E\' nato il Sistema Turistico della Marca Anconetana

marca anconetana 03/07/2009 - Taglio del nastro ieri pomeriggio per il nuovo sistema turistico della Marca Anconetana, il primo nato nella Regione, che di fatto arriva, con una nuova legislazione e nuovi obiettivi, dopo l\'esperienza dei \"vecchi\" sistemi turistici locali.

Il nuovo sistema turistico è lo strumento messo a disposizione dalla Provincia di Ancona per \"stimolare, promuovere e sostenere la cultura dell\'accoglienza\" in attuazione della legge regionale del 2006 che demanda alle province la competenza in materia di accoglienza turistica. La Marca Anconetana mette insieme 54 soggetti, tra comuni, enti pubblici e privati, che puntano a ralizzare una proposta competitiva di offerta turistico-culturale. Il nuovo sistema turistico locale è stato presentato ieri alla Rotonda alla presenza del presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, della presidente della Provincia Patrizia Casagrande e di numerosi rappresentanti dei comuni aderenti tra cui il sindaco di Senigallia Luana Angeloni.


\"Il turismo della nostra provincia si esprime attraverso bellezze artistiche, naturali, culturali ed enogastronomiche -ha detto la presidente della Provincia Patrizia Casagrande- dalle tradizioni alle produzioni tipiche (come il recente marchio docg del Verdicchio) ai percorsi tra mare e montagna, dalle iniziative culturali (le più recenti quelle legate al Signorelli ad Arcevia e a Pasqualino Rossi a Serra San Quirico) e musicali fino al turismo religioso che va da Loreto a Corinaldo passando per le arti monastiche di Serra de\' Conti. La Marca Anconetana è un primo passo ma dobbiamo continuare nella valorizzazione e promozione del nostro territorio che vanta anche infrastrutture strategiche come il porto di Ancona e l\'aeroporto di Falconara\".


\"Pubblico e privato ora si muovono insieme per lo sviluppo di un territorio -ha detto il direttore Tornesi- la marca punta su sei grandi contenitori in cui il territorio si riconosce e che riflette l\'identità dello stesso\".


Che il destina del sistema turistico della marca anconetana sarà diverso da quello dei \"vecchi\" sistemi turistici locali ne è convinto l\'assessore provinciale al turismo. \"Gli Stl facevamo parte di un progetto regionale e che comunque ha portato i suoi benefici -precisa Carlo Maria Pesaresi- ci sono poi due novità importanti. La prima è che la Provincia si fa garante di un percorso unitario che superi i campanilismi locali, e poi c\'è stata una maturazione complessiva del territorio che ha capito che o si promuove insieme o non si va da nessuna parte\".


Il sistema turistico della Marca Anconetana ha sede, per statuto, a Senigallia (al momento presso i locali della Nuova Gioventù). Il presidente coincide con la presidente della Provincia di Ancona mentre il cda è nominato dai rappresentanti dei soggetti aderenti. Il direttore, scelto tramite bando, è Smeralda Tornesi. Immancabile il ricorso alle nuove strategie comunicative del web per promuovere la Marca Anconetana che è online tramite il sito www.marcaanconetana.it. Le peculiarità turistiche della provincia sono così suddivise per sei macro-aree: la cultura, la spiritualità, il mare, la natura, il gusto e i \"plus\" dati dallo shopping e dal business.








Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2009 alle 18:58 sul giornale del 03 luglio 2009 - 1610 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, marca anconetana