Immigrati: \'Noi esclusi dalla Festa dei Popoli\'

via carducci 1' di lettura 27/06/2009 - Il coordinamento Terza Italia si occupa degli immigrati di Senigallia e Dintorni e segue tutti gli avvenimenti che li riguardano quotidianamente.

Ultimamente c\'è stata la Festa dei Popoli dedicata agli immigrati che è durata tre giorni. E terza Italia non è stata nemmeno chiamata per questa occasione. Ci sono stati controlli asfissianti ultimamente riguardanti tutta la zona porto e principalmente i negozi gestiti da immigrati da parte di polizia e carabinieri. Per questo noi vogliamo dire la nostra riguardo a queste cose.


1) tutta la nostra solidarietà alla signora Lilian, che è stata vittima di un atteggiamento discriminante da parte degli organizzatori della festa dei popoli.

2) gli immigrati con questa festa non c\'entrano niente e non sono stati per niente coinvolti nella sua preparazione.

3) ci meravigliamo che per la preparazione di questa festa sono stati chiamati ad organizzarla immigrati da fuori Senigallia che non hanno nessun legame con la vita degli immigrati di Senigallia. Pagati inoltre profumatamente per questo.

4) lamentiamo anche gli eccessivi controlli da parte delle forze dell\'ordine per gli esercenti stranieri della zona porto.

5) Temiamo che questi eccessivi controlli tendano a portare alla chiusura di questi negozi degli immigrati per far sì che altri attività gestite questa volta da signori ricchi e benestanti ne prendano il posto.


Ogni attività rivolta agli immigrati che non prenda in considerazione le associazioni che davvero li rappresenta per decidere il da farsi come Terza Italia, è destinata inevitabilmente al fallimento.


da Coordinamento Migranti Terza Italia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2009 alle 14:56 sul giornale del 27 giugno 2009 - 3215 letture

In questo articolo si parla di attualità, via carducci, coordinamento migranti terza italia


1) non so chi è<br />
2) se non c\'entrano niente è normale che non siano stati coinvolti<br />
3) ci meravigliamo che si diano soldi per preparare feste<br />
4) ringraziamo le forze dell\'ordine per i controlli altrimenti ci scappava la solita coltellata<br />
5) i negozi degli immigrati hanno già provocato la chiusura delle NOSTRE attività<br />
<br />
p.s. non capisco l\'obiettivo di questa lettera<br />

infatti dalle risposte che hai dato si capisce benissimo che non hai capito questa lettera...

Nostre di chi? Fai parte di un gruppo, un spa, una cooperativa che aveva tutti gli esercizi commerciali? Ah ... ok ... nostre nel senso dell\'italianità, orgoglio di patria. Mammamia che tristezza e che ignoranza. Personalmente la proprietà non deriva dall\'appartenenza etnica ma o da un appropriazione di fatto o da un contratto.

Solidarietà a tutti i migranti, ai popoli e alle genti che con la prospettiva di un mondo migliore per tutti e di tutti si impegnano a combattere ogni giorno le intolleranze ed i nazionalismi, contro i kit carson ed i borghezio che ancora oggi appestano di odio e razzismo questo nostro povero mondo.<br />

paten

Commento sconsigliato, leggilo comunque

ma quali NOSTRE e NOSTRE attività vai dicendo? Le attività commerciali sono tali e basta. Pagano le tasse e danno un servizio, vatti a leggere i datti della camera di commercio e forse capirai qualcosa di più, ammesso che hai la volontà di farlo. Per adesso mi sembra che hai solo il desiderio di fare del razzismo strisciante, che mi va pure bene, ma almeno ammettilo pubblicamente, anzichè nasconderti dietro false motivazioni.

o da un\'appropriazione indebita, eh?<br />
coatta, magari...<br />
o da un\'azione di forza... come vostra abitudine...

Caro il mio Gatinì (a proposito, eri quello della Juve?), qui non c\'è nessuno che odia immigrati o gente con la pelle di un diverso colore: come al solito confondete illegalità con legalità.<br />
<br />
E\' la solita solfa: alcuni - come te - vorrebbero deregolarizzare completamente l\'immigrazione, non si sa a quale pro - e quindi incentivare di conseguenza quella clandestina; altri vorrebbero metterci un freno...<br />
<br />
Tutte le altre chiacchiere sulla morale, servono solo ad alimentare il fenomeno malavitoso.<br />
<br />
La sinistra non ama le regole e non concepisce quindi che si possa venire in Italia a lavorare regolarmente. Con quello che pagano certi disgraziati per venire nel nostro paese, ci vivrebbero dignitosamente per anni. Fai un calcolo e cerca di capire...




logoEV