Manifestazione contro la chiusura del Tnt

tnt 07/05/2009 - \"Ci sono fatti nella storia che per una serie di circostanze assumono un carattere simbolico. La volontà di chiudere il Centro Sociale Autogestito TNT di Jesi è uno di questi\".

Il governo delle destre opera veloce a colpi di decreti legge e in nome della sicurezza mette i militari nelle strade delle nostre città, impedisce i cortei nei centri cittadini, accresce i poteri dei Prefetti, infonde la paura, adotta leggi razziste, alimenta l\'ignoranza tagliando fondi e personale alla scuola pubblica, spinge i Sindaci ad adottare ordinanze che regolamentano la nostra quotidianità, controlla tutti i mezzi di comunicazione e di informazione.



La crisi, prodotta dai grandi potentati della Finanza mondiale e dalla cattiva gestione dei fondi pubblici che troppo spesso vanno a finire nelle tasche degli speculatori, viene fatta ripagare tutta ai lavoratori, ai precari, a chi è più in difficoltà. Lo slogan adottato da tutti è quello della “legalità”, ma grazie ad un gioco perverso in nome della legalità si restringono sempre più le libertà e i diritti fondamentali delle persone. In tutto questo i Centri Sociali rappresentano oggi molto più che spazi di aggregazione e produzione di cultura alternativa. I Centri sociali sono luoghi di autorganizzazione, di cooperazione sociale, di costruzione del comune, frontiere di difesa dei diritti, veri e propri presidi della Democrazia. Una Democrazia viva, che produce conflitto salutare, pensiero e pratica critica, sperimentazione di nuove forme di comunità resistenti, laboratori di partecipazione attiva e collettiva alla vita della città. I Centri sociali sono alternativa di vita, luoghi di innovazione e costruzione di nuove relazioni sociali. Ogni Centro Sociale è un transito di chi cerca libertà oltre i recinti, è l\'incrocio delle lotte e dei sogni, è lo spazio di aggregazione e di mobilitazione di desideri e aspettative, è una macchina che autogestisce e autoproduce. Oggi i Centri Sociali sono spazi scomodi, sono spazi in pericolo.



Il tentativo di chiudere il TNT non ha solo un significato locale, ma è un simbolo dell\'attacco frontale che tutti gli spazi e movimenti sociali stanno subendo: Falconara (csa Kontatto), Senigallia (csa Mezza Canaja), Civitanova (Jolly Roger), Fabriano (Luigi Fabbri), Pergola (la Squola)...come nel resto d\'Italia. Oggi, in linea con la tendenza generale, per tentare di chiudere il TNT si usa l\'arma della Magistratura. Ciò che sta avvenendo è paradigmatico di un periodo in cui ogni traccia di pensiero critico va eliminata, ogni resistenza va repressa con la forza, ogni dimensione collettiva di partecipazione va riportata all\'individualismo e alla passività, ogni insicurezza va tranquillizzata col carcere e il manganello. Tutto va riportato a norma, ma quale è la normalità?


IO NON SONO A NORMA. PER IL DIRITTO DI RESISTENZA.


LIBERTA\' CONTRO LA CRISI! TNT VIVE!


IO NON SONO A NORMA


i migranti lasciati morire in mezzo al mare: sono a norma

finanziare le banche che hanno prodotto la crisi usando i nostri soldi: è a norma

lavorare da precario e in affitto: è a norma

mettere i militari nelle strade delle nostre città: è a norma

vietare le manifestazioni il Sabato e la Domenica: è a norma

controllare tutti i mezzi di comunicazione: è a norma

tagliare i fondi della scuola pubblica: è a norma

curare l\'insicurezza col manganello: è a norma

manifestare sotto i simboli delle svastiche: è a norma

ma c\'è ancora chi non è a norma: per questo deve resistere! Ogni tentativo di eliminarci, ci ha reso più forti ogni volta che hanno tentato di toglierci lo spazio, non ci sono riusciti ogni volta che hanno provato a tapparci la bocca, abbiamo gridato più forte...



JESI - SABATO 16 MAGGIO 2009 - MANIFESTAZIONE ORE 16 CONCENTRAMENTO AL CENTRO SOCIALE AUTOGESTITO “TNT” VIA POLITI (200 metri dalla Stazione dei treni) ore 20, al termine del corteo CONCERTO LIVE PIAZZA DELLE MONNIGHETTE (VICINO PIAZZA DELLA REPUBBLICA)


Assemblea permanente a difesa del “TNT”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2009 alle 18:31 sul giornale del 07 maggio 2009 - 1223 letture

In questo articolo si parla di attualità, csa tnt