Opposizione: il piano del porto, atto di arroganza della maggioranza

consiglio comunale senigallia 3' di lettura 27/06/2009 - Come al solito la maggioranza di centro sinistra, coll’acqua alla gola e nella confusione più totale, pur di arrivare alla più repentina approvazione del Piano Regolatore del Porto, ha deciso di sovvertire le regole democratiche e di prendersi gioco del consiglio comunale e della città.

Il Piano del Porto è un atto di rilevanza eccezionale: infatti, il porto rappresenta un nodo fondamentale del necessario sviluppo economico della città, in particolar modo per la sua strettissima connessione con la limitrofa area ex Sacelit. Ebbene, pur di fronte alla condivisa valutazione circa la strategicità di questo pratica sottoposta all’esame del Consiglio Comunale, la maggioranza e la giunta hanno fatto di tutto affinché l’apporto e la collaborazione proficua dell’opposizione e della città più in generale, fosse vanificata ed umiliata. Ma partiamo dall’inizio: su questo provvedimento le categorie economiche e sociali non sono state assolutamente prese in considerazione. Insomma, i soggetti che saranno i primi fruitori della struttura portuale non sono stati chiamati ad un confronto serio e partecipativo con l’amministrazione.


A ciò si aggiunga che i soggetti che d’altro canto subiranno gli effetti negativi del provvedimento non sono stati informati dei danni che subiranno, se non fosse per il buonsenso dell’opposizione che li ha direttamente contattati. Tra questi merita di essere citata la situazione dell’ Hotel Duchi della Rovere, di fronte al quale la strettissima via Corridoni verrà trasformata, con questo piano, in una strada a doppio senso di marcia, che rappresenterà una delle vie più trafficate e centrali del nuovo sistema viario, attraverso la quale potrà essere raggiunto il lungomare di ponente mediante un ponte di collegamento. Follia! Dopo una falsa partenza in consiglio comunale della pratica, poco meno di una settimana fa, quando l’opposizione ha scoperto che vi era un vizio di procedimento grosso come una casa ed è così riuscita a bloccare l’esame del provvedimento, il Piano è giunto in aula. Ebbene dopo l’illustrazione dell’assessore Mangialardi, come al solito il colpo di teatro e di mano della maggioranza.


La vecchia tattica del “maxi emendamento” che di fatto avrebbe stravolto e sovvertito l’intero contenuto del provvedimento, scavalcando gli stessi confini del Piano del Porto. Un copione già visto, basti citare l’infausto precedente verificatosi in occasione del Piano dell’Arceviese nel 2007. Non paghi di questo atto di prepotenza, la giunta, per il tramite del dirigente all’urbanistica, ha bocciato, con un artificio tecnico insulso, gli emendamenti che responsabilmente le forze di opposizione avevano presentato alla pratica. Emendamenti assolutamente privi di intenti ostruzionistici, ma rivolti al vero miglioramento del Piano del Porto, che sono stati bollati dal “tecnico” strapagato dall’amministrazione, come non “regolarmente tecnici” perché – udite, udite! – avrebbero “spezzato l’unità logica del provvedimento”. Non serve essere esperti del diritto o dei regolamenti consiliari per poter capire che la motivazione di tale decisione non aveva alcuna valenza tecnica, ma del tutto politica.


Ed è proprio qui, la gravità di tale situazione: nell’aver camuffato un “no” politico agli emendamenti dell’opposizione imposto dall’assessore Magialardi, con un immotivato “no” tecnico, privo di fondamenti e legittimità. Le proteste, forti e dure dei consiglieri di opposizione non sono servite a bloccare l’arroganza ed il sovvertimento delle vere regole democratiche che la maggioranza ha compiuto anche in questa occasione. Ma se la forza dei numeri del consiglio comunale da ragione all’arroganza di questi signori, siamo convinti che la prepotenza di Mangialardi & C. sarà punita dai cittadini di Senigallia






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2009 alle 14:50 sul giornale del 27 giugno 2009 - 6058 letture

In questo articolo si parla di politica, consiglio comunale senigallia, Pdl e Coordinamento Civico


Tranquilli, ce ne ricorderemo il 10 e l\'11 di aprile del prossimo anno.

paolo landi

sento il dovere di chiedere scusa a una parte dell\'opposizione in quanto l\'avevo tacciata di connivenza con la maggioranza, non poteva onestamente fare di più contro lo spettacolo poco edificante di arroganza del consiglio comunale a cui ho assistito. contro i cittadini potranno difendersi solo cercando di conoscere i problemi altrimenti contro le scelte sbagliate non potranno far altro che lamentarsi.

