Riccardo Principi, questo il ricordo di amici e conoscenti

1' di lettura 10/07/2009 - Stamattina i funerali di  Riccardo Principi, il 34enne morto martedì in un incidente stradale al Ciarnin mentre era in sella alla sua moto. I familiari di Riccardo hanno ricevuto numerose testimonianze di affetto e di cordoglio da amici e conoscenti per i quali il ricordo di Riccardo resterà sempre vivo.


I genitori di Riccardo ringranziano quanti, anche tramite Vivere Senigallia, vogliono lasciare una frase, un pensiero o un ricordo di Riccardo.


\"Riccardo detestava le ingiustizie, era sempre pronto a schierarsi con i più deboli. Era generoso, e non a caso era un donatore Avis. Era una persona solare, leale e corretta, un ragazzo con tanti interessi, dalla fotografia al karate. Era uno di noi, una persona con cui ci siamo trovati subito\". Massimo


\"Riccardo era tante cose, e tutta in sola persona. Era un ragazzo dalla battuta fulminea, sempre pronto a stare insieme e trovarsi con gli amici. Amava lo sport, aveva raggiunto ottimi livelli nel karate. E poi c\'era la moto, una delle sue grandi passioni. Ciao Riccardo, non ti dimenticheremo mai\". Michele







Questo è un articolo pubblicato il 10-07-2009 alle 19:21 sul giornale del 10 luglio 2009 - 3464 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici


EX VOTO<br />
<br />
Accade<br />
che le affinità d\'anima non giungano<br />
ai gesti e alle parole ma rimangano<br />
effuse come un magnetismo. E\' raro<br />
ma accade.<br />
<br />
Può darsi<br />
che sia vera soltanto la lontananza,<br />
vero l\'oblio, vera la foglia secca<br />
più del fresco germoglio. Tanto e altro<br />
può darsi o dirsi.<br />
<br />
Comprendo<br />
la tua caparbia volontà di essere sempre assente<br />
perché solo così si manifesta<br />
la tua magia. Innumeri le astuzie<br />
che intendo.<br />
<br />
Insisto<br />
nel ricercarti nel fuscello e mai<br />
nell\'albero spiegato, mai nel pieno, sempre<br />
nel vuoto: in quello che anche al trapano<br />
resiste.<br />
<br />
Era o non era<br />
la volontà dei numi che presidiano<br />
il tuo lontano focolare, strani<br />
multiformi multanimi animali domestici;<br />
fors\'era così come mi pareva<br />
o non era.<br />
<br />
Ignoro<br />
se la mia inesistenza appaga il tuo destino,<br />
se la tua colma il mio che ne trabocca,<br />
se l\'innocenza è una colpa oppure<br />
si coglie sulla soglia dei tuoi lari. Di me,<br />
di te tutto conosco, tutto<br />
ignoro.<br />
<br />
(Eugenio Montale)<br />