Castelfidardo: Elisa Bacchiocchi presidente Anpi

Comune di Castelfidardo 4' di lettura 21/09/2009 - Ingegnere, meno di trent\'anni, preparata, attiva, donna. Questo, a grandi linee, é il pofilo con cui é stata presentata Elisa Bacchiocchi neo presidente della neonata sezione ANPI di Castelfidardo.

Ingegnere, meno di trent\'anni, preparata, attiva, donna. Questo, a grandi linee, é il profilo con cui è stata presentata Elisa Bacchiocchi, nominata presidente della neonata sezione ANPI di Castelfidardo.

Elisa risponde a pieno titolo a quello che è nelle intenzioni dell\'organizzazione, ovvero, che siano i giovani a condurre l\'ANPI da qui in avanti, meglio ancora se a farlo sono giovani donne. Questo per rendere parziale giustizia a quelle tante giovani inermi duramente colpite dal regime fascista prima e dalla furia disumana del nazifascismo poi. Per l\'Anpi, avere giovani donne alla propria direzione significa riconoscere compiutamente il merito di quelle tante donne che sono state protagoniste della Resistenza, della Lotta di Liberazione e della storia politica di questo Paese , come Tina Anselmi, Nilde Iotti ,tanto per fare degli esempi; ma sono state davvero tante.

In una sala consiliare colma, alla presenza del sindaco Soprani, dei presidenti regionale e provinciale dell\'ANPI Re e Bianchini, del presidente di Osimo Duranti, Elisa Bacchiocchi si é fatta carico della responsabilità di condurre una sezione che ha tutte le prerogative per fare bene. Sono già più di venti gli iscritti che immediatamente hanno dato la loro adesione ed altri ne stanno arrivando. Un vuoto incombe sulle giovani generazioni, un vuoto in cui s\'inseriscono vecchi rigurgiti o falsi valori. Le famiglie, le istituzioni, la scuola in primis, ma anche l\'ANPI, sono chiamati a colmare questa grave mancanza di valori etici e morali facendo conoscere a quegli stessi giovani i nostri principi, i principi che animano la Costituzione nata dalla Resistenza e dall\'Antifascismo, principi questi hanno reso questo Paese un paese civile, democratico, libero, e unito. E proprio la parola unità è stata il motivo trainante della serata. Non a caso per la data di costituzione della sezione fidardense è stata scelta quella del 18 settembre. Centoquarantanove anni or sono, proprio nel territorio di questa città si compiva un pezzo di quella grande epopea per l\'unità d\'Italia. Una coincidenza voluta questa dicevamo ( 18 settembre 1860/2009) che ribadisce pure il concetto che l\'Italia moderna, quella che noi conosciamo, si è formata con due grandi eventi: il Primo ed il Secondo Risorgimento italiano; e Secondo Risorgimento è chiamata pure la Lotta di Liberazione.

A suggello di questa unione ideale, per bocca del presidente regionale Re, l\'ANPI ha proposto al Sindaco Soprani una conferenza nazionale, da collocare nel quadro del 150° dell\'Unità d\'Italia, sulla stretta connessione che intercorre tra i due importanti momenti storici. La proposta è stata accolta con soddisfazione dalla sala, quanto dal primo cittadino di Castelfidardo. I presenti hanno rivolto pure un caloroso abbraccio a Elisa Bacchiocchi quando, ricevendo il tricolore della sezione affidatole da un anziano partigiano, la neo presidente l\'ha collocato sull\'asta portabandiera, a conferma di quel passaggio ideale generazionale che fa sì che l\'ANPI e i valori che l\'associazione rappresenta e difende, abbiano un futuro e continuino ad essere una prospettiva e una speranza per questo Paese. La stessa speranza che Elisa ha donato al vecchio partigiano Valdimiro Paolini, presidente onorario, recandogli visita il giorno successivo.

Nella sala, prima dell\'omaggio e degli auguri del dott. Paoloni della Fondazione Ferretti, alla presidenza dell\'assemblea retta da Duranti, è pervenuto un documento ufficiale a firma del Comandante del Corpo d\'Armata inglese in Italia Gen. Alexander. Il documento del famoso comandante inglese attesta la propria gratitudine ai partigiani e, nel caso specifico, al patriota di Castelfidardo Carini , presente nel Salone degli Stemmi e applaudito dagli astanti. Una testimonianza importante quella appena citata, che dovrà essere valorizzata al massimo dall\'ANPI di Castelfidardo.

Un \"in bocca al lupo\" quindi all\'ANPI fidardense ed a Elisa Bacchiocchi, ai democratici, ai liberali e antifascisti fidardensi che si sono già uniti o vorranno unirsi all\'ANPI. I ringraziamenti finali sono andati anche a Lorella Pierdominici, Amorino Carestia,Cesare Campanari, che più di ogni altro hanno voluto questa sezione, e a Marta Monaci e Katia Senigagliesi, che accompagneranno anch\'esse l\'ANPI nel suo oneroso ed esaltante compito.


da ANPI - Osimo
Associazione Nazionale Partigiani D'Italia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2009 alle 18:43 sul giornale del 21 settembre 2009 - 4200 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, Comune di Castelfidardo, anpi





logoEV