Mille firme contro gli impianti di riconversione proposti da Sadam

raccolta di firme 14/05/2009 - Martedì mattina il presidente del Comitato Marco Rossano Gambini e il vicepresidente Massimo Gianangeli hanno consegnato al sindaco di Jesi Fabiano Belcecchi e al presidente del consiglio comunale Paolo Cingolani la prima tranche di 1000 firme della petizione. Ma la raccolta continua.

Il Comitato per la Tutela della Salute e dell’Ambiente della Vallesina non si ferma. La lotta contro le ipotesi di riconversione degli impianti dell’ex zuccherificio proposti da Sadam continua spedita.

“Non possono ignorare la volontà dei cittadini - dicono i rappresentanti del Comitato di Tutela - quindi continueremo a raccogliere firme. Chiediamo che le Istituzionipossano ergersi a garanzia e difesa del nostro territorio nei confronti di proposte industriali che possono risultare irrispettose della salute pubblica e incompatibili con la preservazione dell\'ambiente naturale ed economico della Vallesina tutta.

Per agevolare le decisioni del Consiglio Comunale riguardo la delicata questione della riconversione Sadam, vorremmo evidenziare quanti cittadini, firmando la nostra petizione, si stanno mobilitando per esprimere la loro contrarietà agli impianti proposti da Sadam e per chiedere che il mantenimento dei posti di lavoro (40 per raffineria e centrale) non venga ottenuto a scapito di una intera collettività.

L\'attenzione crescente dei cittadini - continuano Gambini e Gianangeli – pone l’esigenza di una seria e determinata azione politica che porti la Eridania-Sadam, se veramente interessata a continuare ad investire nella nostra zona, e quindi se davvero interessata a produrre occupazione, a proporre riconversioni alternative realmente integrate con il territorio e con l’economia locale, oltre che non impattanti dal punto di vista ambientale, come avvenuto in altre situazioni analoghe. Tutto ciò - concludono i vertici del Comitato di Tutela della Vallesina - anche alla luce del fatto che l’atto di indirizzo votato dal Consiglio Comunale del 13 dicembre 2008 è stato già disatteso”.

La raccolta di firme proseguirà, entro fine mese il Comitato chiederà un nuovo appuntamento per un\'ulteriore consegna.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2009 alle 01:12 sul giornale del 13 maggio 2009 - 1038 letture

In questo articolo si parla di politica, sadam, Comitato Tutela della salute e dell\'ambiente della Vallesina, raccolta di firme, Talita Frezzi, firme