Andres Felipe: resto ancora un cittadino senza casa

felipe giuli 4' di lettura 26/08/2009 - Mi chiamo Giuli Andres Felipe, sono un senigalliese che ha dovuto usare l’illegalità per ottenere i propri diritti di essere umano e cittadino italiano. Con questa lettera, voglio illustrare la mia situazione come quella di tanti altri miei pari, alla cittadinanza.

E’ iniziato tutto il 17 settembre 2008 quando trovai da affittare un appartamento sito a Senigallia in via Respighi. I proprietari dello stabile mi fecero firmare un contratto in bianco assicurandomi che poi avrebbero compilato le dovute parti e denunciato la mia locazione al commissariato, come prevede la legge. Il 15 di settembre richiesi a loro la copia che mi spettava, ma purtroppo scoprii a mio discapito che non era stata fatta nessuna registrazione del contratto e che nessuna delle procedure standard era stata eseguita. A seguire mi informai dai vicini di casa e seppi che gli inquilini precedenti erano stati allontanati dall’abitazione dalla polizia con l’accusa di occupanti abusivi! La cosa mi fece insospettire alquanto e chiesi aiuto al Mezza Canaja.



Come prima mossa decidemmo di non pagare l’affitto del mese corrente in modo da non passare da complice di chi mi affittava in nero un garage, spacciandolo per casa. Subito dopo, convocammo i giornalisti del Corriere Adriatico, Messaggero e Resto del Carlino, Viveresenigallia ed alcuni bloggers per informare la cittadinanza della situazione di frodo in cui vivevo. Nei giorni a seguire, insieme ad alcuni attivisti del Mezza Canaja fui ricevuto dal Dirigente Comunale Maurizio Mandolini, che provocatoriamente mi accusò di negligenza e di essere in “combutta” con i proprietari. A quel punto, per vanificare le sue accuse e dimostrarne l’inconsistenza, denunciai i proprietari dell’abitazione alla Guardia di Finanza, all’U.S.L, alla Polizia Municipale e al Catasto.



A quel punto cominciarono le vessazioni da parte dei proprietari della locazione attraverso lo stacco della luce, della corrente e dispetti di vario genere. Sempre grazie al Mezza Canaja ottenni un primo colloquio con l’Assessore Volpini, ma a parte un grande giro di parole in stile burocratico, non riuscii a ottenere altro che una pacca sulle spalle. Il comune di Senigallia, dopo che ne ebbi fatta richiesta, mi versò per alcuni mesi un contributo alimenti di 200 euri al mese, dal momento che il 15 dicembre la ditta per cui lavoravo come idraulico mi licenziò a causa della crisi. Il vicesindaco Simone Ceresoni prese a cuore la mia situazione e mi promise che avrebbe risolto la situazione e che mi avrebbe fatto dare un appartamento dal Comune. Purtroppo anche le sue si rivelarono solo parole, poiché al seguente colloquio con Ceresoni e Volpini la loro unica proposta fu di alloggiare per un breve periodo o alla Caritas o al Centro di prima accoglienza (nonostante sia formalmente chiuso).



La mia risposta a queste proposte fu un no secco, poiché non era la situazione che mi era stata promessa, tanto meno era una situazione dignitosa. Nei primi giorni di Aprile fui costretto dalle varie vessazioni che subivo dai proprietari e dagli avvertimenti che mi arrivavo dalla Polizia Municipale ad andarmene dall’abitazione di via Respighi, in quanto a breve avrei subito uno sgombero coatto. Trovandomi senza un tetto, fui accolto dal centro sociale Mezza Canaja che si prodigò per darmi la miglior accoglienza possibile, trovandomi anche un lavoro regolare come giardiniere, ma una settimana fa mi è scaduto il contratto. Ho vissuto al Mezza Canaja per cinque mesi, senza rimanere però con le mani in mano, ritornando a dialogare con il Dirigente Mandolini e con gli assistenti sociali del Comune, cercando di ottenere un alloggio, magari anche emergenziale ma dignitoso. Purtroppo la mia situazione era ormai caduta nel dimenticatoio, neanche la mia lettera al Sindaco Luana Angeloni fece cambiare la situazione. Pertanto, dopo che con il mio comportamento da cittadino onesto e rispettoso della legge non riuscì a ottenere altro che la perdita della mia dignità e di un posto in cui vivere, decisi di occupare un appartamento della Curia sfitto da ormai dieci anni.



