Poggio San Marcello: serata di gala \'per la Vita\'

cinema 31/07/2009 - Ha luogo venerdì 31 luglio alle ore 21.30, presso la suggestiva cornice mediavale del centro storico di Poggio San Marcello, la serata di gala \'per la vita\', particolarissimo evento di musica, teatro lirico e cinematografia che unisce la sensibilità d’arte alle finalità dell’impegno sociale.

Promossa da una sinergia organizzativa che vede in collaborazione il Comune di Poggio San Marcello, la Fondazione “Lanari”, il Centro Aiuto alla Vita di Jesi, con il sostegno di Provincia di Ancona e Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, l’Evento si presenta al pubblico del territorio come occasione privilegiata per la presentazione ufficiale e proiezione in prima assoluta del film cortometraggio “Non preoccuparti”: l’opera è un’apposita commissione del CAV Jesi, mirata ad una campagna di sensibilizzazione sociale ai temi della vita attraverso il linguaggio d’arte e la suggestione poetica del cortometraggio.


Per valorizzare al meglio il momento istituzionale della presentazione e proiezione del film, la serata si apre con un importante appuntamento musicale, strutturandosi pertanto come un autentico Gran Gala delle arti che ne accresce ancora più lo spessore culturale: ospite eccellente la soprano Stefania Donzelli, artista di fama internazionale che offre al pubblico il Recital Concerto lirico “Sì, voglio vivere”, con arie di Mozart (da “Le nozze di Figaro” e “Don Giovanni”), Rossini (dal “Barbiere di Siviglia”), Verdi (“La traviata”), Gounod (“Romeo et Jouliette”), Puccini (“La Bohéme”, “Gianni Schicchi”). “L’Amministrazione Comunale di Poggio San Marcello è onorata di poter ospitare la prestigiosa serata –dice Monia Marini, Assessore alla cultura del Comune- che per i suoi contenuti è un appuntamento importante per tutto il territorio e si configura come un evento di grande spessore che resterà memorabile”.


La cornice d’arte musicale lirica lascerà quindi spazio all’incontro con l’autore del cortometraggio e alla sua proiezione in prima assoluta. Scritto e diretto dal regista e drammaturgo Gianni Gualdoni, il film è un racconto poetico che tratta con delicatezza e sensibilità un tema di grande profondità e coinvolgimento. “Non preoccuparti” è la frase ripetuta che in apertura il ragazzo dice alla ragazza nel tentare di convincerla a interrompere una gravidanza che egli sente troppo impegnativa per il futuro proprio e della coppia; “non preoccuparti” è la frase che al termine del film vedremo la ragazza dire alla propria creatura appena nata, quale rassicurazione per il futuro proprio e della creatura stessa. In mezzo, un racconto intenso ma delicato su paure e prese di coscienza della realtà, che “non è mai la fine, ma solo un nuovo inizio”...


Giunta davanti al medico accompagnata dal ragazzo per l’ultima formalità di rito prima dell’intervento, la ragazza chiude gli occhi e rivede il suo “sogno d’amore”, ma ne vede anche i contorni meno “di sogno” che non corrispondono alle sue vere aspettative. Riaperti gli occhi, le sboccia sul viso un inaspettato sorriso caldo, dolce, tenero. Lo stesso identico discorso pronunciato da lui all’inizio assume ora, pronunciato da lei e rivolto al bambino, un senso completamente diverso: cambiato il punto di vista, le stesse motivazioni hanno significato opposto... Il racconto non indulge ad alcun moralismo né presa di parte pregiudiziale, ma mette semplicemente di fronte i diversi punti di vista della situazione: del padre e della madre, ma anche del figlio.


Per poter essere allora in condizione -solo allora- di decidere, liberamente e consapevolmente davvero, in una scelta così importante. Mirato al pubblico giovane, il film si avvale di attori non professionisti (Ilaria Carletti, Tommaso Gabrielloni, Domenico Gallo, Bianca Neumann), per una maggiore identificazione del fruitore –nell’immagine come nel linguaggio non accademico- con i personaggi e con la storia che incarnano.


“Siamo lieti del buor risultato dell’opera –sottolinea Tiziano Consoli, Presidente del CAV Jesi- che riteniamo importante ai fini della nostra prossima presentazione istituzionale in vari ambiti giovanili; un risultato per il cui buon esito ringraziamo tutti gli artisti e non ultima la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, il cui sostegno l’ha resa possibile”. L’ingresso alla serata è libero e al termine un “Vino d’onore” sarà offerto a tutti i presenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2009 alle 17:25 sul giornale del 31 luglio 2009 - 1424 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di cinema, attualità, Comune di Poggio San Marcello