Lodolini: \'I precari sono una grande risorsa\'

emanuele lodolini 1' di lettura 02/09/2009 - I tagli al personale scolastico voluti dai Ministri Gelmini e Tremonti, scelte irresponsabili e inaccettabili, avranno l’effetto di impoverire il patrimonio professionale e formativo del nostro sistema scolastico.

Ecco perché quella a cui stiamo assistendo in queste giornate è una battaglia di dignità. Siamo al fianco di quegli insegnanti, lavoratori, ingiustamente colpiti nella loro professionalità, che, tra l’altro, non godono neanche di alcuna forma di tutela del loro reddito.

Ha detto bene Beppe Fioroni, già Ministro, a Jesi alla Festa del Pd: i precari non sono parcheggiatori o esercenti abusivi di una professione, ma docenti che per anni hanno istruito ragazze e ragazzi che vanno stabilizzati e non penalizzati.

Per questo il PD ha chiesto al Presidente del Consiglio la immediata sospensione dei tagli, aprendo subito un confronto con le organizzazioni sindacali e dei lavoratori della scuola.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2009 alle 19:10 sul giornale del 02 settembre 2009 - 1057 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, falconara, politica, partito democratico, pd, precari


Lodolini è sicuro che i precari gradiscano la sua solidarietà? Non crede che si possano sentire presi in giro da chi nella vita ha scelto di non lavorare, dandosi alla politica professionista?

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

e speriamo che il presidente del consiglio non vi ascolti<br />

Credo che in questo momento non si debba guardare tanto chi solidarizza con i lavoratopri precari della scuola, ma comer fare perchè un patrimonio di conoscenze e di attività nel campo della formnazione non vada perso, e se è il caso visto che si vogliono investire dei soldi nell\'allargamento della cassa integrazione a questi lavoratori,sarebbe utile sospendere i tagli,ridurre il numero dei ragazzi per ogni classe, e gli eventuali esuberi impegnarli in una grande opera di riqualificazione e ristrutturazione dell\'apparato produttivo,visto che ci aspettano almeno due anni di revisione di tutto il settore produttivo del nostro paese,se è vero che usciremo dalla crisi diversi da come ci siamo entrati,poniamoici l\'obiettivo di utilizzare tutte le risorse disponibili in ricerca e formazione.<br />
quindi tagliamo dove si spende in maniera improduttiva, e investiamo per tenere e aumentare l\'occupazione.<br />
Infine lotta al precariato,una società di instabili genera un paese non sicuro,rende difficile l\'integrazione insomma un Paese ingiusto,e sopratrtutto aumenmta la solitudine in un periodo in cui c\'è bisogno di solidarietà.<br />
Rendere il lavoro flessibile meno vantaggioso del lavoro fisso,e il precariato da tempo determinato fino a un tempo massimo in cui si trasforma automaticamente in lavoro a tempo indeterminato ,attraverso una premialità vera ed efficace delle imprese e dei settori che stabilizzano.<br />

Anche se precarizzo altrove, vorrei dire che ..non sono una risorsa, sono una persona!! Allora va a finì che c\'ha ragione Grillo quando dice PD = PD meno L ecc

Se nella scuola ci fossero state le assunzioni necessarie e non si fosse abbondato di posti (che in realtà non c\'erano) forse qualche tagli in meno si poteva fare; ma caro Lodolini questa responsabilità di chi è?<br />
Comunque da questo segretario ho sempre e solo letto della bassa demagogia e propaganda.<br />
Continuate così che tra poco perdete anche regione e provincia!

Questo è quello che aveva iniziato a fare il governo Prodi. Ma gli è stato impedito di continuare.