del movimento “Jesi è Jesi” Matteo Marasca (nella foto) sulla questione politica delle sedi delle associazioni jesine, tra cui anche quella del centro sociale. La questione, sollevata in consiglio da Marasca e sostenuta dal capogruppo di Alleanza nazionale Daniele Massaccesi è stata presa dai soci del Tnt come una “alleanza per minacciare la chiusura della sede di via Politi”. “Una strumentalizzazione fuori luogo - ribatte Marasca - e mi dispiace molto che sia stata fatta proprio nel giorno della commemorazione del 25 Aprile. Così come mi dispiace che in un momento in cui tutti dovremmo essere uniti, nessuno del consiglio comunale abbia fatto niente per intervenire e placare la protesta. Inammissibile”.


L’agitazione si è calmata solo quando le autorità sono salite nella sala consiliare per la prolusione del Governatore Spacca, il quale ha sottolineato come “il 25 Aprile sia un giorno che testimonia i valori di pace, solidarietà e giustizia che vengono tradotti in azioni quotidiane. Noi come Comune, come Regione li stiamo onorando difendendo il lavoro. La nostra regione vive di lavoro, anche se sta attraversando un momento di grave difficoltà specie nella provincia di Ancona. Oggi la Resistenza è la difesa del lavoro. E’ significativo che la celebrazione si svolga a Jesi, affinchè sia pienamente vissuta e non diventi solo retorica. Dobbiamo mantenere vivo nei cittadini, specie nei giovani, il senso di questa ricorrenza attraverso la responsabilità personale: ognuno deve fare la sua parte esaltando il ruolo centrale dei Comuni”. Il governatore ha poi ricordato l’impegno delle Marche in favore dell’Abruzzo, così come il sindaco Belcecchi.


“Oggi celebriamo il senso di gratitudine della nostra città per il sacrificio delle vite umane per i valori di democrazia, libertà e giustizia. Valori di un popolo che sono tornati alla ribalta dopo il devastante terremoto in Abruzzo, una calamità che ha spezzato centinaia di vite umane e che ha unito nella solidarietà tutta l’Italia, superando anche le fazioni politiche. Desidero in questa occasione ringraziare tutti i volontari, la protezione civile e quanti hanno prestato soccorso in quelle terre martoriate. Una grande catena umana di solidarietà, fratellanza che resta sotto pelle, emergendo in quelle situazioni di emergenza. Viva il 25 aprile, viva la Resistenza, viva la nostra Carta Costituzionale”. Nel pomeriggio, la città ha ricordato un altro giovane partigiano, Ivo Pasquinelli, fucilato a soli 20 anni e a cui è stato intitolato il Parco Granita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2009 alle 19:23 sul giornale del 27 aprile 2009 - 2428 letture

In questo articolo si parla di attualità, matteo marasca, tnt, Talita Frezzi


Questo Tnt oramai fa\' un pochino ridere.<br />
A parte i manifesti che vanno appendendo in giro su svariati $posti_illegali, non riescono a capire che il solo fatto di avere un assessore \"estratto\" dal loro mondo non li rende \"al di sopra\" delle parti. <br />
<br />
Un assessore che sulle materie che gli competono si dimostra impreparato su tutti i fronti (\"e\' solo un anno e mezzo che sto\' qui\" disse, alla serata di JesiAttiva per giustificare le sue incompetenze).. ma che appena si \"tocca\" il tnt reagisce con velocita\' fulminea e si dice \"pronto\" a tirar fuori soluzioni da un giorno all\'altro.<br />
<br />
Patetici, loro ed il loro assessore.

L\'unico che non può permettersi di dare del patetico a qualcun altro sei proprio tu,Marcomanno:sempre ossessionato da Maiolatesi.<br />
ogni occasione è buona per tirare fuori le stesse sterili polemiche e per sfoggiare il tuo paraocchi.<br />
<br />
Anche se l\'argomento è stato toccato più volte, tocca ripetere che il TNT in 20anni non è la prima volta che si trova di fronte a situazioni difficili (indipendentemente dagli assessori di turno) ,ma ne è sempre uscito con le proprie forze e con successo.<br />
pare che però questo non lo ricordi..forse in quegli anni eri ancora troppo concentrato a giocare al piccolo chimico.. <br />
<br />
Non crederti paladino delle battaglie giuste, porta rispetto per quelle altrui(TNT incluso) e per tutti coloro che cercano di dare un contributo alla città, indipendentemente da come la pensi.<br />
Non per sostituirmi ai moderatori, ma comincia a guardare i titoli e le tematiche degli articoli: in questa pagina si parla della manifestazione del 25aprile e non della riconversione.

