Logos: parole libere a Senigallia

2' di lettura 08/08/2009 - E\' in distribuzione gratuita in città il nuovo numero di Logos, il mensile che si definisce “indipendente ed irriverente”, il cui intento è quello di raccontare ai senigalliesi una verità diversa da quella che esce dalla comunicazione ufficiale.

Logos è un giornale d\'opinione, ma non mancano le notizie esclusive, gli interventi di politici ed intellettuali e le interviste. Nel numero in distribuzione, ad esempio, vengono intervistati i due candidati a sindaco che fino ad oggi hanno formalizzato la propria discesa in campo: Fabrizio Marcantoni, sostenuto da liste civiche e Pdl e Roberto Mancini di Rifondazione comunista. In primo piano c\'è la vicenda Sacelit con tutte le sue contraddizioni, ma non mancano politica, cultura (con uno speciale su Giovannino Guareschi) e sport. Logos vuole essere un laboratorio politico e culturale, un’avanguardia civica che vuole contribuire a creare, a Senigallia e nel nostro territorio, le condizioni per un’alternanza all’attuale sistema di potere. Lo farà con uno stile critico e pluralista ospitando e facendosi carico di tutte le opinioni e gli interventi che possano portare contributi ad una lettura della realtà senigalliese che vada oltre le veline che escono dal Palazzo.



Sarà un luogo di dibattito e di confronto, ma anche di denuncia, con il rilancio del giornalismo di inchiesta. Insieme al direttore editoriale Roberto Paradisi, consigliere comunale del Coordinamento civico e collaboratore del quotidiano Libero, compongono la redazione anche il direttore responsabile Marco Benarrivo, collaboratore del quotidiano Linea, il giornalista Cristiano Boggi ed il professor Fulvio Greganti. Ovviamente il giornale si arricchisce degli interventi di altre firme e darà ampio spazio ai movimenti e comitati civici, alle associazioni, alle realtà sociali. Questo perché Logos è un foglio libero non soltanto nel senso di “svincolato”, ma anche nel senso di “aperto”.



“Oggi più che mai – scrive Roberto Paradisi nel suo editoriale d\'apertura- c’è bisogno di una voce libera capace di denunciare e di informare, di proporre idee e suscitare dibattito. Una voce scomoda per il palazzo e per le lobby economiche che governano la città”. Logos raccoglie idealmente il testimone da Uno in più, la storica testata che nello scorso decennio ha condotto battaglie politiche in grado di infiammare il dibattito cittadino. Uno in più aveva bisogno di un “erede” perché “nel frattempo – secondo la redazione di Logos - il dibattito è stato cloroformizzato scientemente da un\'Amministrazione comunale in grado d\'incidere pesantemente sull\'informazione”.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2009 alle 16:46 sul giornale del 08 agosto 2009 - 6672 letture

In questo articolo si parla di attualità, giornali, Associazione Logos, logos


Non ho dubbi che sarà un mensile che ci fornirà una informazione sincera e indipendente.<br />
<br />
Daltronde il nome del suo direttore ne sono la più ampia garanzia.<br />

Off-topic

Magari Michelino ricordati anche di pubblicare i comunicati che ti manda Letizia :-) su altri mensili indipendenti in uscita in Senigallia (un titolo a caso, l\'Eco)... se non vi è arrivato le dico di rimandarvelo.<br />
<br />
V\'è arrivato?<br />

Off-topic

<b><<il suo direttore -> ne sono>></b> e la concordanza soggetto/verbo dove la lasciamo?<br />
<br />
O forse è un atto di protesa contro la Grammatica Italiana?

Giusto Andrea! chiedo venia

Certamente, ma com\'è l\'informazione indipendente?<br />
Anche Emilio Fede fa informazione, la farà sicuramente in modo sincero ma indipendente... mi viene un pochino da sorridere.<br />
<br />
Poi ognuno legge ciò che vuole, la cosa che non capisco invece è come faccia ad approvare Mancini e lodare Rebecchini e allo stesso tempo apprezzare Marcantoni e piacerle la rivista di Paradisi. (parlo in senso politico logicamente)<br />
A me, con tutti i pregiudizi che ho, sembra che qualche piccola differenza tra le due coppie ci sia.

Sono abituata per educazione e mestiere ad apprezzare l\'intelligenza e a sbertucciare la stupidità e il pensiero subalterno o prono. Di qualsiasi colore, o \"religione\", siano.

Rimandato a redazione_at_viveremarche.it in ogni caso è facilmente copiabile da qui:<br />
<br />
<b><a href=\"http://tinyurl.com/nflla3\">Comunicato Eco di agosto in uscita</a></b>

Solo che da tempo l\'unica \"intelligenza\" lei la trovi in tutti coloro che attaccano questa giunta, la sindaca , il PD e i Verdi: detentori, secondo Lei, della stupidità e del pensiero subalterno o prono.( se uno è educato lo è con tutti)<br />
<br />
Anche Berlusconi ha fatto un bell\'intervento nella sua conferenza stampa, anzi lo ritengo molto intelligente per la sua strategia politica.<br />
Io sarò maleducato ma non mi viene per niente in mente di apprezzarlo nè di fargli i complimenti.<br />
<br />
Io preferisco la saggezza all\'intelligenza .<br />
Persone intelligentissime hanno provocato disastri persone sagge mai.<br />
<br />

Una volta su Viveresenigallia c\'erano i link per andare agli ultimi numeri dei vari giornali \"indipendenti\".<br />
Perchè non ripristinate la rubrica?