Non ho nessuna competenza tecnica per giudicare il valore del piano del porto!<br />
Registro solamente che una pagina intera del Corriere Adriatico del 26 giugno era dedicata alle posizioni dell\'opposizione...niente...ripeto...niente alle posizioni della maggioranza!<br />
A me pare un\'esagerazione!<br />


io non starei a chiedere scusa: forse è ora che l\'Opposizione impari a muoversi anche fuori dal Consiglio Comunale, dalla Variante Arceviese e dal Piano Cervellati, dovrebbero aver capito che le varianti urbanistiche sostanziali passano per decreto<br />
<br />
creare interesse e dibattito sull\'argomento PRIMA della discussione in Consiglio può essere utile, altrimenti andranno a fare il solito teatrino anche per la discussione sull\'area Sacelit, che passerà (anche questa) per decreto<br />
<br />
e poi... tutte le preoccupazioni per i Duchi della Rovere e nemmeno una parola per la cooperativa Sena Gallica e il supermercato SMA, che rischiano la chiusura per colpa dell\'insensata rotatoria della stazione<br />
<br />
trenta posti di lavoro a rischio, sono lavoratori che vi stanno antipatici?


tu usi troppi punti esclamativi<br />
<br />
quello che scrivi perde sostanza, ammesso che ne abbia

Questo mi ricorda quello che vede solo le puntate di Porta a Porta dove c\'è Berlusconi e dice che in tv c\'è sempre Berlusconi.<br />
I giornali (e i programmi tv) vanno letti e visti tutti i giorni.<br />
Sennò non si ha la competenza per giudicarli.

Credimi..sui giornali un po\' di competenza ce l\'ho ed il corriere lo leggo tutti i giorni!<br />
Esclamativo d\'obbligo.<br />
Come al solito divagate....

Non capisco nulla di viabilità, anche se quella presentata non mi piace tanto, quella proposta dall\'ing. Landi per nulla, ma tra ciò che piace a me e ciò che si può poi realizzare c\'è poi un abisso, quindi lascio fare ai tecnici.<br />
Vorrei però, un attimo, cercare di sgombrare il campo da un pò di demagogia per quanto riguarda il catastrofismo sulla rotatoria davanti alla stazione.<br />
Premetto che so benissimo cosa vuol dire soffrire economicamente per situazione di \" interesse pubblico\"; ho visto vanificare quattro anni di lavoro e rimesso un sacco di soldi per la chiusura, di quattro mesi,di una strada per lavori di fognature ecc.<br />
Per quanto riguarda la rotatoria vorrei far presente che questa insiste su una zona talmente trafficata che già oggi è difficilissimo arrivarci.<br />
I parcheggi già alle 8 di mattina sono già pieni di auto di quelli che prendono il treno o dei dipendenti che ci lavorano.<br />
Trovare un parcheggio lì è quasi impossibile se non rischiando di lasciare l\'auto a rischio strisciata, eppure quelle attività continuano a lavorare.<br />
Quindi non sarà certo la rotatoria che pregiudicherà una situazione già di per sè pregiudicata.<br />
Che poi non piaccia quello è un altro aspetto, ma finora si sono sentite solo critiche e nessuna proposta alternativa se non quelle dell\'ing. Landi che se le riportate in scala leggibile risultano, almeno per me, irrealizzabili sia per impatto che per costi di realizzazione.

ma mi dite un po\' come sia possibile che una giunta di sinistra come questa, non abbia mai interpellato nessuno sugli argomenti chiave di questa città?<br />
<br />
fanno e disfanno a loro piacimento!<br />
calpestano, cambiano, muovono, maneggiano... il tutto in barba ai più elementari principi democratici...<br />
<br />
questa è una giunta fascista!

Commento modificato il 27 giugno 2009

Bhe, già sapere che la viabilità prevista, anche se non si è direttamente competenti, non piace è un segno.<br />
Che poi non piaccia quella di Landi (piuttosto perchè, visto che risolve molti problemi senza crearne?) quello ovviamente è opinabile e liberamente legato a delle valutazioni personali che ogniuno è libero di pensare come gli pare.<br />
Il discorso legato alle attività vicine alla rotatoria sono diverse: è vero che c\'è sempre movimento del traffico, ma quello si muove per ondate e, soprattutto, per quanto lo spazio sia \"risicato\" almeno si riesce a muovere un minimo...e sono pur sempre posti auto.<br />
Che sono destinati a sparire, assieme a quelli di via Corridoni.<br />
Ecco perchè non vedo l\'ora di vedere bene bene il progetto finale, perchè voglio capire che soluzione si sia trovata: ci mancherebbe pure che l\'area Sacelit si trasformasse quasi esclusivamente nel parcheggio \"scambiatore\" della città, con tutti i connessi problemi di traffico che la nuova viabilità, forse, difficilmente risolverà.<br />
<br />
Nel frattempo attendo e spero.


