Autobus e informazioni: il Comune replica all\'Utp

maurizio mandolini 2' di lettura 20/08/2009 - È stato sollevato il problema della scarsa informazione relativamente ai servizi di trasporto pubblico aggiuntivi che sono attivi sul nostro territorio dal 9 agosto scorso.

È evidente che l’informazione va strutturata in modo mirato tenendo conto dei servizi offerti sul territorio. E allora cerchiamo di capire di cosa si tratta.

I servizi attivati sono tre:
-il 1° è denominato “La domenica al mare”: si dà l’opportunità ai cittadini delle Valli del Misa e del Nevola di venire a trascorrere i giorni di festa sulla “spiaggia di velluto” per chi non ha mezzi di trasporto privati, o per evitare di far prendere l’auto a chi la possiede;
-il 2° è denominato “Il giovedì al mercato”: si permette ai cittadini dei 10 Comuni dell’entroterra di poter visitare il mercato raggiungendo la città con i mezzi pubblici;
-il 3° è denominato “Un pomeriggio alle grotte”: viene data la possibilità ai turisti di poter visitare le Grotte di Frasassi con collegamenti giornalieri.
Per il 1° e 2° servizio si tratta quindi di informare della nuova opportunità i cittadini dei Comuni dell’interno, mentre per il 3° servizio occorre informare i turisti presenti a Senigallia interessati alla visita delle Grotte di Frasassi.

Cosa abbiamo fatto per raggiungere questo obiettivo? Abbiamo strutturato una campagna informativa, predisposta e realizzata in soli cinque giorni, che potesse intercettare l’utenza potenziale nei luoghi di residenza (partenza) e nei luoghi maggiormente frequentati d’estate nella nostra città.
In questa logica abbiamo fatto quanto segue:
a)inviato materiale divulgativo ai dieci Comuni coinvolti nell’iniziativa, che hanno assunto l’impegno della pubblicizzazione;
b)distribuito materiale informativo in 246 esercizi commerciali della città (tutti gli stabilimenti balneari della spiaggia di levante e di ponente, campeggi e bar);
c)trasmesso a tutti gli hotel di Senigallia – attraverso le associazioni albergatori – tratte e orari delle corse;
d)diffuso quotidianamente attraverso la Publimare, come sta avvenendo tuttora, le informazioni sui servizi attivati;
e)offerto costanti informazioni delle tratte attivate per mezzo dei display attivi in città;
f)inviato sms informativi sulle nuove linee ai circa 1000 numeri di telefono cellulare iscritti all’apposito servizio;
g)pubblicato on line all’interno del sito istituzionale del Comune di Senigallia (www.comune.senigallia.an.it) tutte le informazioni sui percorsi e sugli orari delle nuove linee;
h)comunicato attraverso gli addetti a Infocittà informazioni e orari a chiunque ne abbia fatto richiesta;
i)distribuito attraverso ATMA – gestore del servizio – il materiale divulgativo all’interno degli autobus.

Forse tutto questo non è sufficiente. Ma prima di giudicare in modo così duro, l’Associazione Utenti Trasporto Pubblico potrebbe almeno assumere qualche informazione. Ribadendo la piena disponibilità a raccogliere suggerimenti migliorativi, con spirito assolutamente costruttivo, vorrei solo concludere sottolineando che non ha senso richiedere l’affissione degli orari sulle nostre paline, per il semplice motivo che Senigallia rappresenta per gran parte dei servizi attivati il punto di arrivo.

da Maurizio Mandolini
Dirigente comunali dei servizi educativi e sport, culturali, sociali




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2009 alle 14:57 sul giornale del 20 agosto 2009 - 2974 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mandolini, trasporto pubblico


l\'hanno scritto pure gli scouts sul loro sito www.ripe1.it !! i senigalliesi polemici x nulla son proprio esileranti.. bah, sarà il caldo