Scovato con un arsenale di armi, denunciato un senigalliese

1' di lettura 22/06/2009 - E\' stato trovato in possesso di un vero e proprio arsenale di armi. 

Ad essere denunciato per detenzione abusiva di armi è M.M., senigalliese di 30 anni, noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti in materia di violazioni concernenti le armi e per questo destinatario di un provvedimento di divieto di detenzione armi da parte del Prefetto di Ancona.


Gli agenti dell\'Anticrimine del Commissariato di Senigallia hanno notato l\'uomo prelevare un fucile dalla propria auto sabato sera ed entrare in un\'armeria del centro. Gli agenti a quel punto sono entrati nel negozio verificando che M.M. Non aveva il porto d\'armi. L\'uomo si è giustificato dicendo che l\'arma era delle fidanzata e che gli era stata affidata per la vendita. Dal momento però che l’arma non poteva essere portata da persone prive di titolo idoneo è stata sequestrata e M.M. segnalato per porto abusivo di armi.


Dai controlli successivi è emerso che M.M. era anche in possesso di una carabina ed una pistola ad aria compressa ed infine, nella sua abitazione, sono state trovate anche rinvenute anche una katana ed un pugnale bifilare.








Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2009 alle 21:22 sul giornale del 23 giugno 2009 - 8924 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli


Avete una vaga idea del significato della parola arsenale? La Katana ed il pugnale si possono trovare sulle bancarelle dei mercati tipo Portaportese, carabine e pistole ad aria compressa sono di libera vendita, l\'arsenale quindi si riduce ad un solo fucile che M.M. ha avuto il torto di trasportare senza essere in possesso di licenza di porto d\'armi.


<br />
commenti zero, forse perchè si tratta di un paesà? Ma se si trattava di uno \" straniero\" o peggio ancora un arabo, cosa succedeva?

l\'articolo è esagerato, ovviamenti complimenti alle Forze dell\'Ordine, visti anche i precedenti un controllo approfondito era necessario ma come ha detto milu la parola arsenale è proprio fuori luogo, in qualsiasi bancarella, perfino in edicola vendono coltelli e pistole ad aria compressa a chiunque! Anche minorenni.<br />
<br />
desaguadero ma hai problemi con i tuoi connazionali? Nessuno ti vieta di emigrare e prendere la cittadinanza in qualche altro paese, vai pure poi vediamo come ti accolgono, vediamo quanto sono solidali con te, io dico che massimo un mese e torni a casa, se torni.

l\'Italia è un paese libero... l\'Algeria o l\'Iran non mi sembra... prova lì magari...

katana e pugnale non ci devono stare sul mercato di porta portese infatti, aria compressa libera vendita ma non libero utilizzo e libero porto, ed il torto di trasportare un fucile.. è più che sufficiente!

ma che esagerato quando basta un coltello da cucina per uccidere.. e non vi ricordate delle armi ad aria compressa con cui ragazzini a Roma colpivano i passanti dalle finestre?<br />
<br />
ma andate a fare arti marziali per la vs sicurezza o fate una donazione alle Forze dell\'Ordine invece di sprecare soldi con ste stupiddagini piuttosto..

tommaso bucci

sono un personale amico di questo ragazzo,lo conosco da dieci anni,non è assolutamente,assolutamente il mostro che uno può immaginare leggendo articoli come questo<br />
o sopra oppure quello presente sul corriere adriatico .io personalmente ho schifo e inquietudine per coltelli e armi,da sempre,mi da pure fastidio vederli in cucina,li ripongo nella loro sede appropiata,il portacoltelli in legno d\'ulivo.è ovvio per la mia sensibilità,ma anche per regole generale di vivere civile,che io non condivida certi suoi comportamenti,ma ,questo è lapalissiano,quante persone conoscerete che collezionano armi a scopo di souvenir e poi nella vita sono civili e \"stimate\".qua il problema è che c\'è una caccia al sensazionalismo,per creare una eco ,un\'interesse ,si prende una persona a caso ,non nella cerchia dei rispettabili diciamo,e la si fa apparire quello che lui non è,parlo propio di eco,di rimbombo,si prende una cosa che vale magari 1 come gravità e la si fa valere mille.è giusto che il mio amico paghi per le sue colpe legali,che ha,inequivocabilmente,non è una questione ideologica la mia,è una questione di corretto funzionamento della società,entro i terrmini della legge e anche fuori da quelli,peci atteniamo strettamente al reato contestato in q uesto articolo viene rilevato in 4 righe,mentre per il resto si prende il mostro,l\'uomo,il delinquente,il balordo e lo si sbatte in prima pagina.si distrugge la vita di una persona.gli si preclude la possibilità di redimersi da passioni sbagliate.a qualcuno frega qualcosa di questo?a me sì,conosco questa persona,lo dico altre 1000 volte,non si merita questo trattamento,che si esponga qualche altra persona che lo conosce,spero.di stupidaggini neha fatte, le classifico come ragazzate che hanno risvolti penali,non mi interessa la sentnza,il reato,non è questo il punto,mi fa provare un\'estrema rabbia il fatto che non sussistono i motivi per distruggere tutta la vita di una persona.io lo ho consigliato ad agire in sede civile e penale contro queste diffamazioni,i motivi ci sono tutti,per tutte e due le cose,anche l\'effetto psicologico ,le sfumature che si danno ad un fatto sono motivo di reato,penale,e civile,sono lesioni alla propia personalità,alla propia identità,adesso non citare 3 o 4 articoli del codice civile che conosco,e non lo dico per farmi bello,il diritto ha come fonte anche dei principi morali.e se questa persona da domqni non potrà mai trovare un lavoro a causqa di questi articoli di giornale?quante volte io sono stato categoricarabbiosamente dissuasorio verso queste sue estremamente pericolose ragazzate,pericolose per se stesso innanzitutto,pericolose per se stesso.che gli sia data possibilità di cambiare vita.tante persone gli vogliono bene.è il momento di dimostrarlo qua.stava appunto portando a vendere un fucile.io so quello che è successo,prima che uscisse questo articolo,veramente,dopo aveer visto il corriere adriatico e vivere senigalllia non sapevo se mi dovesse venire da ridere o da piangere.ho letto l\'articolo del corriere per la prima volta insieme a lui.gli hho detto cosa deve fare.mi sono impegnati in tutti i modi perché uscisse da sitguazioni e modi di vita per me sbagliati,e non mi riferisco alla legge.sono personalmente contento che si levi dalla testa queste buffonate.le intenzioni c\'erano già tutte da parte sua.è un normale ragazzo,mi faceva ridere che sul corriere adriatico venisse classificato come uomo,tanto per dare enfasi alla tipologia di personaggio balordo.per quanto riguarda le mie idee,io credo che le amri da sparo debbano solo stare in mano alle forze dell\'ordine o a chi ne sente veramente il bisogno di possederle al solo scopo della legittima difesa.io dico a tutti,non pensate di lui quello che non è.non fatevi giudizi su questa persona non conoscendola.parlo di giudizi morali.pensate pure male,ma lasciate perdere le sfumature di questi articoli che stanno uscendo.distorcono totalmente la realtà e uccidono socialmente un ragazzo che ha anche fatto domanda per andare a lavorare in ospedale.che è per natura e per famiglia un generoso.lo scrivano le persone che hannmo ricevuto questa generosità umana.se ha sbagliato penalmente,non lo giustifico,non lo capissco,non lo metto alla gogna ,ha sbagliato e basta.punto.ciò non merita un giudizio morale indotto su una persona nel suo intero.veramente,lo dico col cuore ,non si può permettere la gente di fare questo nel suo caso, lo può permettere con nessuno,con bianchi ,neri,gialli o clandestini che siano.c\'è la legge.ci sono le operazioni di prevenzione di fatti potenziali che possono accadere.crediamo tutti nella legge.non diamo giudizi morali.crediamo e applichiamo la legge.viviamo in una società,tutti siamo coinvolti da quello che succede,bisogna cetrcare doi mettersi in testa che viviamo in una società e alla società dobbiamo partecipare per quello che ci compete,al suo buon funzionamento.un semplice cittadino può fare tante cose.bisognerebbe che tutti dessero un qualcosina in più.basterebbe poico per ognuno.aprire un pochino più la mente.porre questioni \"morali\" non soltanto quando fa comodo a noi stessi,soltanto quando c\'è da lamentarsi.

essendo amico della persona oggetto dell\'articolo,mi farebbe piacere che almeno pubblicaste qualcosa di quello che ho scritto,almeno solo per le parti che ritenete oppoortuno pubblicare.capitemi,è un mio amico.

era andato in armeria per privarsi di quel fucile.così mi aveva detto prima che fosse nota tutta questa storia.io sapevo già dall\'altro ieri ciò che era succeesso.sarei disposto a testimoniare su quanto ho sentito da lui l\'altro ieri in un\'udienza.spero che qualcuno non mi stia a sentenziare sulle sgrammaticature o gli errori di battitura dell\'articolo sopra.lo ho ci tengo a dire che il mio amico,seppur abbia commesso stupidaggini,legali o non legali,non è la tipologia di persona descritta in quell\'articolo.ha già perso la possibilità di un lavoro in caarrozzeria a causa di questa storia.chissà perché...il carroziere propio stasera gli ha detto che non c\'era più bisogno di lui.poi ...se non mi esprimo bene...ripeto...c\'è da capirmi.tutta questa giornata mi ha frastornato.mi ha frastornato che quello lì non è il mio amico.ancora una volta,diamo alle cose la rilevaanza che meritano,né di più,né di meno.a me non fa alcun piacere essere costretto a espormi così direttamente.è propio una mia prpensione caratteriale non aver voglia di espormi.d\'altronde qua scrivono tutti sotto pseudonimi,e pure io lo facevo.in questo caso sono costretto a nominarmi.non posso fare altro.

e già ho mio padre,che conosce pure lui questa persona che mi tocca non nominare,che ovviamente è più adulto e più credibile di me,che mi appoggerà concretamente in tutto quello che ho detto.dico propio tutto.non è un\'apologia di un ragazzo.è solo necessità di verità.questa è una piacevole novità scoperta da poco.

Anonimo

esagerato!!!si vede che è un articolo!!!dio mio un arsenale quando ha degli oggetti che scometto nn so cosa ma ce l\'ha un sacco di altre persone in casa!posso capire il fatto del fucile,ma dai una pistola ad aria compressa e delle catane ce l\'hanno un sacco di gente dentro casa!!!!e poi vedendo i pugnali sembrano + da collezione,ma scusatemi se uno è veramente fissato con le armi e vuol far del male,pensate che dentro casa terrebbe delle pistole ad aria compressa e delle catane?????

daniele

Commento sconsigliato, leggilo comunque