Mauri, che non capisci di viabilità è palese: i posti auto di fronte alla pescheria e al supermercato sono a disco orario, proprio perchè ci sono le attività commerciali<br />
<br />
a te i lavori in corso ti hanno danneggiato per 4 mesi, loro probabilmente saranno danneggiati per sempre<br />
<br />
in ogni caso ogni problema è risolto: sulle planimetrie del piano d\'area del porto quegli edifici sono stati cancellati, direi che saranno demoliti e le attività commerciali saranno trasferite verso l\'entroterra<br />
<br />
i proprietati degli edifici saranno risarciti con un piccolo residence al lungomare (piccolo, perchè di affitto, tra supermercato e pescheria incassano 12.000 Euro al mese) e il Centro Storico perderà un altro pezzo<br />
<br />
a Senigallia funziona così, quelle attività lavorano bene e hanno un buon successo commerciale, ma intralciano l\'industria edilizia e quindi devono essere delocalizzate<br />
<br />
anche a Castelvolturno hanno fatto scelte di questo tipo

Di solito dovrebbe funzionare così dappertutto.<br />
Quando c\'è una maggioranza che decide.<br />
Ma quando invece c\'è sempre la demagogia che fa si che ogni decisione non vada bene allora così non funziona.<br />
La politica deve decidere, se poi decide come non vuoi tu la prossima volta voti qualcun altro. <br />
Non ho visto proposte alternative, (quelle dell\'ing. Landi, per me sono pressochè irrealizzabili , è facile fare segni su piantine a scala ridotta, poi magari se le ingrandisci ti accorgi che qualche segno trasborda un pò).<br />
Dico alternative nel senso vero, e cioè che siano realizzabili.<br />
Invece la demagogia impera si propongono soluzioni pressochè irrealizzabili solo per dire che ciò che è stato deciso non va bene.<br />
Ma è ormai un classico: qualsiasi cosa ma non vicino a casa mia, e basta che non si decida.<br />
Se poi esuliamo un pò dagli addetti ai lavori , che hanno sempre la presunzione che la loro è la soluzione giusta, ci accorgiamo magari che la gente, quella che vede le cose tutti i giorni, quella che diciamo di rappresentare, ma che non ci si fila per nulla, la pensa un pò diversamente<br />

paolo landi

C\'è una grande contaddizione dove Mauri afferma di non capire nulla di viabilità, su cui ho pochi dubbi, e allo stesso tempo afferma che la mia proposta è irrealizzabile sia per impatto che per costi. Questa valutazione tecnica l\'avrebbe dovuta fare il dirigente all\'urbanistica sull\'emendamento presentato a sostegno della mia ipotesi, anzichè emettere il famoso parere negativo, politico e non tecnico, di \"non regolarmente tecnico in quanto spezza l\'unità logica del provvedimento\". Credo che nessuno sia in grado di sminuire la validità tecnica della mia proposta di accesso dal porto alla statale per i seguenti motivi:migliora la funzione distributiva sulla statale verso tutte le direzioni possibili, senza nessun allungamento di percorso equindi senza necessità della rotatoria della stazione,i costi tecnici di realizzazione sono ridotti di almeno la metà, in quanto relativi a una sola rampa a doppia carreggiata anziche due e a un solo attraversmento in sottopasso, anche i costi di esproprio sono più contenuti e infine la maggior lunghezza della rampa (ricordiamoci che servono anche ai carichi eccezionali) consente una pendenza uniforme del 4% contro il 5.5% in salita e del 7.5% in discesa del progetto ufficiale.<br />


io non parlerei di demagogia, parlerei di un progetto (Portoghesi) scolastico e banale (mai passato a Piazza d\'Armi?), di un piano del Porto che deve per forza integrarsi con quel progetto e per per farlo deve riesumare tutti i vecchi piani abortiti, che non si realizzeranno mai per mancanza di fondi<br />
<br />
abbiamo una città che quando trova un buco libero deve infilarci qualcosa, ha paura degli spazi e delle prospettive<br />
<br />
vedi \"la grande piazza sul mare di 3000 mq\" di Portoghesi: qualcuno si è accorto che il mare da quella piazza non si vedrà mai?<br />
<br />
qualcuno si è accorto che il progetto di un megaresidence a 50 metri dal mare permette la visione del mare solo dal terzo piano in su?<br />
<br />
per il resto hai ragione: c\'è la ggente che ha le aspettative e non possiamo deluderli, lo dice anche Berlusconi, lui ha il 61%, Luana Angeloni quanto ha?

