Marcantoni: ecco le cause della crisi del PD senigalliese

3' di lettura 22/06/2009 - E bravo Stefano Schiavoni! Finalmente qualcuno nel PD trova il coraggio, dopo le elezioni del 6 e 7 giugno, di dire le cose come stanno, anche il tono è sempre curiale e giustificativo.

Perché finora da molti esponenti di quel partito abbiamo ascoltato, sia a livello nazionale che nella nostra città, affermazioni quasi trionfalistiche sul risultato elettorale. Tutti ricordiamo le parole della Senatrice Silvana Amati che, a spoglio appena concluso, dichiarava la buona tenuta del suo partito anche nella nostra città, cosa che faceva ben presagire anche sulle prossime elezioni amministrative.

Ora, se perdere circa 4000 voti la rende così soddisfatta, noi non possiamo che augurarle di perderne altrettanti la prossima tornata elettorale, così raggiungerà vette di felicità ancora più alte. E\' bene poi ricordare che il PD, o i Democratici di Sinistra prima, nelle ultime sfide elettorali amministrative sono andati sempre peggio che nelle consultazioni a carattere europeo o nazionale.
Forse proprio perché, come dice sempre Schiavoni, \"c\'è un\'attenzione diversa quando bisogna votare per il futuro della propria città\". Tanto che i risultati in campo nazionale sulle amministrative appena concluse non sono migliori di quelli europei, avendo il PD perso la stragrande maggioranza delle province e dei comuni che amministrava.

Ma l\'analisi che Schiavoni avanza a giustificazione della sconfitta elettorale ha certamente elementi di verità. Quando afferma che i DS erano un partito radicato nel territorio con contatto quasi quotidiano con la propria base, e che invece ora il PD non riesce a ristabilire questo contatto, dice certamente una verità.

E ciò lo si può vedere confermato particolarmente nella nostra città, dove forse come mai fino ad ora il distacco tra il partito che amministra e i senigalliesi è stato così ampio.
I comitati cittadini contro le scelte di questa Amministrazione ormai non si contano più, e basta girare per i quartieri o nel centro storico per sentire sempre più frequenti e feroci critiche contro chi governa la città, sia sui singoli atti che sull\'atteggiamento molto spesso tutt\'altro che volto all\'ascolto dei cittadini.

La vicenda della colonia ex Enel è emblematica da questo punto di vista. A fronte della possibilità di verificare se i senigalliesi fossero in sintonia con le scelte di Sindaco e Giunta sulla deviazione del lungomare davanti alle colonie stesse, c\'è stata una chiusura totale negando la possibilità a tutti di poter esprimere la propria valutazione. E la cosa non è di poco conto, visto che tale progetto cambia in maniera sostanziale e straordinaria un comparto territoriale che così è da un secolo e mezzo.

Poi è giusto e sacrosanto che una Amministrazione che è stata votata per amministrare un territorio possa e debba compiere scelte che ritiene importanti per la comunità, ma visto che questo specifico progetto non era nel progetto politico per cui si è chiesto il voto, non sarebbe stato né antidemocratico, né disdicevole sentire magari l\'opinione della città.
Credo che sia prorprio in questo atteggiamento poco, forse per nulla dialogante, caro Schiavoni, una delle cause che sta facendo fallire il progetto del Partito Democratico, che sta perdendo consenso anche in quelle roccaforti ritenute fortezze sicure ed inespugnabili.

E quando non si dialoga si diventa autoreferenziali e portatori soltanto di interessi di parte, cosa che è in contraddizione con l\'aggettivo \"democratico\" che accompagna il vostro partito.

da Fabrizio Marcantoni
Coordinamento Civico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2009 alle 18:09 sul giornale del 22 giugno 2009 - 4656 letture

In questo articolo si parla di politica, stefano schiavoni, fabrizio marcantoni, senigallia, coordinamento civico, partito democratico


Off-topic

<b>\"<i>Marcantoni: lecco le cause della crisi del PD senigalliese</i>\"</b><br />
<br />
lecca?<br />
sapevo che tra destra e sinistra c\'erano inciuci, ma non credevo a questi livelli!<br />
<br />
Mah...

