Schiavoni: il bosco di Ceresoni ovvero \'pori soldi nostri\'

bosco schiavoni 2' di lettura 08/08/2009 - \"La piantumazione del bosco di Topolino, fatta in giugno, è stato un grave errore sotto l’aspetto educazionale delle nuove generazioni in quanto la procedura utilizzata dai responsabili del verde pubblico ha dato luogo ad un consumo eccessivo di risorse ambientali\".

Rendo pubblica la sintesi di una lettera inviatami dall’assessore Ceresoni nella quale, in merito al Bosco di Topolino, lo stesso mi ricorda: 1) Sono state messe a dimora 800 piante; 2) Solo 22 si sono seccate; 3) In virtù di quanto sopra siamo efficienti ed efficaci; 4) Abbiamo creato un polmone verde tale da garantire un’appropriata sostenibilità ambientale.


Risposta alla lettera


Nel mio articolo del giugno 2008 avevo sottolineato come la piantumazione del bosco di topolino, fatta in giugno, sia stato un grave errore sotto l’aspetto educazionale delle nuove generazioni in quanto la procedura utilizzata dai responsabili del verde pubblico aveva dato luogo ad un consumo eccessivo di risorse ambientali (energia, acqua, ossigeno etc). Scrissi allora e confermo: “Con questa operazione, ai bambini, abbiamo insegnato esattamente il contrario di quello che la nostra e la loro generazione deve fare al fine di rispettare le più elementari esigenze delle piante e contrastare, con i fatti, l\'effetto serra del pianeta. Così facendo, state certi, è maggiore la quantità di ossigeno consumata rispetto a quella prodotta”.



E’ chiaro che è possibile far attecchire le giovani piante anche in epoche “sballate” utilizzando in modo errato le limitate risorse (denaro, acqua irrigua etc). Si è mai chiesto caro assessore quanto sia costata all’amministrazione comunale l’irrigazione effettuata con le autobotti? Perché, nonostante i continui inviti, si rifiuta di visitare il mio bosco al Brugnetto realizzato, senza aver effettuato alcun intervento irriguo, senza una fallanza e con la spesa di soli 40 centesimi a pianta? Quanto ha speso complessivamente il comune di Senigallia? Le ricordo che per piantumare, in altro luogo, un centinaio di piante il comune ha speso 80 € a pianta ( 200 volte più del sottoscritto). Se lei non ha tempo mandi almeno i tecnici o, perlomeno, non perda tempo a scrivere cose che non conosce in maniera appropriata. Le posso garantire inoltre che la capacità fotosintetica annuale del mio Bosco è almeno 10 volte superiore a quella del bosco di topolino. Questa è l’efficienza e l’efficacia, con cui opera l’amministrazione comunale, che lei sottolinea?



La prego pertanto, la prossima volta, di esaminare i fatti con elementi tecnico-economici e non con le solite “chiacchiere politiche”. Tanto le dovevo chiarire per evitare che in futuro effettui altri danni a carico della collettività di Senigallia.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2009 alle 18:35 sul giornale del 08 agosto 2009 - 4786 letture

In questo articolo si parla di forza italia, floriano schiavoni, politica, senigallia





logoEV