Picchia il figlio con un tubo di gomma, denunciato

carabinieri 1' di lettura 28/08/2009 - Denunciato un marocchino di 40 anni per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

I Carabinieri della Radiomobile della compagnia di Jesi hanno denunciato D. A., cittadino marocchino di 40 anni, disoccupato, in regola con il permesso di soggiorno per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.



I Carabinieri erano stati chiamati dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Jesi perchè avevano medicato un 15cenne di origine marocchina che presentava lesioni riconducibili ad un\'aggressione. I militari, dopo aver raccolto i primi elementi dai medici del pronto soccorso da cui emergeva un sicuro coinvolgimento nella vicenda del genitore del ragazzo, si sono recati nell\'abitazione della famiglia del 15enne. Le successive indagini hanno permesso di appurare che il padre, non ritrovando il prorpio cellulare e pensando che fosse stato rubato e venduto dal figlio, l\'ha picchiato violentemente con un tubo in gomma, rinvenuto e sequestrato dai militari.



Il giovane, in stato di shock, ha riportato un trauma cranico facciale e lesione agli arti guaribili in 15 giorni. Il ragazzo su disposizione del Tribunale dei Minori è stato affidato in un primo momento a dei congiunti e successivamente ai servizi sociali del Comune di Jesi. A carico del padre, oltre alla denuncia all’Autorità Giudiziaria, è stato disposto il divieto di avvicinarsi al figlio.






Questo è un articolo pubblicato il 28-08-2009 alle 17:40 sul giornale del 28 agosto 2009 - 1459 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, carabinieri