Il Pd avrà pure perso i voti a Senigallia per le elzioni Europee, penso e mi auguro che per le amministrative ritorni la fiducia al PD e la sua coalizione. I comitati sono nati grazie alle alleanze con alcuni componenti di opposizione che prima avevano votato un progetto che si parlava da tantissimi anni, poi si sono schierati a favore dei comitati per acquisire fiducia e consensi per le prossime elezioni. Per fortuna che i cittadini si ricordano le scelte fatte e di conseguenza eleggeranno i piu\' coerenti e non gli sbandieratori. I comitati nascono quando l\'opposizione non è in grado di proporrere le alternative giuste alla maggioranza.

Il bello è che magari vinceranno i ballottaggi a Firenze e Bologna e parleranno di trionfo

egregio sig.\"candidato sindaco di Senigallia per la 4° volta\",ormai definitivamente approdato alla corte del sig.BELLACHIOMA(citando Travaglio),vedo ch Lei è molto attento alle vicende del PD senigalliese,se cosi è,come sembra,avrebbe dovuto nella sua analisi citare anche la presa di posizione del segretario di quel partito,che non mi pare,da quanto si è letto sui giornali,sia stata molto reticente sul risultato elettorale ne tanto meno sia stata all\'insegna del trionfalismo.<br />
Ciò detto,per verità di fatti,mi pare di poter affermare che anche la PDL,di cui LEI,oltre che candidato sindaco sembra essere sempre più il leader cittadino,sia andata molto bene(cicra 1800 voti in meno rispetto ad un anno e mezzo fa).<br />
Sorvolo sul suo concetto di democrazia(a dir il vero non solo suo,si trova ultimamente in buona compagnia,Porcelli,Chiappa etc,etc..):avere sulle questioni idee,proposte diverse dalle sue non significa arroganza,tantomeno sospensione della democrazia,ma dalettica democartica:saranno,al momento giusto, i cittadini ad esprimre il sovrano giudizio con il voto.<br />
Mi consenta una ultima considerazione che riguarda l\'ex colonie ENEL:se per Lei come per il sig.CHIAPPA rivestono un così alto valore storico,architettonico e non so cos\'altro,mi chiedo perchè quando Lei sindaco di Senigallia,il sig.Chiappa,mancato sindaco,ma capo dell\'opposizione in Consiglio Comunale,non avete fatto niente per o acquisirle al patrimonio comunale per poi deciderne la destinazione,o magari fin da allora chidere alla Sovraintendenza un vincolo preventivo?<br />
con osservanza.

forse perchè erano impegnati a confezionare un regalo alla Città: Villa Pieralisi.

Perché mai i comitati dovrebbero nascere per iniziativa di un pastore (di greggi, non di anime) che chiama a raccolta le pecore sguinzagliando i maremmani? Perché mai per voi politicanti tutto dev\'essere intruppamento e inciucio? E\' offensivo, molto offensivo nei confronti dei cittadini! Il civismo esiste ancora, nessuno ve l\'ha detto? <br />
<br />
Non tutto il mondo ragiona come voi, che nelle truppe trovate il vostro sostentamento (politico e non). Greggi e parco buoni sono sempre più sguarniti. Le tranvate elettorali ve lo stanno dimostrando, anche se vi rifiutate di prenderne atto tutti intenti come siete a dare un\'altra mano di colla alle sedute delle vostre poltrone...

Se tu preferisci chi regala ogni spazio che si libera agli speculatori (vedi da ultimo il parco della cesanella o l\'ex sacelit).<br />
Vedi di tacere dai!

E\' interessante riflettere sull\'affermazione di Marcantoni laddove dice che i vari comitati che sono nati danno l\'idea di come ci sia un malcontento verso questo modo di amministrare; come dargli torto?<br />
In effetti stanno nascendo sempre più comitati (e sempre più numerosi) di cittadini che contestano l\'operato di questa amministrazione e sono un bene, perchè dimostrano che alcuni cittadini hanno a cuore la loro città.