zenmarameo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

landi paolo

non essere ansioso di vedere e ricoda il vecchio detto \"OCCHIO NON VEDE E CUORE NON DUOLE\"

La gente si crea le aspettative in base a principi che riesci a comunicargli e proposte che riesci a fargli.<br />
Oggi la sinistra purista si è specializzata nell\'affossare qualsiasi proposta, con un gusto particolare se poi queste proposte vengono dalla stessa sinistra, basta che sia una sinistra diversa.<br />
A senigallia la sinistra (\"quella vera\") presenta mozioni insieme alla destra: la gente che voi tanto dite di rappresentare non vi capisce più tanto che fra poco un deputato o un consigliere di \" sinistra\" saranno rari.<br />
Berlusconi ha il 61%, è merito suo? è colpa del PD?<br />
è colpa del popolo bue?<br />
O magari c\'è bisogno di qualche riflessione anche in qualche altro consesso di sapienti e rivoluzionari?<br />
Va bene prendere una staggiata nei denti una volta, poi una seconda, ma ad una terza si rischia di perdere tutti i denti.<br />

confermo che non ne capisco nulla infatti ho chiesto ad altri professionisti, che magari la pensano diversamente da Lei .<br />
Lei fa bene a difendere il progetto in cui crede ma, dire che faccio male a non farmelo piacere perchè è l\'unica soluzione giusta, mi sembra una legittima difesa orgogliosa ma con un pizzico di presunzione.

Commento modificato il 27 giugno 2009

In realtà, più che presunzione, vedo solo lo scoramento per la constatazione che quando si presenta un progetto alternativo e studiato, questo poi si vede cassato senza nemmeno una attenta valutazione.<br />
Basterebbe solo la lettura delle ultime 7 righe del commento sopra di Landi per poter avere una visione del suo ragionamento e dargli ragione.<br />
<br />
Lo ammetto, sono di parte ed ho sposato appieno le proposte di Landi.<br />
Perchè ho avuto modo di vedere con i miei occhi le varie parti dei progetti, di discuterne con lui direttamente ascoltandolo (e non si quanti lo hanno fatto fino in fondo): avendomi convinto pienamente che essi sono coerenti, interessanti, realizzabili, poco costosi e migliorativi rispetto al progetto ufficiale (che, finchè non avrò carte sotto mano, non saprà valutare come ha risolto diversi inghippi), ho sposato appieno la sua causa.<br />
Con questo non voglio necessariamente attaccare l\'amministrazione per il progetto approvato, ha tutte le ragioni per farlo ed ha ricevuto dagli elettori tutta l\'autorità: ma almeno spero si rendano pubbliche le motivazioni per cui si è arrivata a questa ipotesi finale, e perchè altre soluzioni sono state scartate.<br />
Poi mi farò la mia opinione.

landi paolo

quando si danno dati oggettivi non c\'è presunzione<br />
c\'è solo se si barattano dati falsi; mi dimostri che quanto dico non è vero e accetterò di passare per presuntuoso