L\'eccesso di saggezza è un gravissimo limite.<br />
Così come l\'eccesso d\'intelligenza.<br />
<br />
Ciò detto, da buon umanista quale sono, amo la saggezza, amo l\'intelligenza, amo la stupidità e amo la spavalderia.<br />
<br />
E\' roba che ci appartiene. Roba umana.<br />

Melga, la stupidità mi riesce difficile amarla quando fa danno. E in genere fa danno quando si trasforma in arroganza. Sono meno umanista di te... :-)

L\'intelligenza non è furbizia, né opportunismo. Anche se a volte si confondono. <br />
<br />
Non so se tu sia stupido o intelligente, e, francamente, me ne importa poco. Ma la tua frase: <i>\"la cosa che non capisco invece è come faccia ad approvare Mancini e lodare Rebecchini e allo stesso tempo apprezzare Marcantoni e piacerle la rivista di Paradisi.</i>\" non depone a tuo favore: certamente intelligente non è. Perché - come penso tutti dovrebbero fare, soprattutto chi pretende di far politica - io sono abituata a non selezionare \"a priori\" le persone e le informazioni. Se lo facessimo tutti forse ci sarebbero in giro meno truppe cammellate e sergenti, e più cittadini.

Casualmente arriva in momenti di campagna elettorale.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Casualmente? Mi auguro di no. Quale momento migliore per avere un po\' di informazione in più?

Commento modificato il 09 agosto 2009

Va bene<br />
Lo si vedrà alla prova dei fatti.<br />
<br />
Spero ci sia anche spazio alle missive dei lettori, in futuro, incluso le missive critiche verso il giornale.<br />
Vediamo se ha il coraggio anche di questa sfida: solitamente lo ha, ma quando si è in campagna elettorale a volte le cose giuste possono risultare scomode.

Essere collaboratori di un quotidiano come \"libero\" è prova sincera delle capacità giornalistiche di una persona.<br />
Se le stesse doti verranno trasmesse a questo foglio senigalliese, credo proprio che questo sarà un pessimo scrivere, e per noi un pessimo leggere.


l\'ho letto di gusto: ci ho trovato Marcantoni ancora candidato Sindaco, pensavo ci avesse rinunciato, non se ne sapeva più nulla...

io ci ho letto Mancini, pensavo fosse un giornale di estrema sinistra, chissà se prossimo numero troveremo un\'intervista a Mangialardi o a qualche esponente del PD (visto che il giornale è libero) non varrà la regola che <i>il nemico del mio nemico è mio amico</i>... o forse sì...

<b>informazione sì, propaganda no</b> <i>(allora preferisco il foglio pubblicitario della Coop o del Lidl)</i>.<br />
<br />
Poi, non voglio far commenti sul contenuto (prima dovrei leggerlo e sto calcolando se mi conviene investire del tempo nella cosa oppure no e qiomdi chiedere un riassunto da parte di chi lo ha già fatto), ma in ogni caso mi permetto di ravvisare già una cosa: la scelta, molto di moda ma non per questo accettabile (a mio avviso), di un titolo straniero, <b>possibile che in Italia non si riesca a fare a meno di greco ed inglese per darsi importanza?<br />
E tra le due lingue, scegliere quella morta è un cattivo presagio.</b><br />

Sull\'eccesso di saggezza non mi esprimo anche perché aspetto di vederne tra le nostre contrade per parlarne; ma il fatto che <b>\"l\'eccesso di intelligenza sia un gravissiomo limite\"</b> è per me una sciocchezza che sfocia nella blasfemità! <b>L\'intelligenza è un limite solo per chi ne ha poca (o affatto)</b>; l\'intelligenza, la cui definizione sintetica e completa è <i>la capacità di risolvere i problemi</i> non è mai un limite, è una forza, è una salute, è una benedizione e un successo cui dovremmo ambire come bene assoluto in quanto unico <b>strumento per risolvere i problemi e le difficoltà delle nostre vite come individui e come comunità complesse</b>.<br />
<br />
Poi, come diceva il mio professore di diritto, <b>essere intelligenti non è obbligatorio, ma tu cerca di non approfittarne</b>

Si, come le aperture delle piscine ad un mese dalle elezioni comunali... ma falla finita bimbo!

Finché di libero c\'è ancora qualche cervello, si può e si deve leggere di tutto.

I cervelli liberi si fanno (non si trovano sotto i cavoli) con l\'informazione libera e la cultura critica.<br />
<br />
<b> «Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato.» <i> George Orwell </i></b><br />

<p><b><a href=\"http://www.facebook.com/group.php?gid=102320838375&ref=search\">Io <br />
Leggo L\'Eco</a>, </b>ma solo perché c\'è la goliardata di farsi la foto e <br />
mostrarsi alla città, in fondo i giornalisti ci prendono tutti in giro <br />
(prezzolati o meno che siano) e allora, parafrasando Marco Aurelio, a noi non <br />
resta che prenderli in giro di rimando... questo è l\'iniziativa<b><br />
<a href=\"http://www.facebook.com/group.php?gid=102320838375&ref=search\">Io Leggo <br />
L\'Eco</a></b></p>

Off-topic

Scagli la prima pietra chi non si è mai sentito stupido almeno una volta.<br />
<br />
L\'eccesso d\'intelligenza crea depressione perchè non si viene compresi e l\'eccesso di saggezza smorza il coraggio (il tutto in estrema sintesi ma ho poco tempo)

Cos\'è?<br />
Hai l\'esclusiva della campagna elettorale?

Perchè Mangialardi?<br />
Chi l\'ha detto che è lui il candidato a sindaco?

girolamo simoncelli

Commento sconsigliato, leggilo comunque