Grazie per i consigli ma fortunatamente a me non riguardano le tramvate elettorali. Ho letto in alcuni commenti che Lei non acquisisce molti consensi elettorali. <br />
Io ho molta stima e fiducia dei comitati e ne faccio pure parte.<br />
La cosa più brutta è nel vedere che all\'interno dei comitati ci si schierano persone che lottano per prendere consensi elettorali.<br />
Purtroppo questo fa perdere di fiducia lo scopo reale del comitato.

Eh beh si infatti i comitati spuntano come funghi... Formati da decine e decine di persone... Ahahahahaha

Il comitato versus complanare, a quanto mi risulta, conta più di qualche decina di appartenenti; inviterei a non prendere in giro e ad avere rispetto per persone che stanno lottando per cose molto importanti, come la difesa delle loro proprietà, casa in primis.

L\'esempio era per dire che i \" nuovi-vecchi-nuovi\" attori della politca senigalliese non è che quando c\'erano si sono distinti per fulgide azioni.<br />
Poi vorrei farti notare una piccola cosa, questa amministrazione è l\'unica in tutte le marche che ha diminuito gli indici di edificabilità.<br />
Ora, a parte che non mi sembra una misura proprio a favore della speculazione, ma vi siete chiesti come mai sia stato necessario abbassarli? Magari per riparare un pò di danni fatti dalle precendenti amministrazioni?<br />
Purtroppo la memoria storica è sempre corta e non arriva mai oltre ieri.<br />
<br />
Per quanto riguarda la cesanella, credo sia ormai una polemica sterile, rimangono ancora 12 ettari di parco, 120.000 metriquadri. Se lo fanno davvero così grande poi voglio vedere chi falcia e pota gli alberi affinchè non diventi un luogo ad uso esclusivo di sbandati o altro.<br />

Cari, ancora si litiga con tale linguaggio. <br />
<br />
Avviciniamoci, entrambe le parti... in fondo, nel locale, si dovrebbe iniziare a ragionare insieme e non tenendo conto di principi politici che ormai non esistono più... <br />
<br />
Aiutiamoci, e rispettiamo persone come Marcantoni che non ha mai perso il coraggio politico e che a differenza di molti politici senigalliesi c\'ha sempre messo la faccia. <br />
<br />
Crediamo nei progetti e non andiamo a mettere una x su un segno vecchio di 50 anni fà o su principi irreali. <br />
<br />
Marc Lebont <br />

Infatti nessuno prendeva in giro il comitato complanare... L\'ironia era sul fatto della nascita di molti comitati... Gli unici comitati sono questo e quello della Cesanella.

Mari

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il tuo commento Marc è assolutamente di buon senso e lo apprezzo; concordo nel ritenere che a livello locale non si debba necessariamente andare a guardare i colori politici, per questo mi meraviglio di come per troppe volte a Senigallia è quello che è stato fatto; dopo questa pessima amministrazione che ci ha regalato sprechi, cause pendenti, ritardi nei lavori pubblici, una viabilità disastrosa, che ha scontentato moltissimi cittadini e cerca di metterci l\'uno contro l\'altro, è proprio ora di cambiare.<br />
Sceglierò Marcantoni perchè, come tu dici, ha il coraggio di provare a cambiare questa città, in meglio.<br />
Tra le altre cose Marcantoni non è politicamente appartenente ad alcuna delle 2 parti, proviene da una realta civica, che può avvicinare anche cittadini di opposte posizioni politiche.<br />

Agli smemorati e ai disattenti ricordo un comitato contro le antenne alzate nel fazzoletto ad \'alta densità tecnologica\' (o qualcosa del genere) ricavato nel parco \'Saline\'. Ma se vogliamo passare sopra a tutti, prego. Questo solo per la precisione.

lupo palmiro

Commento sconsigliato, leggilo comunque