p.f.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

\"Noi dobbiamo andare avanti per la nostra strada...\"<br />
Questa frase è stata pronunciata da un politico senigalliese della maggioranza.<br />
Che poi questa strada sia quella che ha portato il Pd a perdere l\'11% dei voti alle Europee o quella che ha portato i Verdi a scomparire o quella che vi farà prendere una sonora e ripeto sonora staggiata, stangata, vangata, bastonata, tranvata nei denti alle prossime elezioni del 2010 credo poco vi importi....<br />
NOI DOBBIAMO ANDARE AVANTI PER LA NOSTRA STRADA<br />
Probabilmente lo disse Hitler prima della Campagna di Russia...<br />
Probabilmente lo disse Mussolini prima di pianificare il delitto Matteotti...<br />
Probabilmente lo pensò Stalin prima di iniziare le sue famose purghe...<br />
Probabilmente lo rimuginò Pinochet prima di far fuori Allende e di attaccare la Casa Rosada...<br />
Probabilmente ci riflesse sopra Silvio IV prima di gettarsi sul letto grande con Patrizia D\'Addario escort di lusso....<br />
Questi grandi uomini hanno avuto in mente questa frase prima di prendere le loro storiche decisioni (ma molti di loro hanno fatto una finaccia)...<br />
Questo piano del porto che molti giudicano indecente, cambierà il volto della città per i prossimi Cento Anni e tutto si è deciso tra quattro gatti in dieci minuti come in una partita di Briscola e tresette...<br />
NOI DOBBIAMO ANDARE AVANTI PER LA NOSTRA STRADA...e fate bene, mai deviare dalla strada maestra e mai deviare dalla propria vocazione di inguaribili cementificatori, tanto la città anestetizzata, tranne poche eccezioni fa passare tutto. Ma tra poco qualcuno scenderà in strada ve lo assicuro...<br />
Per intanto dato che VOI DOVETE ANDARE PER LA VOSTRA STRADA....io vado avanti per la mia e sarò, per quello che conta, un voto in meno pro giunta.<br />
L\'ultima volta avevo votato stra-turandomi montellianamente il naso, ma stavolta neanche con una pistola alla tempia.......<br />

Magari dirò una sciocchezza, ma a me sembra che il modo in cui viene trattata la ex Sacelit e l\'area portuale ricordano un pò la scelta di mettere la ferrovia dove insiste ancora oggi, o l\'autostrada ed il casello là dove sono, con le conseguenze che tutti vediamo. Per me calare quella massa di costruzioni nella ex SACELIT, e nell\'area portuale, che della prima è il completamento, è un pò come mettere dentro un corpo un cuore in grado di pompare 100 litri di sangue al secondo, ma le arterie cui è attaccato ne possono sopportare solo 10. Pensare a via Panzini, od a via Corridoni come strade di accesso può venire in mente solo ad un folle che non vede un metro più avanti del proprio naso.<br />
Probabilmente la speculazione edilizia immediata è molto più forte della programmazione sensata del futuro.

...di solito funziona così dappertutto? Bè, non direi. Funziona così in Italia, con Berlusconi che pone la fiducia ogni volta che vuol fare approvare velocemente ciò che serve a lui, e la Angeloni che pone la fiducia ogni volta che vuol far approvare velocemente ciò che serve a lei. Il genere è diverso: l\'uno maschile singolare, l\'altro femminile, ma l\'arroganza - stupida, antidemocratica, presuntuosa - è la stessa. <br />
<br />
E poi, un consiglio, mauri. A meno che tu non voglia candidarti sindaco - ché allora va bene così - rispetta un po\' di più il parere altrui (<i>\"che hanno sempre la presunzione che la loro è la soluzione giusta\"</i>).

La invidio, sinceramente.<br />
In un mondo in cui persino i matematici riconoscono che anche la loro materia non è più una scienza esatta, trovare qualcuno che riesce a dare dati oggettivi è davvero invidiabile.

Quali professionisti? Quelli che si occupano e occuperanno della progettazione delle opere?

Commento modificato il 27 giugno 2009

Letto il suo giudizio sulla \"Sindaca\" confermo la mia frase,e aggiungo \"e che non sbagliano mai a giudicare le persone\".

Hai ragione p.f., le polemiche alla lunga stancano. Ma sono il risultato di un certo modo arrogante di agire, non la causa. Un esempio di incompetenza di questa amministrazione? Quanto costano le case a Senigallia? Troppo? Sì? Bene. E\' il risultato dell\'agire di questa amministrazione in tema di edilizia e urbanistica. Vogliamo continuare così e proseguire con gli sfregi? Tu i figli non ce l\'hai?

Io ho già fatto le prove alle europee... Ti assicuro che sembra difficile, invece poi ci si sente meglio. Coraggio, quilly!

Mi spieghi come una rotatoria, oltre ad essere inutile e su questo credo siamo daccordo, fa perdere trenta posti di lavoro? Forse perchè la gente non può arrivare direttamente nei due esercizi commerciali con la macchina? spero non sia questa la ragione.

Io non giudico, mauri. Non l\'ho mai fatto in vita mia. La sindaca ha il diritto di comportarsi come si comporta: è il cosidetto libero arbitrio. Io constato e mi regolo di conseguenza. Per esempio, non dando più il voto a lei, o suoi figli putativi, e al partito che rappresenta.




logoEV