XXV Aprile: Marasca attacca Maiolatesi

matteo marasca 27/04/2009 - Il Signor Gilberto Maiolatesi deve scegliere da che parte stare: se dalla parte delle istituzioni democratiche o dalla parte di coloro che insultano e offendono come è avvenuto nel corso della manifestazione del 25 aprile.

Le parole rivolte al sottoscritto vanno di molto al di là della critica politica, colpiscono la persona diffamandola e denigrandola, in un’occasione dove tutta la città e le forze politiche avrebbero dovuto ricordare insieme i sacrifici dei nostri partigiani nella guerra di liberazione.

La strumentalizzazione di questa festa nazionale e l’appropriazione della cerimonia ad opera dei militanti del Centro Sociale TNT è un gesto indecoroso e offensivo, non solo nei miei confronti, ma anche nei confronti dei tanti partecipanti intervenuti.

Manifestare per ragioni proprie durante una cerimonia di tutti e farlo in quel modo è una cosa lontana dai principi veri della resistenza. Ringrazio tutte le forze politiche democratiche che mi hanno espresso la propria solidarietà per ciò che è tristemente avvenuto, rilevo con dispiacere che manca ancora una netta presa di distanze da parte del nostro Assessore all’Ambiente reo di aver, con comunicati un poco ambigui (“se Marasca continua a buttare benzina sul fuoco subirà conseguenze pericolose”), contribuito notevolmente ai fatti verificatisi e al clima creatosi in città.

Detto ciò, il sottoscritto continuerà nella propria battaglia intrapresa, ovvero continuerà a vigilare che i soldi pubblici vengano spesi nell’interesse di tutti e non di pochi. Inoltre continuerò a chiedere pari dignità per tutte le associazioni jesine come è giusto che sia.

Chi vuole continuare a difendere i propri privilegi ingiuriando le persone, la magistratura e le istituzioni è libero di farlo, ma sappia che nella nostra democrazia ci sono delle regole e queste vanno rispettate.

da Matteo Marasca
capogruppo Movimento Democratico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2009 alle 16:57 sul giornale del 27 aprile 2009 - 1789 letture

In questo articolo si parla di politica, 25 aprile, jesi, movimento democratico, jesi è jesi, matteo marasca, tnt, gilberto maiolatesi


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Appriopiarsi di cosa? Egregio giovanotto, i valori della resistenza non sono qualcosa solo del passato ma sono qualcosa da salvaguardare e direi anche purtroppo da riattualizzare, visti i tempi che corrono. Servono i fatti per difendere tali valori, non le parole di circostanza. Lei sta attaccando uno dei pochi luoghi rimasti che dal basso con persone comuni tentano di fare resistenza. \"La resistenza non è solo un ricordo\"

julio

Commento sconsigliato, leggilo comunque