Ora la Curia e l’Amministrazione Comunale mi parlano di rispetto della legge ma con che coraggio? Dopo che ho denunciato una situazione di illegalità e che ho seguito tutto l’iter legale e burocratico che cosa ho ottenuto? Per entrambi sono forse un cittadino invisibile? Chiedo nuovamente alla Curia e all’Amministrazione Comunale di aprire un tavolo di trattativa e il sottoscritto, allora, ritornerà alla legalità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-08-2009 alle 18:06 sul giornale del 26 agosto 2009 - 5264 letture

In questo articolo si parla di attualità, occupazione, Giuli Andres Felipe


Off-topic

E la GDF che gli ha fatto a quei ladri di via Respighi? <br />
<br />
Sti preti so tanto screditati nel territorio nostrano, ad una messa che c\'erano dei seminaristi del sud con un qualche arcivescovo il nostro s\'è rammiracato che la gente che va in chiesa è sempre meno. L\'arcivescovo meridionale fece una messa davvero scenica, con una certa invidia del clero locale, nel sud so più passionali si sa, ma a loro interessa solo che si vada alla messa, \"il gregge di pecore\", letteralmente, \"con il buon pastore\"<br />
<br />
Se ci parli co sti preti po\' ti dicono che Zanotelli fa tutta scena (quando fa il Savonarola della situazione e dice che i missionari dovrebbero mangiare le stesse cose di quelli che vogliono convertire) oppure che quel prete filosofo investigatore di Scapezzano non si sa perchè non venga valorizzato come merita (dovrebbe essere Vescovo anche lui ormai)<br />
<br />
So screditati, il clero non è credibile (dico le persone).. ma tanto ti diranno: \"so uomini, invece di criticare, prega per il loro cambiamento\" e loro vanno avanti uguale per gli affari loro, ed al diavolo la fratellanza<br />
<br />
Non ho un appartamento sennò te lo affittavo a giusto ed equo canone

cmq, guarda come trattano gli universitari nella grandi città, prezzi assurdi x 1 camera, nessuno dice e fa niente, so così gli italiani<br />
<br />
e po diranno: non fa di 1 erba ecc ecc.. e che fanno quelli \"bravi\"? c\'è qualche imprenditore-palazzinaro che costruisca degli appartamenti (x te, x univ, quel che vuoi) e poi li metta a poco prezzo proprio per sfregio??<br />
<br />
avessi vinto io i 148 milioni .. e ora diranno ancora: ora dici così, se li avevi vinti davvero..see<br />

Firmare un contratto in bianco? <br />
Già cosi non c\'era più bisogno che scrivevi.<br />
<br />
\"chiesi aiuto al Mezza Canaja\" <br />
da quando sono diventati le istituzioni?<br />
<br />
Non hai pagato l\'affitto?<br />
Cosi sei in torto due volte<br />
<br />
Se tutti dovessimo scrivere su Viveresenigallia le nostre storie personali avremmo non un giornale on line ma un diario degli orrori.

Scusate ma che senso ha questo articolo? Sai quanti Felipe ci sono in giro, io guadagno si e no 1200 euro con moglie a carico e con affitto di 400 euro al mese in un buco di 2 stanze, cioè significa che viviamo in 2 con 600 euro, dobbiamo mangiarci vestirci e pagare le bollette, ho fatto richiesta per il bando della prima casa che di per se è una cosa assurda in quanto è inutile che ti diano 10.000 euro se non hai gli altri 100.000 per pagarti la casa, per le case popolari nemmeno a parlarne, c\'è una fila infinita davanti a me. Lascia perde che troppa gente c\'è col culo per terra.<br />

firmare un contratto in bianco nel 2009 ? beh mi sembra una storia abbastanza strana o di una persona alquanto sprovveduta. Fatto sta che quando si è trattato di non pagare si è passati dalla persona sprovveduta a quella che si voleva approfitatre della situazione. Interpreto male io o...<br />
ribadisco comunque il fatto che non bisogna per forza risiedere a Senigallia ci son frazioni, comuni limitrofi che hanno prezzi decisamente + vantaggiosi e abbordabili, con la storia di dover per forza abitare a Senigallia credo ci si marci parecchio in questo momento.<br />
La mia paura è che questa libertà malgestita e le esagerazioni finiranno inevitabilmente a ledere le libertà di tutti anche di si comporta in maniera civile e che rispetta le regole.<br />