Si parla del comportamento di un gruppo che ha disturbato la celebrazione di una festa di tutti, accaparrandosi l\'immeritata attenzione.<br />
<br />
Si parla del comportamento di un gruppo che ha, guarda caso, un assessore di riferimento che non ha una sola delega... ma che si comporta in maniera ben diversa a seconda di cio\' di cui si parla. Quando si parla di ambiente o gli si tocca il suo \"gruppetto\" (e di jesici ce ne sono 40.000, di associati al tnt quanti ?!?).<br />
<br />
Dici \"Anche se l\'argomento è stato toccato più volte, tocca ripetere che il TNT in 20anni non è la prima volta che si trova di fronte a situazioni difficili (indipendentemente dagli assessori di turno) ,ma ne è sempre uscito con le proprie forze e con successo.\" Verissimo. Peccato che ora la situazione e\' un pochettino diversa e se fossi un minimo obbiettivo lo capiresti anche tu (finora non avevano MAI avuto un assessore loro espressione) <br />
<br />
Io porto rispetto per le battaglie altrui, sempre se gli altri rispettano me. Cosi\' non e\'. Il Tnt si ritiene l\'umico soggetto in diritto di portare avanti \"battaglie\".. ho assistito a delle simpatiche scenette del Tnt contro il Comitato e contro Mei, colpevoli (nella loro visione) di andare \"contro\" il loro assessore. <br />
<br />
Non sono paladino di battaglie giuste, e non ritengo assolutamente che quelle degli altri siano sbagliate, ma il Tnt non e\' piu\' quello di 20 anni fa\'.<br />
<br />
Per l\'off topic hai ragione avrei dovuto rispondere sul thread di Marasca, ma oramai l\'ho scritto qui e chiedo scusa.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

ma secondo te, se al TNT fa comodo un assessore, credi che al comune faccia allo stesso modo comodo un assessore proveniente dall\'area antagonista? nei fatti:quali favori ha avuto il TNT da Maiolatesi?cosa ci stiam perdendo noi comuni mortali?<br />
<br />
Non solo il TNT è cambiato rispetto a 20anni fa, ma è una realtà in continua trasformazione...che vede un mutamento di obiettivi,persone,modi d\'operare.<br />
Essendo un centro sociale non ha né uno statuto né un unico obiettivo. Ha dei principi di base solidi, è libero di muoversi e di articolare le sue attività politiche e sociali a seconda di come variano gli scenari sia locali che su larga scala.<br />
<br />
il 25 aprile ha visto una contestazione: si è espresso un dissenso verso una persona che ha una certa posizione,condivisibile o meno, verso il centro sociale. Come Marasca predilige la comunicazione via blog e via comunicati, il TNT ha scelto la piazza.<br />
Anche se qua a jesi,tra i politici e non solo, non c\'è questa abitudine, si tratta comunque di una legittima forma di libertà d\'espressione e bisogna prenderne atto.<br />
se dobbiam fare perbenismo sui toni e i contenuti, si rischia di cadere nei soliti errori dei nostri tempi...gli stessi che abbavagliano la satira, censurano chi affronta argomenti scomodi e danno del terrorista a chi scende in piazza.<br />
<br />
forse tutto questo scandalo deriva da chi, qui a jesi, è abituato a considerare la manifestazione del 25 Aprile come una semplice,abitudinaria e muta sfilata..<br />
credo che l\'unica cosa disturbata sia stato il sonno del corteo, non con la contestazione ma con i canti e quel \"Bella ciao\" passati in secondo piano..<br />
<br />
infine, in tema di 25 aprile, più che scandalizzarci di ciò che è accaduto a Marasca, dovremmo preoccuparci de

infine, in tema di 25 aprile, più che scandalizzarci di ciò che è accaduto a Marasca, dovremmo preoccuparci dell\'amministrazione di falconara m. che ha vietato alla banda di suonare \"Bella ciao\"...<br />
c\'è parecchio da festeggiare..

Sempre gli stessi :-) <br />
<br />
20 anni fa\' avevo 13 anni. Andavo a scuola... sai.. istruzione... studio... impegno... quelle cose strane...<br />
<br />
Le intimidazioni \"siccome sappiamo chi sei\" attaccano poco con me, caro/a Anonimo. <br />
<br />
Io parlo del Tnt che ho conosciuto. Di quello di 20 anni fa e delle sue lotte non ho detto nulla, infatti ho affermato che il Tnt attuale NON E\' quello di 20 anni fa! Che diversamente da quello di 20 anni fa HA SANTI IN PARADISO, per questo li chiamano \"diversamente obbedienti\" perche\' oramai lo spirito del Tnt è radicalmente cambiato. <br />
<br />
Io ho visto i massimi esponenti del Tnt dare addosso ad un pensionato perche\' non avevano argomenti per ribattere alle sue argomentazioni. Ho visto membri del tnt \"offendersi\" per non essere stati \"invitati\" nel Comitato (ed è tutto dire!). Ho visto l\'ex coordinatore-ora assessore rimproverare al Comitato di non aver mai \"okkupato\" (con le K che vi piacciono tanto) il suo ufficio. Ho visto Kommenti come i tuoi che, al solito, non avendo argomentazioni vanno avanti per insulti dal cosiddetto \"anonimato\". <br />
<br />
\"costretto a fare l\'amico quando ti incontriamo di persona, tu sì che sei patetico\" <br />
vedi... a differenza vostra io non so\' chi sei/siete e non sono abituato ad insultare chi non conosco ;) Purtroppo alle iniziative che abbiamo organizzato non vi siete mai presentati. Certo.. Come potreste andare contro il vostro assessore ? <br />

miky80

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV