La chirurgia di Jesi in diretta operatoria al XX Congresso internazionale dell’apparato digerente

ospedale 27/05/2009 - Per il secondo anno consecutivo, l’unità di chirurgia degli Ospedali di Jesi, diretta dal dr. Giorgio Cutini, ha partecipato al XX Congresso di Chirurgia dell’apparato digerente, svoltosi a Roma, presso l’Auditorium del Massimo all’Eur.

Il Congresso, promosso e presieduto dal Prof. Giorgio Palazzini, direttore del dipartimento Scienze chirurgiche Università La Sapienza di Roma, rappresenta un appuntamento ormai consueto e apprezzato nel panorama medico-scientifico internazionale, per la sua capacità di confrontare e condividere esperienze, idee, nuove tecniche dai 5 continenti. All\'evento, vero punto fermo della stagione medico-scientifica, prendono parte ogni anno i più importanti e prestigiosi chirurghi del Mondo,collegati in videoconferenza.



Durante le due giornate, vengono effettuati interventi chirurgici, illustrati in tempo reale dagli stessi specialisti; interventi proiettati su otto mega schermi ad alta risoluzione e tradotti in simultanea in quattro lingue. I collegamenti in tempo reale hanno visto protagonisti i più affermati chirurghi internazionali, dalle sale operatorie di Giappone, Usa, Sud Africa, Australia, Russia, Sud America, Europa e, fra tutte, anche la chirurgia di Jesi, ritenuta uno dei centri di riferimento tra i più qualificati in Italia. Nell’edizione 2009, i partecipanti nella sede congressuale sono stati oltre 2.600 ed inoltre circa 21.000 chirurghi hanno seguito il congresso attraverso internet.



La Chirurgia “in diretta” è il punto di forza del congresso, con trasmissioni video effettuate con tecnica HD (Alta definizione), di cui la nostra chirurgia è in possesso. La partecipazione della chirurgia di Jesi è stata possibile soprattutto grazie all’esperienza acquisita da tutto il personale infermieristico di reparto e di sala operatoria, indispensabile per il successo di questa delicata metodica chirurgica. Da sempre figura di riferimento nella chirurgia miniinvasiva e cultore dell’innovazione tecnologica in chirurgia, legato al prof. Palazzini da grande amicizia e collaborazione professionale, il dr. Cutini ha operato in diretta dalle sale operatorie dell’ospedale di Jesi in collegamento con la sede congressuale. Gli interventi eseguiti in laparoscopia sono stati una gastrectomia per malattia neoplastica e una colectomia dx.



I pazienti operati nel corso del congresso sono stati già dimessi. Il primo intervento viene eseguito solo in 4 centri in Italia e in pochissimi altri nel mondo. Nella chirurgia di Jesi interventi di alta chirurgia con tecnica laparoscopica vengono eseguiti routinariamente. La tecnica laparoscopica è quella che permette attraverso 4 piccoli fori sull’addome di espletare interventi anche complessi in estrema sicurezza e radicalità con i vantaggi di una assenza di dolore, di una ripresa più veloce delle attività di relazione e lavorative. Con legittimo orgoglio, confermato dall’apprezzamento di eminenti colleghi a livello nazionale ed internazionale e, soprattutto, dalla soddisfazione dei cittadini, guardiamo quindi obiettivi e risultati raggiunti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2009 alle 17:59 sul giornale del 27 maggio 2009 - 2982 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, Asur Jesi


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV