\'Figlio di un canto anarchico\': mostra di pittura e debutto di Andrea Cangemi -poeta

15/05/2009 - Pittore, incisore e adesso anche poeta. Andrea Cangemi, eclettico artista jesino, riesce a sorprendere ancora una volta.

Per questo l’amministrazione comunale e in particolare l’assessorato alla cultura promuovono l’inaugurazione della sua nuova mostra “Figlio di un canto anarchico” abbinata alla presentazione del libro omonimo di poesie. L’appuntamento con l’arte e con Andrea Cangemi è per il 20 maggio prossimo alle 18,30 presso la chiesa di San Nicolò.


L’evento è stato presentato ieri alla Pinacoteca civica dall’assessore alla cultura Valentina Conti e dalla direttrice della Pinacoteca civica Loretta Mozzoni. “Sono 31 disegni a matita – spiega l’artista – a cui abbino, in una sorta di affinità occulte, i miei primi scritti poetici.


Alla presentazione interverranno l’assessore alla cultura Valentina Conti, il critico letterario Fabio Ciceroni e lo storico dell’arte Giovanni Faccenda. “Figlio di un canto anarchico” è una provocazione chiaramente politica, ma solo nella sua lettura superficiale: il canto anarchico è l’amore”. Il libro è edito dalla casa editrice Guasco di Ancona.


La personale resterà aperta dal 20 al 27 maggio con orario 10/13 e 17/20.












Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2009 alle 19:18 sul giornale del 15 maggio 2009 - 5114 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di arte, cultura, pittura, jesi, Talita Frezzi, pittore, andrea cangemi