Se non conosci le persone e le loro storie non permetterti di dirmi vergognati non sei nessuno per farlo. Se vuoi commenta l\'articolo e lascia in pace chi lo fa. Penso anzi che se qualcuno si deve vergognare sei tu piccolo e insignificante essere che si mette sullo scranno del giudice e sputa sentenze.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Vedi Celticus, magari ha concesso troppa fiducia nei confronti del proprietario firmando in bianco un contratto, ma si è rivolto e per più volte agli assessori e vice sindaco. Poi ha deciso di rivolgersi anche al mezza canaja. Secondo te è sbagliato? Bene, allora da stasera e per i prossimi sei mesi lasci a lui la tua casa e ti metti al suo posto, poi con la primavera ci racconti le tue impressioni. Ok?

Off-topic

ma tu sei uno spasso celticus! piccolo e insignificante essere!?! ma come parli? hai visto troppi film di serie B. comunque, se capisci la parola, confermo: vergognati.

Off-topic

celticus, ma capisco che era un incoraggiamento inutile.

Perchè celticus, le istituzioni interpellate da Felipe hanno fatto qualcosa. Fatevela finita co sta storia, che il Mezza Canaja è l\'unico movimento popolare a Senigallia che si interessa delle persone e non solo dei partiti e degli interessi personali. Non dovresti vergognarti, dovresti semplicemente smetterla di sparare cazzate. Lascia stare le ideologie e ragiona prima di parlare.

So che quanto scriverò adesso potrà essere considerato da deficente, perchè lo dico da uno che un tetto ha la fortuna di averlo: ma messo di fronte tra la prospettiva di un garage (da cui mi mandano via) o un appartamento temporaneo alla Caritas o stare sotto un tetto, dignità per dignità sarei stato alla Caritas.<br />
Buona la possibilità data dal MC, ma anch\'essa temporanea.<br />
Ma sia chiaro, non so a parole quali esatte promesse fossero state fatte a Felipe.<br />
<br />
PS per Guattolo: non so in che chiese senigalliesi vai, non penso proprio in quella a cui vado spesso io.<br />
Sono daccordo con te, per la possibile vittoria del premio.

perché non gli lasci la tua?<br />
<br />
e perché per cercare una casa ci si rivolge al sindaco, vice sindaco e assessori o al mezzacanaja? che fanno gli agenti immobiliari?<br />
<br />
ogni giorno le agenzie, a proposito, trovano appartamentia chi li cerca, possibile che in tutta Senigallia non vi sia stata un\'agenzia che aveva uno straccio di tetto da affittargli?<br />
e non dite che non è una strada praticabile dato che ogni giorno migliaia di cittadini italiani e non trovano casa in questo modo<br />
non è che forse il senzatetto cercava qualcosa a scrocco

il vero problema, più generale, è che per acquistare un piccolo appartamento a Senigallia occorre una somma pari, oggi, a circa quindici anni di uno stipendio medio di un operaio o impiegato, e che un canone di locazione \"medio\" è ormai pari a poco meno della metà del predetto stipendo mensile medio di un operaio o impiegato ! Se s ciò si aggiunge la generale e totale precarietà dei posti di lavoro, è facilmente comprensibile l\'enorme difficoltà a trovare casa e la portata enorme, da nessuno colta in pieno, nè realmente compresa, del \"problema casa\" a Senigallia! Certo, è vero che ciò che ho appena esposto non vale per i Comuni limitrofi (esempio Ripe oppure Ostra o Castel Colonna), ma qui si parla di Senigallia....! CIAO

Commento sconsigliato, leggilo comunque