La lottizzazione della Sacelit-Italcementi è approdata in consiglio comunale

consiglio comunale 3' di lettura 10/07/2009 - È tornato a riunirsi mercoledì il Consiglio Comunale di Senigallia. La seduta si è aperta con il tradizionale spazio riservato a interrogazioni e interpellanze, che sono state proposte dai Consiglieri Magi Galluzzi, Corinaldesi, Gaggiottini, Monachesi, Savini, Mancini e Marcantoni.

Dopo l’approvazione all’unanimità dei verbali delle sedute precedenti, l’Assemblea ha affrontato la ricognizione delle partecipazioni comunali in società di produzione di beni e servizi (secondo la legge 244/2007), al fine di autorizzare il loro mantenimento o concordare una modifica nelle partecipazioni stesse. Alla relazione introduttiva del Sindaco, Luana Angeloni, è seguita una lunga discussione a proposito delle otto partecipazioni attualmente in essere da parte del Comune di Senigallia (Aerdorica, ASA, Convention Bureau Terre Ducali, Forma, Gestiport, Immobiliare BIC, Multiservizi e Rete Marche).


La proposta deliberativa dell’Amministrazione – approvata al termine per schieramenti, con 16 consiglieri di maggioranza favorevoli e 12 di minoranza contrari – può essere riassunta come segue: sarà incrementata la quota di partecipazione all’Immobiliare BIC nella prospettiva di accrescere l’attuale 96% acquisendo le quote degli altri soci eventualmente disposti alla cessione; sarà ceduta invece la partecipazione nella Convention Bureau Terre Ducali, in quanto non strettamente necessaria per il perseguimento delle attività istituzionali dell’Ente; e saranno mantenute le altre partecipazioni (fatta eccezione per Rete Marche, che è stata già posta in liquidazione).


La sessione è proseguita con un ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare P.D. con il titolo: “Per la democrazia e la libertà: con i ragazzi di Teheran”. Il documento, introdotto dal Consigliere Schiavoni S., prevedeva in particolare, come segno di visibile solidarietà e vicinanza alla protesta dei giovani manifestanti per la democrazia, la legalità e la libertà, di procedere all’esposizione al di fuori della sede ufficiale del Comune di un segno di colore verde (drappo, bandiera, lenzuolo”). Nel corso della discussione è stato poi presentato da parte dalla minoranza un emendamento per esporre anche, con la stessa finalità, la bandiera del popolo tibetano. Questo emendamento è stato approvato con 12 favorevoli (con la minoranza si sono schierati i Consiglieri Belardinelli e Marcellini) a fronte di 11 contrari (maggioranza) e l’astensione del Consigliere Scattolini. L’ordine del giorno così modificato è stato quindi approvato con 23 voti a favore, 1 contrario (Monachesi) e 2 astenuti (Fabrizzi e Gaggiottini).


Si è così passati a discutere del piano di lottizzazione convenzionato “Polo turistico Sacelit-Italcementi”, promosso dalla società “La Fortezza s.r.l.” di Ancona, per giungere alla sua adozione ex art. 30 l.r. n. 34/1992 e all’approvazione dei progetti preliminari delle opere di urbanizzazione. La pratica è stata introdotta dall’Assessore comunale all’Urbanistica, Maurizio Mangialardi. È stata poi respinta (9 voti a favore e 15 contrari, per schieramenti) una questione pregiudiziale del Consigliere Mancini sui tempi di valutazione della pratica in oggetto con riferimento a quella riguardante il piano particolareggiato del porto. La seduta prosegue giovedì 9 luglio, a partire dalle ore 20,30. Ricordiamo che come sempre i lavori consiliari potranno essere seguiti in diretta radiofonica sulle frequenze di Radio Duomo Senigallia (95.2 MHz), nonché in diretta video via web attraverso il sito istituzionale del Comune di Senigallia (www.comune.senigallia.an.it).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2009 alle 13:10 sul giornale del 10 luglio 2009 - 2083 letture

In questo articolo si parla di fabrizio volpini, consiglio comunale, sacelit, politica, partito democratico


Ma l\'area Sacelit -Italcementi è stata definita libera di ogni tipo di contaminazione dagli Organi Competenti? Sia sul territorio che nel deposito di polveri sulle abitazioni limitrofe alla bonifica?Se sono rimasto indietro gradirei chiarimenti al proposito.....................

Volevo solo aggiungere che nel caso di ritrovamento di polveri depositate la misurazioine va fatta il mm2, viceversa se in areadispersione in volume e quindi in mml.( tanto per rispodere al mio quesito recente )Chi sà può capire.............................




logoEV