Mangialardi: la minoranza rifiuta un serio e costruttivo confronto politico

maurizio mangialardi 2' di lettura 11/08/2009 - \"Siamo alle solite. Il coordinamento civico, nel vano tentativo di coprire con l’invettiva il silenzio assordante determinato dalla propria cronica incapacità di avanzare proposte politiche (a parte la singolare idea di ricreare un edificio ispirato alle Torri Gemelle nella ex area Sacelit) non trova di meglio da fare che estrarre dal proprio cilindro un nuovo fantastico filone: quello dell’horror e del catastrofismo cittadino\".

E così, il semplice distacco di una piccola parte di intonaco avvenuto domenica alla Rotonda diventa un rovinoso crollo, una tragedia sfiorata, un danno di enormi proporzioni. Peccato che i solerti consiglieri Marcantoni, Corinaldesi e Paradisi, concentratissimi nelle loro apocalittiche rappresentazioni della realtà, dimentichino alcuni aspetti della vicenda tutt’altro che secondari. Innanzitutto è bene ricordare che distacchi di intonaco di strato sottile come quello che si è verificato domenica mattina (e non sabato come incautamente riportato nella nota sottoscritta da Marcantoni e dagli altri Consiglieri del Coordinamento Civico) sono inconvenienti che non suscitano allarmi particolari e che possono verificarsi in una struttura dalle caratteristiche anomale come la Rotonda di Senigallia edificata sul mare.



Inoltre va anche sottolineato il fatto che gli operai del Comune dopo l’incidente sono immediatamente intervenuti per rimuovere il materiale caduto e per garantire l’immediata e normale apertura della Rotonda che, durante la giornata di domenica, è stata come sempre visitata da migliaia di persone. Insomma si è trattato di un inconveniente tecnico che accade piuttosto frequentemente in strutture simili, prontamente superato grazie al tempestivo intervento dei tecnici e che non ha creato alcuna penalizzazione alla fruizione della Rotonda a Mare. Tanto rumore per nulla verrebbe da dire.



Resta comunque il disagio per una minoranza che sembra conoscere soltanto una politica gridata basata sulla sistematica alterazione dei fatti, non provando nemmeno a ricercare un confronto politico serio e costruttivo, fondato su idee diverse di città e su progetti alternativi. Ed è questa davvero l’unica “imbarazzante realtà” che viviamo a Senigallia.


da Maurizio Mangialardi
assessore alle Infrastrutture e Urbanistica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2009 alle 16:37 sul giornale del 11 agosto 2009 - 5040 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi


Resta il fatto che, fossi passato nel frangente della caduta dell\'intonaco, la prima cosa che facevo dopo il ricovero in ospedale sarebbe stata una denuncia.<br />

Quant\'è bravo sto Mangialardi!<br />
Parla paro paro come Berlusconi!<br />
<br />
Lo voto!

Carissimo Maurizio,<br />
<br />
ho letto con attenzione il tuo intervento; a me sembra che le accuse che rivolgi ai consiglieri di opposizione in realtà potresti muoverle alla giunta e ai consiglieri di maggioanza che con puntualità hanno sempre bocciato qualsiasi proposta degi avversari politici. Ricordo anche che spesso non gli è stato posibile parlare (9 secondi non sono sufficienti per fare una proposta). E poi, tanta arroganza da parte tua da dove salta fuori? Stai facendo le prove generali?

è normale un distacco di intonaco in una struttura anormale come la rotonda??????<br />
inconveniente tecnico che accade frequentemente???<br />
<br />
invece di indagare immediatamente sulle cause del distacco, che possono essere insignificanti e per imperizia nella realizzazione ma anche di origine statica, il giulivo assessore se la piglia con la minoranza<br />
<br />
non è che alla fine accuseranno la minoranza di aver causato quel distacco?<br />

luca

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Di sicuro qualcuno mi risponderà \" echssenefrega\", ma ve lo dico: se eleggete Mangialardi Sindaco, io vado via da Senigallia.

Da questo futuro(?)speranzoso(?)sindaco, che al massimo delle evidenze si autoridicolizza, comprereste una tisana o un\'auto usata?<br />
Se, malauguratamente, alla RAM si verificassero altre \"lievi-possibili\" criticità, le conseguenze saranno pagate (privatamente) da ingegneri-collaudatori-progettisti o con i (pubblici) fondi comunali? p.s.-l.a.b.

Tarcisio Torreggiani


La Rotonda è un monumento esposto a tutte le intemperie (del mare e della terra) per cui certamente saranno stati usati prodotti e accorgimenti rispondenti al grado di rischio cui è esposto l\'immobile e siccome l\'incidente occorso non può essere addebitato alla maggioranza, ne alla minoranza;<br />
<br />
Chiedo a Mangialardi e al Sindaco di sapere chi ha eseguito il collaudo dei lavori di recupero della Rotonda (4/5 fondi europei). Chi ha firmato gli stati di avanzamento e chi ha verificato i prodotti e le tecnihe di recupero<br />
<br />
Chiedo anche di sapere se chi ha liquidato la spesa lo ha fatto non solo in base alle fatture prodotte, ma nche in presenza del risultato del collaudo firmato (firmato da chi?) e dele relative perizie; chi era il direttore dei lavori e chi ha firmato gli stati di avanzamento?<br />
<br />
Gli Amministratori non possono farsi carico di eventuali carenze dei tecnici e se lo fanno può significare che ci sia stata una loro indebita intromisssione e allora sarebbero direttamente responsabili e ricattabili dagli stessi tecnici.<br />
<br />
Vorremmo una Amministrazione che sta dalla parte dei cittadini e non dell\'apparato tecnico; questo dice il nuovo ordinamento degli Enti locali che, mi pare, non sia di Berlusconi.

La sola cosa imbarazzante, caro assessore (futuro candidato sindaco per il centro sinistra) è la sua gestione dei lavori pubblici a Senigallia; quella sì che è davvero imbarazzante!<br />
E\' normale che si stacchino pezzi di intonaco da un edificio ristrutturato di recente? Cosa deve pensare un turista che passa e vede una simile scena?<br />
Cari concittadini... ricordatevi di queste cose alle prossime elezioni!<br />

Ricordo male o quattro anni fa si vagheggiava anche un approdo per natanti alle spalle della struttura anomala?

Basterà andare in giro con un casco di protezione.

Ricordi bene Pablo... a parte il mezzo metro d\'acqua che c\'è, chissà magari le barche approdate potevano staccare un pezzo di rotonda al momento della partenza...<br />
Battute a parte, pare che i lavori pubblici anomali siano normali a Senigallia!