Recanati: operazione \'Gioventù bruciata\', due arresti e una denuncia per droga

carabinieri 13/06/2009 - Arrestati due marocchini per traffico di sostanze stupefacenti e deferito in stato di libertà un italiano.

Al termine dell\'operazione denominata \'Gioventù bruciata\' con la quale i Carabinieri della Compagnia di Macerata hanno dato un altro duro colpo allo spaccio di sostanze stupefacenti nella Provincia, sono stati tratti in arresto due marocchini e denunciato a piede libero un italiano.


Nel corso di tali operazioni sono state eseguite perquisizioni e controlli, grazie ai quali i militari della stazione di Montefano, in collaborazione con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Macerata e di Mogliano hanno sequestrato 3 grammi di cocaina, strumenti per il confezionamento delle dosi e circa 400 euro in contanti, ritenuta provento giornaliero dello spaccio. I due marocchini arrestati, che dovranno rispondere del reato di traffico di sostanze stupefacenti, ormai radicatisi soprattutto nella provincia maceratese, avevano messo in piedi un redditizio mercato delgli stupefacenti.


L\'operazione \'Gioventù bruciata\', che ha portato anche alla denuncia in stato di libertà di un italiano, è il risultato di mesi di appostamenti e monitoraggi. Infatti, il blitz dell\'altra sera è scattato dopo l\'ennesimo servizio di osservazione per le vie di Recanati da parte dei militari che hanno notato, come in altre occasioni, che le autovetture in uso agli indagati si incontravano con giovani tossicodipendenti.


Così, i Carabinieri della Compagnia di Macerata hanno deciso di intervenire proprio nel momento in cui il marocchino E.M., a bordo della propria auto con la moglie e i due figli minori, si apprestava ad incontrare l\'italiano P.N., al quale cedeva una dose di stupefacente.


A seguito dell\'intervento e degli opportuni controlli, i militari sono riusciti poi a risalire al secondo marocchino, A.T., che aveva il compito di rifornire l\'altro della sostanza stupefacente.






Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2009 alle 19:03 sul giornale del 13 giugno 2009 - 963 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, recanati, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di montefano, carabinieri di macerata


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Bhe, insomma: se le quantità erano quelle più che un duro \"colpo\" allo spaccio è una battita d\'arresto, magari importante (se non son stati diramati tutti i dati).<br />
Spero sia il classico bandolo della matassa, allora si la cosa si farà interessante!